romanews-roma-veretout-ramsey-romajuventus
Foto Getty

CONTI ALLA MANO – ‘Conti alla Mano’ è la rubrica ideata e realizzata da Romanews.eu per cercare di capire meglio il rendimento della Roma attraverso le statistiche avanzate. Ogni settimana proporremo gli spunti più interessanti, provando ad analizzarli e a spiegarli in modo semplice. Oggi parliamo dello scioccante inizio della Roma contro la Juventus, come evidenziato dalle statistiche del match.

romanews-legenda-statistiche-2-2.jpg

Le statistiche di Roma-Juventus: inizio da brividi per i giallorossi

La Roma perde la seconda partita del suo 2020 allo Stadio Olimpico contro la Juventus. Una sconfitta allarmante, soprattutto per come è maturata. I giallorossi infatti sono andati in svantaggio di due gol dopo appena dieci minuti, complicandosi terribilmente la vita fin da subito. È mancata soprattutto la carica agonistica, necessaria per reggere l’impatto di un avversario forte come la Juve. Non a caso gli uomini di Fonseca hanno perso tutti e 12 i contrasti che ci sono stati nei primi 23 minuti di gioco. Un dato inquietante, che dimostra come stavolta la formazione capitolina abbia sbagliato completamente l’approccio alla gara. Tanto che a fine partita i contrasti vinti dai giallorossi sono stati soltanto 3 su 16 tentati (record negativo della stagione), contro i 12 su 23 dei bianconeri.

La Roma continua a sbagliare troppe occasioni da gol

Per il resto la Roma ha dominato la partita, almeno come mole di gioco. I giallorossi hanno realizzato più tiri (22 vs 5), più possesso palla (53% vs 47%), più passaggi chiave (12 vs 4), più cross (46 vs 7) e più duelli aerei vinti (9 vs 8). Solo i dribbling sono leggermente inferiori (11 vs 13), mentre sono stati nettamente superiori anche gli xG (2,58 vs 1,34), cioè il coefficiente di pericolosità dei tiri tentati. L’aspetto che però ha compromesso definitivamente la partita dei capitolini è stata la loro incapacità di incidere sotto porta.

romanews-roma-juventus-statistiche-inizio

Contro i bianconeri infatti la Roma ha avuto un’efficienza realizzativa (cioè il rapporto tra gol segnati e xG prodotti) appena del 39%, contro il 149% della Juventus. Un dato molto preoccupante, soprattutto visto che lo stesso problema si era già verificato contro il Torino la scorsa settimana. La speranza perciò è che già dalla prossima partita con il Parma i giallorossi riescano a segnare di più, invertendo questa brutta tendenza.

Altri spunti statistici del match: Pellegrini in difficoltà, buona partita di Mancini e Florenzi

Guardando le statistiche dei singoli, ci accorgiamo subito dell’ottima prestazione di Mancini. L’ex Atalanta è stato il giocatore giallorosso a recuperare più palloni (4), oltre a vincere 2 duelli aerei e a tirare 2 volte verso la porta di Szczesny. Un altro elemento della Roma che ha giocato abbastanza bene è stato Florenzi. Il capitano romanista ha intercettato 3 palloni e realizzato 2 passaggi chiave, 5 cross e 1 tiro. Le altre prestazioni giallorosse invece sono state per lo più insufficienti. Spicca innanzitutto la brutta prova di Pellegrini. Contro la Juventus il numero 7 romanista non ha recuperato nemmeno un pallone, mentre ne ha persi ben 5. Ha inoltre sbagliato 4 occasioni da gol. Sono andati infine molto male anche Veretout e Kolarov, autori degli errori decisivi del match e totalmente incapaci di vincere contrasti o intercettare passaggi per 90 minuti.

(fonte dei dati: WhoScored.com, Understat.com e InfoGol)

Leonardo Gilenardi