TOTTI da francescototti.com:”Nel calcio e nella vita le parole servono a poco, contano i fatti. E questi rimangono e sono indelebili: siamo un gruppo di lavoro straordinario e lo stiamo dimostrando. La vittoria con l’Inter è un passo importante ma il cammino prosegue: ora pensiamo al Bari. Io mi sento pronto. Al mio rientro tanto per saggiare le mie condizioni gli avversari mi hanno subito fatto il collaudo….Per cui tutto bene no? ^_^”TOTTI in mixed zone:”Sul palo ho perso 10 chili”DE ROSSI a Sky:Perchè il bacio al parastinco? Che dedica è stata?”Sul parastinco ho un ritratto di mia figlia. Quando segno a volte mi viene in mente di farlo e questa era la partita più adatta perchè era la più importante”Non avevi paura di essere ammonito? Oggi Morganti aveva il giallo facile e Pastore la scorsa settimana è stato ammonito per aver baciato la scarpa..”Ho visto che ha baciato la scarpa ma non sapevo che lo avessero ammonito. Però insomma mi sembra eccessivo il giallo per un gesto simile. Morganti ha fatto bene a sorvolare e non sò neanche se l’ha visto”Ti aspettavi il ritorno della Roma quando l’Inter ha messo dentro tutta la sua classe per agguantare il risultato?”Beh quando hanno fatto l’1 a 1 e avevano l’euforia dopo che raggiungi il pareggio fuori casa in una partita in cui nel primo tempo non avevano fatto grandi cosa a parte su calcio da fermo, riuscire a pareggiare subito ti da una carica che avevo paura riuscissero a sfruttare meglio. Dopo il nostro raddoppio l’euforia è tornata più dalla nostra parte e anche se hanno continuato ad essere pericolosi, abbiamo comunque controllato la partita”Anche nei momenti più difficili dicevi “Aspettate questi non siamo noi, ritorneremo”. Questa fiducia da dove ti veniva?”Dal valore degli uomini e delle persone che ci sono qui. Poi ripeto che uno può vincere 20 partite di seguito o non perderne 21 come è successo a noi, raggiungere obiettivi insperati due o tre mesi fa, quello non lo sappiamo: noi arriviamo li e ce la giochiamo e lo facciamo capire alla gente che ci ricambia con un affetto allucinante”E’ legittima la “Abbiamo la responsabilità di provarci. Anche io prima, circa otto partite fa, ero molto scettico. Poi queste partite sono andate bene, loro anche per via della Champions hanno avuto un calo fisiologico. Noi ci proviamo. Forse il primo non è il nostro posto, ma siamo li e ci proviamo”Quanto è importante Toni? Ti aspettavi che diventasse così importante?”Penso che quello che dovevo dire su di lui l’ho detto sia davanti le telecamere che quando mi ha interpellato la società che è stata bravissima a prenderlo con quelle che erano le nostre possibilità. Ora lo dobbiamo riscattare. A mio parere va sottolineata anche la prova di Vucinic che ha fatto il terzino e l’esterno ed ha corso come un matto. E’ da questo che vedi la squadra vera. Questa è una squadra di uomini veri”Per Toni c’è la speranza di portarlo con te ai prossimi Mondiali?”Sono due discorsi diversi. Non costa una lira portarlo con me (ride ndr) . Riscattarlo un pò di più. Deciderà Lippi ci sono anche tanti altri attaccanti bravi che stanno facendo bene in questo campionato. Lui senza dubbio è determinante per questa squadra”Totti quanto può dare in questa volata finale?”Non dobbiamo pensare che ci dia solo un vantaggio psicologico. Perchè lui è entrato ha tenuto palla, ha fatto valere la personalità che in Italia ha solo lui. La condizione fisica deve migliorare perchè è stato fermo da tanto tempo. Dal punto di vista psicologico dico che chi era allo stadio ha sentito un “leggero” boato quando è entrato. Anche da quel punto di vista da forza a noi e mette un pizzico di paura agli avversari e non dimentichiamo mai