28 Aprile 2021

Roma, l’ex Sabatini: “Gerson valeva tutti quei soldi quando lo presi”

SABATINI GERSON – L’ex direttore della Roma, Walter Sabatini, oggi al Bologna è tornato a parlare dei tempi giallorossi e nello specifico si è soffermato sulla trattativa che portò il brasiliano Gerson nella Capitale. Un talento con il futuro già scritto per molti, ma che poi non si rivelò tale. L’esperienza romana si ridusse in un paio di comparse e tanti prestiti, anche in Italia, come nella Fiorentina, che non riuscirono però a far uscire tutte le potenzialità del classe 1997. Ai microfoni di Lady Rdio, Sabatini ha parlato della trattativa: “L’errore Gerson? La maglia del Flamengo pesa tanto quanto quella della Fiorentina o della Roma, il giocatore all’epoca li valeva quei soldi che spesi. Poi gli errori sul campo li ammetto, sono feroce con me stesso, ma non sarei carino nel citare i giocatori che ho sbagliato”. E sulle diverse proprietà americane con cui ha lavorato il direttore ha sottolineato: “Ne ho avute diverse, e Saputo è una mosca bianca, come essere umano. Moderato nei giudizi e nelle riflessioni, ma anche molto aperto: è un piacere confrontarsi con lui. Ho avuto anche Pallotta, in una situazione turbolenta. Commisso a Firenze si è presentato con molto entusiasmo, non gli è stato concesso di intervenire sulle strutture. Le proprietà straniere però sono un bene per il nostro calcio, portano capitali e risorse nuove. Mettiamo da parte la nostra supposta superiorità nel calcio e accettiamo il confronto con gli altri. Mi è capitato di sentirmi depositario dei segreti del calcio ma mai lo sono stato e mai lo sarò”.

Leggi anche:
Napoli, il sogno per la panchina porta a Spalletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

8 commenti

  1. netzer ha detto:

    caro Sabatini, oltre ai valori di denaro c’è anche un valore dato da una valutazione tecnica, e tu dovevi evitare di buttare quella somma sbagliando proprio il fondamento del tuo lavoro.

    • Giuseppuccio ha detto:

      L’infallibilità non è umana

      • netzer ha detto:

        errare è umano….ma iturbe è diabolico
        da un ds non ci si aspetta che compri il giocatore affermato, con i soldi son tutti buoni, ma che possa capirne le potenzialità e spendere qualcosa in più per prenderlo.
        Gerson giocava così a Roma, Firenze ecc come anche nel Flamengo,e quei soldi pagati per acquistarlo furono una pazzia.,anche se bisogna vedere nella realtà che giri hanno fatto, perchè a me la storia di Gerson mi ricorda tanto quella di fabio junior.

    • fabrizio ha detto:

      però ha preso pure allison salah la mela marchinos a due spicci, ad un certo punto avevamo scesni in porta e allison in panchina, ha preso dzeko, strootman, nainggolan…..magari ritorna

  2. YELLOW&RED LIVES MATTER ! DAN , CACCIA LI SORDI! FACTA,NON VERBA ha detto:

    Sabatì,vattene in pensione,non vali nulla. Ripijate Pastore,il tuo grande bluff

  3. Crociato ha detto:

    Pastore l’ha preso Monchi.
    Laziale triste

  4. Blek ha detto:

    Caro DG, non so se Gerson valesse tutti quei soldi, ma oltre a essere una pippa con tutte le attenuanti dell’ambientamento e fallito a Roma e a Firenze c’aveva pure la puzza sotto al naso, peccato che non hai guardato oltre le apparenze e questo è grave per un DG.