2 Novembre 2022

Smalling vs Cauly, versatilità e vena offensiva: gli assi di un match ad alta tensione

Leicester vibes all’Olimpico, o Bodo o Vitesse, scegliete voi. Perché la partita della Roma di domani è già da dentro o fuori. I giallorossi hanno un solo risultato utile e non a caso Mourinho ha chiamato in causa il pubblico di casa, come l’anno scorso, quando ha saputo spingere la squadra in gare cruciali. Domani serve una scintilla, giocatori che sappiano fare quel passo necessario in più. Calciatori alla Chris Smalling, che talvolta esce dalla difesa e diventa goleador, come ha fatto anche Cauly per il Ludogorets.

Roma, Chris Smalling

Difensore, leader e ora pure attaccante, l’ultima aggiunta sul cv di Chris Smalling. Il gigante inglese, infatti, conta già 3 reti in campionato in 12 gare. E va a caccia del primo centro in Europa League quest’anno, mentre l’anno scorso in conference ha timbrato il cartellino una volta (Zorya). Un giocatore totale, che in EL vanta una precisione di passaggi del 91,2% (209 su 227), 32 palloni recuperati (6,4 in media a partita), 4 ribattute e 11 disimpegni. Deve ancora affacciarsi dall’altro lato della barriera, e la gara con il Ludogorets può essere l’occasione, perché sarà un match ad alta tensione, ma Chris da Greenwich ha ampiamente dimostrato di saper nuotare alla grande in acque profonde.

Ludogorets, Cauly

Brasiliano classe ‘95, Cauly è già un volto conosciuto dalle parti giallorosse. Se non altro per aver inaugurato le danze a Razgrad nell’andata persa dalla Roma. Nel frattempo, lo score del trequartista si è arricchito anche di due assist nelle 5 gare disputate, sempre da titolare. Ala destra o anche centrale, è un jolly per il Ludogorets e si presta in ogni fase. È meno preciso di Chris (78,6% di passaggi riusciti), e recupera meno palloni (10), ma, come abbiamo visto, si rende pericoloso in zona offensiva. In campionato la situazione non cambia molto: il numero 95 conta 4 gol e 1 assist in 12 gare. Insomma, uno da tenere d’occhio per Smalling e compagni. Chris avrà sicuramente preso appunti, e all’ora del compito in classe è sempre preparatissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.