Roma-Inter, il brutto gesto di Acerbi verso i tifosi giallorossi

Valerio Bottini
11/02/2024 - 11:43

Getty Images
Roma-Inter, il brutto gesto di Acerbi verso i tifosi giallorossi

ROMA INTER ACERBI – Tra i grandi protagonisti della sfida dell’Olimpico tra Roma e Inter c’è Francesco Acerbi, autore della rete del primo vantaggio nerazzurro. Il difensore, però, oltre alla prestazione in campo, si è fatto notare anche per un episodio non proprio ammirevole, passato inosservato all’arbitro durante la gara. Come ricorda Sportmediaset infatti, poco dopo il suo Acerbi ha mostrato il dito medio ai tifosi giallorossi. Un gesto forse dovuto ad alcune parole ricevute dagli spalti, in una gara che per lui, ex laziale, aveva anche il sapore del derby.

Vedi tutti i commenti (6)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Il bello (?) di alcuni personaggi come lui quando entrano ed escono dal campo si fanno il segno della croce, mani alzate al cielo, baci al cielo e poi alla prima occasione non sanno mantenere la coerenza e si lasciano ad andare a gesti plateali come quelli di ieri.

  2. Bene ha fatto Acerbi a rispondere a quei tifosi che intonavano in coro “devi morire” a un giocatore che doveva uscire per infortunio. E che ha rischiato di morire davvero per un cancro qualche anno fa.
    Le curve, anche quella della mia Roma, vanno spurgate da queste bestie rancorose.

    1. Be dopo che prega e fa vedere che è religioso, non so di quale ,si poteva risparmiare quel gesto, un professionista che sta vincendo con una delle striscianti lo scudetto,dovrebbe sentirsi “superiore,”

    2. Se è così, hai ragione. Se stiamo tutta la vita con Carletto Mazzone che corre sotto la curva che gli ha insultato la madre per tutta la partita, dobbiamo essere coerenti e stigmatizzare.
      Però il gesto resta orrendo, pericoloso e codardo: ma è lazziese e gioca in una squadra che delle regole se ne sbatte altamente (vedi la chiamata in vivavoce dell’allenatore squalificato), il risultato sarà un buffetto sulla guancia.