Roma, la rivoluzione ‘Derossiana’. La squadra macina punti e i Friedkin pensano alla riconferma

Valerio Bottini
20/02/2024 - 12:00

Getty Images
Roma, la rivoluzione ‘Derossiana’. La squadra macina punti e i Friedkin pensano alla riconferma

DE ROSSI ROMA – Quattro vittorie nelle prime cinque in campionato. Questo il bilancio di Daniele De Rossi dal suo approdo sulla panchina della Roma. Un incarico affidatogli dai Friedkin dopo l’esonero di Mourinho, con un contratto valido fino a giugno che sapeva tanto di ‘traghettatore’. Ora però le cose potrebbero cambiare.

Gioco, mentalità e gruppo coeso. Così DDR vuole guadagnarsi il rinnovo

De Rossi in un mese ha (ri) conquistato la Roma alternando pacche sulle spalle a sfuriate salutari come quella andata in scena domenica a Frosinone, scrive Leggo. Un discorso dai toni forti, ma senza accuse o critiche individuali. Una presa di potere dello spogliatoio da parte di Daniele che conosce bene determinate dinamiche (basti vedere il cambio di Huijsen) e che a fine partita ha ammesso anche i suoi errori relativi allo schieramento iniziale. Un primo tratto di percorso che sta convincendo i Friedkin a confermare l’ex numero 16 nel tecnico del futuro.

Nel frattempo De Rossi ha ritrovato tutta la rosa fatta eccezione per Abraham che tornerà a marzo. E sta adattando un turn over funzionale che non guarda in faccia a nessuno e punta anche a individuare i punti di forza della Roma del futuro. Il caso più evidente è quello legato a Svilar, ormai portiere titolare al posto di Rui Patricio. Una scelta in realtà già abbozzata da Mourinho che potrebbe portare a un ripensamento sul mercato. Stesso discorso in attacco dove per la prima volta Lukaku è stato sostituito a fine primo tempo. De Rossi ha scelto di puntare su Azmoun, una mossa vincente come quella di dare fiducia a Baldanzi. Ora arriva il Feyenoord, in quella che sarà prima panchina europea all’Olimpico per DDR.

Il tecnico potrà contare su un Dybala riposato e su un Pellegrini usato solo nel secondo tempo allo Stirpe. Ma in un prossimo futuro De Rossi potrebbe cambiare le carte in tavola. A Frosinone la Roma ha chiuso la gara con la difesa a tre. D’altronde il ritorno di Ndicka e Smalling potrebbero offrire una variabile tattica interessante in un percorso che in campionato vedrà due impegni abbordabili (Torino e Monza) e lo scontro diretto tra Bologna e Atalanta.

Vedi tutti i commenti (12)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Aziendalista e con la stampa a favore .. bello danielino … !!! Cacciato l’unico allenatore che ha vinto in Europa con la Roma … in 2 anni 2 finali , una coppa e mezzo, l’altra metà rubata.. e lo cacciano.. 
    pellegrini via subito !! 

  2. Andare a Monza impegno abbordabile? chiedetelo a Pioli e a Mou lo scorso anno…Forza Daniele avanti cosi’, alla faccia delle vedove del portoghese e dei troll laziali che sono come avvoltoi in attesa del passo falso. Sempre Forza Roma

  3. Se deve arrivare Allegri, meglio mille volte DDR, basta però che smetta di avere le mani in tasca sempre e dovunque, è un atteggiamento irritante e poco educato; sembra quasi che non abbia le braccia!

  4. Per me bisogna aspettare verso la fine del campionato per rinnovare o meno De Rossi.
    Poi bisogna capire pure chi sarà il famigerato Ds

  5. Io ho DDR come mio personaggio calcio preferito da anni ma per il rinnovo aspetterei un poco,fermo restando le 4 vittorie e la sconfitta con l’Inter (a mio parere non tragica per come è venuta se vista negli episodi). Capisco che si deve programmare con anticipo ma qualche altra partita è ancora utile per vedere bene cosa fare

  6. Aspetterei Feyenoord e gli scontri diretti prima di tirare le somme ..ha incontrato tutte squadrette ex serie B fino adesso

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...