MANCINI CRISTIANO RONALDO ROMA JUVE – Audizione in vista per la Roma, attesa domani alle 18 allo Stadium di Torino dalla Juve. La squadra di Fonseca farà un provino per tentare di inserirsi tra i protagonisti del campionato. I giallorossi sono reduci dalla vittoria contro il Verona. E in caso di trionfo contro gli uomini di Pirlo, il club di Trigoria allungherebbe sui torinesi, attualmente diretti avversari, e accorcerebbe le distanze dall’Inter (qualora non facesse risultato con la Fiorentina). Ma in terra bianconera i romani dovranno fare a meno di Pellegrini, squalificato per un turno, e di Smalling, infortunatosi al flessore della coscia sinistra proprio nel match contro gli scaligeri. La linea di difesa dovrebbe quindi essere composta da Kumbulla, Ibañez e Mancini. Il numero 23, insieme ai compagni, dovrà affrontare Cristiano Ronaldo.

Roma, Mancini

Gianluca Mancini, professione difensore e, all’occorrenza, goleador. Il giocatore giallorosso è rientrato con il Verona dopo aver scontato un turno di squalifica contro lo Spezia in campionato e ha ripreso il suo posto nella linea a tre capitolina. Ma non solo, ha inaugurato il suo ritorno sbloccando il match contro i veneti, finito poi 3-1 per la Roma. Tre reti in campionato sino ad ora per il numero 23, tutte di testa. Una di queste è stata preziosa per riacciuffare il pareggio nel finale contro l’Inter, con i giallorossi sotto 2-1 all’Olimpico. L’altro gol, il primo stagionale in Serie A, era arrivato contro il Cagliari. In totale, l’ex Atalanta ha avuto 7 occasioni da rete e collezionato due passaggi chiave. Nel suo ruolo, comunque, Mancini riesce a vincere in media 2 contrasti a partita, così come ad intercettare mediamente 2,3 passaggi a match. È inoltre in grado di liberare l’area (2,3) da eventuali pericoli e di subire pochi dribbling (0,4 in media a gara), una caratteristica importante, perché domani si troverà davanti Cristiano Ronaldo. Il giallorosso vuole conservare i suoi numeri difensivi. E chissà che non riesca ad incrementare anche il suo score personale in zona offensiva, visto che sembra averci preso gusto.

Cristiano Ronaldo

Eletto miglior giocatore del secolo (dal 2001 ad oggi) durante l’annuale Globe Soccer di Dubai, Cristiano record-men Ronaldo sul rettangolo verde è un protagonista. Tuttavia, ultimamente il portoghese ha scatenato qualche polemica di natura extracalcistica, dovuta ad una gita sulla neve non in linea con le norme anti-Covid. L’asso della Juve sembra però aver archiviato la faccenda ed è tornato a sfornare gol. A pochi giorni fa (2 febbraio) risale la doppietta rifilata all’Inter in Coppa Italia, che si va ad aggiungere agli altri 20 messi a segno in questa stagione tra Serie A, Champions League e Supercoppa. Solo 5 reti lo separano dalla leggenda Pelè, che in carriera ha realizzato 767 gol. Il numero 7 bianconero conta anche 2 assist in campionato. In campo l’ex Real Madrid mostra una precisione nei passaggi pari all’82,9%, e quasi 2 dribbling a partita, uno dei suoi marchi di fabbrica. In media 1,8 controlli sbagliati a match, ma circa 5 tiri a gara (4,8). Il bilancio contro la Roma in 11 incroci dice 9 reti (4 con la maglia della Juve, 2 con i ‘Merengues’ e 3 con il Manchester United). Domani toccherà a Mancini e compagni arginare la statistica. All’andata (27 settembre) è finita 2-2, ed è stato il classe ’85 a segnare una doppietta (per i giallorossi 2 reti di Veretout). Il portoghese connazionale di Fonseca compie oggi 36 anni, ma è il tecnico della Roma quello che spera di poter festeggiare allo Stadium.

2 Commenti

Comments are closed.