31 Agosto 2023

Pioli: “L’Olimpico ci stimola. La Roma è forte anche senza Dybala. E su Lukaku…”

Alla vigilia di Roma-Milan, il tecnico rossonero ha parlato la conferenza stampa: ecco tutte le sue dichiarazioni

Getty Images

MILAN PIOLI LUKAKU – Alla vigilia del match valido per la terza giornata di Serie A, ha parlato in conferenza stampa l’allenatore del Milan, Stefano Pioli. Tanti i temi trattatati dal tecnico rossonero, tra cui la Roma e il nuovo acquisto giallorosso Romelu Lukaku. Di seguito le sue dichiarazioni riportate da tuttomercatoweb.

La conferenza stampa di Pioli alla vigilia di Roma-Milan

Domani partita spartiacque tra l’estate e la stagione?
“Se cominciamo così andrà a finire che ogni partita è quella della svolta. Noi siamo il Milan e giochiamo per vincere. Giochiamo contro una squadra forte, che ha solo un punto, ma che per dati offensivi e difensivi è stata la migliore del campionato. Noi vogliamo cercare di fare bene, di dare continuità, di continuare a crescere”.

Cambia qualcosa nell’affrontare una rivale rispetto alle prime due partite?
“Noi non saremo diversi, vogliamo giocare il nostro tipo di calcio. Saranno diversi gli avversari. Non sappiamo cosa proporrà la Roma, ma noi siamo pronti e preparati per fare il nostro calcio. Più affronti squadre di livello più devi limare gli errori”.

Cosa ti piace delle altre squadre?
“Ho visto solamente le nostre avversarie, poi approfitterò della pausa per vedere gli organici di tutte. Sono concentrato solo su domani. Domani è la partita che racchiude il nostro pre-campionato, solo concentrazione su domani”.

Lukaku complica la trasferta di domani?
“In termini di ambiente poco, perché a Roma sono due anni che fanno sold-out. Ma è bello giocare in stadi pieni con questa atmosfera, lavoriamo per queste partite: la cosa non ci spaventa, ma ci stimola”.

Roma senza Dybala e Lukaku.
“Con o senza Dybala e Lukaku la Roma è forte, organizzata, molto fisica, pericolosa, che concede poco, forte sulle palle inattive. Dobbiamo essere preparati”.

Reijnders e Loftus-Cheek: se li aspettava già così avanti?
“Stiamo insieme da luglio. Ho insistito su una idea di gioco, sul dare continuità a certe scelte. Per quello che ho visto nel pre-campionato, al di là dei risultati, mi erano piaciuti; hanno già un bagaglio importante, non giocatori che butti lì e non sanno cosa fare”.

Oggi ricade un anno dal closing con RedBird.
“Cardinale ha grande carisma, grande mentalità, ha voglia di far crescere il Milan e di migliorare tutto il club. Questa sua motivazione è stimolo anche per noi per diventare sempre più competitivi”.

C’è stato un miglioramento nell’organizzazione difensiva?
“Col Torino siamo stati più compatti, però per rispondere a questa domanda vediamo domani, perché affronteremo un avversario diverso. Vedremo che qualità, che compattezza, che equilibri riusciremo a mettere in campo”.

3 gare in 11 giorni: è un problema?
“No, per come vedo i miei. Preferisco giocare in anticipo piuttosto che in posticipo. La squadra sta bene di gambe e di testa”.

Come affronterete la Roma?
“Sono cambiate tante cose rispetto alla partita dell’anno scorso. Le posizioni che andremo a prendere in possesso sono determinate dallo spazio che ci lasceranno. Senza palla l’idea è di essere aggressivi, ma bisogna essere attenti”.

Che sensazioni ha su Taremi?
“Ho dei dirigenti talmente capaci che tra ieri e oggi non li ho sentiti, perché sanno che sto preparando la partita. Non so cosa stanno facendo. Oggi non m’interessa, domani sera sì. Sono molto contento e soddisfatto della squadra che ho. Domani sera vedremo”.

Ha avuto un ruolo nella permanenza di Krunic?
“Krunic per me è importante, un giocatore del Milan”.

Juric ha detto che è rimasto sorpreso dalla fisicità del Milan…
“Nel calcio moderno qualità e gamba fanno la differenza”.

Di Canio ha detto che Loftus-Cheek può fare 8-10 gol e assist in Serie A…
“Me lo auguro. A me Di Canio piace, soprattutto quando parla di Premier, lo ascolto volentieri. Spero che abbia ragione. Ruben ha le qualità per essere importante e determinante per la nostra fase offensiva”.

Come procede l’integrazione di Musah, Chukwueze e Okafor?
“Sta procedendo bene. Okafor è un po’ più a rilento perché viene da un infortunio, Chukwueze e Musah non hanno fatto amichevoli, ma stanno bene e sono pronti per giocare anche dal primo minuto”.

Oggi i sorteggi di Champions League.
“Saremo in aereo durante il sorteggio, speriamo che il comandante ci dia notizie… L’anno scorso abbiamo fatto una grandissima Champions. Vogliamo affrontare la Champions di quest’anno con grande motivazione ed entusiasmo. Essere in terza fascia probabilmente ci vedrà in un girone complicato, ma è normale. Non si ottiene sempre cosa si desidera, ma quello per cui vuoi lottare. Ho imparato che non bisogna mai perdere fiducia nei giocatori; essere positivi, flessibili, capire come aiutare la squadra nei momenti difficili, può essere di buon aiuto per dare una via alla squadra”.

C’è un urto emotivo della partita di domani?
“Calma e lucidità servono sempre, se accompagnate da determinazione e attenzione”.

Cosa si aspetta dalla partita di domani?
“Avere calma e lucidità. Non dobbiamo smettere di guardare avanti, di trovare zone di campo in cui trovare superiorità numerica”.

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU TWITTER!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *