romanews-roma-james-pallotta-panchina-roma-pallone
Foto Getty

ROMA PALLOTTA BILANCIO – Il bilancio è in rosso, ma in questi giorni James Pallotta non sembra aver perso il suo ottimismo. Il problema per Jim sarà convincere i soci che lo affiancano a partecipare ad un altro aumento di capitale, considerando la resistenza di questi ad immettere ulteriori capitali a fondo perduto.

La strategia di Pallotta

Intanto le linee-guida dettate alla dirigenza di via Tolstoj, come scrive Il Messaggero, sono già delineate da tempo: 1) Abbattimento del monte-ingaggi del 20% passando da 140 milioni a 115 2) Riduzione della rosa 3) Tetto ingaggi per i nuovi arrivati a 3 milioni 4) Risparmiare sul costo dei cartellini agendo in entrata con svincolati o diluendo in più anni gli acquisti, stile Ibanez 5) Guardare soprattutto al mercato estero che in virtù del decreto crescita rende più conveniente pagare lo stipendio 6) La cessione di «asset aziendali disponibili», ossia calciatori: in primis gli esuberi e poi alcuni elementi (Kluivert, Under, Cristante, Schick, Florenzi, Riccardi) che possano garantire plusvalenze. Il fine, oltre all’abbattimento dei costi, è salvare Zaniolo e Pellegrini. A meno che a risolvere gran parte dei problemi di Pallotta e del club non sia Fonseca. Se il tecnico riuscisse a vincere l’Europa League riuscirebbe di colpo nella doppia impresa: centrare l’accesso diretto alla Champions (dunque garantendo 50-60 milioni) e far incassare un’altra ventina di milioni, tra i premi Uefa (13,5 milioni per la vincitrice) e la quota legata al market pool, quantificabile con esattezza solo a competizione conclusa (da calcolare sui 168 milioni totali). In virtù di questo quadro complessivo, Pallotta prende tempo.

8 Commenti

  1. Mi auguri di vincere l’europa league ma se l’obiettivo della società fosse davvero questo perchè non hanno costruito una squadra per farlo? Quante prese in giro Pallotta sei incompetente orbo e assente da due anni a Roma… lascia il timone a qualcuno di più ambizioso e competente

  2. Ma quando mai la Roma con questa squadra mediocre potrebbe vincere l’Europa League ?
    Ma siamo seri !
    Qua tranne Zaniolo e pochi intimi è mediocre tutto.
    Purtroppo !!!!!

  3. Questi ectoplasmi non vincerebbero nemmeno il torneo dei bar, siamo seri…Per me possono essere ceduti tutti (Zaniolo è l’unico che, tra alti e bassi, ha però sempre lottato – aggiungo Smalling che ha retto la difesa ma è del Manchester. Di Pellegrini, Cristante, Under, Kluivert, Mancini ecc. non saprei che farmene).

  4. L’ Europa-League e’ per vere squadre. TENERE PELLEGRINI-ZANIOLO E DARE IN PRESTITO RICCARDI. Cacciare i bidoni ed non prenderne altri. Niente bolliti come quello del chelsea, niente argentini da 2 gol con il latte sulla bocca. Puntare sui PRIMAVERA e la SERIE B. SE NO SARA’ FALLIMENTO. Con i due scudetti alla formellese e la retrocessione in D ( Chiedo ai piu’ esperti se entrerebbe in gioco il Lodo Petrucci ?! ), il bostoniano verrebbe ricordato come il presidente della catastrofe.

  5. .PALLOTTA NON CE LA FACCIAMO PIU’ DI LEGGERE TUTTI I GIORNI IL TUO NOME SPARISCI E FINITA FINISH DACCI UN FUTURO VATTENE

Comments are closed.