ROMA MOURINHO GIOVANI – Tutti attendono l’arrivo di José Mourinho. Manca ormai sempre meno, infatti, all’arrivo dello ‘Special One’ in città che si metterà da subito al lavoro, con il raduno a Trigoria fissato per il 6 luglio.

Leggi anche:
Totti, il botta e risposta con Mourinho fa impazzire i tifosi. Ma il ritorno a Trigoria è lontano

Mourinho studia i giovani

In attesa di accogliere i primi colpi di mercato, José Mourinho vuole studiare da vicino i talenti del settore giovanile della Roma. Come racconta Il Tempo, il portoghese ha deciso di convocare sei ragazzi della Primavera di Alberto De Rossi per il raduno fissato il 6 luglio a Trigoria: oltre a Darboe – ormai considerato un giocatore della prima squadra – anche Boer, Feratovic, Tripi, Zalewski, Ciervo e Providence inizieranno la preparazione agli ordini dello Special One. Non è escluso che nei prossimi giorni la lista possa allungarsi ulteriormente, ma difficilmente i nomi di Milanese e Bove figureranno tra i convocati: Milanese ha richieste da diversi club di B ma anche di Serie A, opzione che appare più probabile per una cessione a titolo definitivo, Bove invece andrà a fare esperienza in prestito in Serie B. Nel primo giorno di Mourinho al Fulvio Bernardini non ci saranno i giocatori che non rientrano nei piani del nuovo tecnico, che si alleneranno in un gruppo a parte con orari differenti rispetto alla prima squadra. Per loro la preparazione – a meno di cambi di programma – inizierà il 19 luglio: degli esuberi faranno sicuramente parte Bianda, Coric e Nzonzi mentre sono in corso valutazioni sugli altri giocatori di rientro dai rispettivi prestiti.

1 commento

  1. Per me i più forti sono Zaleskwi, Milanese, Podgoreanu e Providence. Ciervo è devastante ma anche tanto caotico, dovrebbe fare un salto di qualità notevole per giocare nel professionismo. Anche Bove e Tripi non sono pronti per il calcio professinistico. Zalewski e Milanese sono invece già pronti, hanno intelligenza tattica, classe, tiro, assist, corsa, tempi di inserimento. Certo se poi De Rossi li fa giocare mediani non è che possano sempre essere decisivi: dei due il più centrocampista sembrerebbe Milanese, ma sono entrambi dei trequartisti che possono fare anche le ali. Mentre un’ala pura è Providence che secondo me è un fuoriclasse, da far giocare subito in prima squadra al posto di Pedro, come riserva di Zaniolo. E poi c’è Podgoreanu che mi piace moltissimo, ha un calcio pulito, movimenti fulminei ed un fisico possente, ma secondo me è un centravanti puro, non dovrebbe sfiancarsi a fare il terzino come lo fa giocare De Rossi, che quest’anno mi sembra ci abbia capito ben poco. Mi piace anche Feratovic, ma più come terzino che come centrale di difesa.

Comments are closed.