la classe e la qualità che ha”   DE ROSSI a Roma Channel:”Ho preso la solita botta alla tibia. Per fortuna però ho un parastinco in carbonio che mi protegge meglio, però ho preso una bella botta. Sarei anche rimasto in campo, ma sarebbe stata una bestemmia quando in panchina c’è uno come Brighi. Il bacio al parastico? C’è mia figlia ritratta. Non bacio il parastinco ma il volto di mia figlia. Il bacio allo scudetto? La Roma la amo troppo. Viene subito dopo mia figlia. Non è ruffianeria. Quando segno non posso fare le orecchie alla Toni, non ci riesco. Lo scudetto? Ora ci si deve credere. All’inizio ero molto scettico. Adesso sarebbe un delitto non provarci. Però l’Inter è uno squadrone, hanno tutto. Però speriamo che la Champions possa distrarli. Dobbiamo provarci per noi e per i tifosi. Vendetta sull’Inter? Su quel campionato già ho parlato e penso ancora lo stesso. Non ce lo leverà mai nessuno. C’è rivalità con loro, ma non ordio. Le loro proteste? Può succedere. L’arbitro è stato bravissimo. Quest’anno c’è uniformità. Gli arbitri possono sbagliare ma hanno gli attributi per prendere le decisioni giuste. Toni ci sta dando molto. Si è inserito molto bene. Il destino nel palo di Milito? Se vogliamo essere fatalisti sì. Però è ancora presto”.DE ROSSI a Mediaset Premium:Una vittoria dal sapore particolare“Particolare per quanto successo negli ultimi anni. Aspettavamo da tantissimo tempo questa partita, è andata come volevamo”Oltre ai più celebrati, è un po’ la vittoria di Ranieri?“Quello che ha fatto lui è sotto gli occhi di tutti, parlano i risultati. Magari all’ultimo secondo Milito segna e parliamo di un’altra partita. Se l’Inter pareggia, a parte gli episodi che mi hanno raccontato, ci stava. L’atteggiamento della squadra è figlia sua”Cosa ti hanno raccontato?“Che il gol era in fuorigioco. Me l’hanno detto mentre esultavamo sul 2 a 1”Come mai cosi in difficoltà nel secondo tempo dopo un primo autorevole? Cos’è stato, la posizione di Snejider?“Posso rispondere semplicemente che loro sono fortissimi, quindi in difficoltà ti ci mettono. 90’ minuti come il primo tempo è impossibile. L’Inter è una squadra che continua a far paura”Come va dopo la botta?“E’ sempre la stessa. Oggi ho preso un pestone ma niente di che”Cosa c’è sul parastinco che hai baciato?“La foto di mia figlia, gaia. Oggi mi è venuto di fare così perché.. è mia figlia”Avevi pronosticato campione in Champions la vincente tra Barcellona e Stoccarda, confermi?“Era stata una battuta, ma non è verità scritta. L’Inter ha ora un quarto abbordabile e una semifinale difficile. Se la possono giocare e lo speriamo vadano avanti”DE ROSSI a Rai Sport:”Il gol? Lo dedico a mia figlia Gaia. Adesso giochiamo sullo slancio dell’euforia, nell’arco di un campionato sono più forti, ma è chiaro che noi ce la giocheremo. Il loro gol? Non mi ero accorto fosse fuorigioco, sono stati anche fortunati coi rimpalli. Me lo hanno detto dopo fosse fuorigioco”.DE ROSSI in mixed Zone:Daniele è il gol più importante? “Aspettiamo, vediamo, vediamo…”.RANIERI a Sky:Questa partita, è’ stata raccontata come l vigilia del momento più alto e importante della sua carriera: l’ha vissuta in questo modo?“No,, però era una partita importante e delicata, ma non per me. Era delicata per tutta Roma, per tutto il nostro popolo, per tutta la gente che ci segue. Abbiamo fatto cinque mesi di sacrifici, di rincorsa, di voler migliorare, dobbiamo continuare così. Abbiamo battuta una squadra stratosferica, una grossa Inter, bisogna farli i complimenti. Però, devo fare i complimenti anche ai miei ragazzi, perché non hanno mai smesso di giocare a calcio, hanno sempre cercato di fare gol. Credo sia stata una partita molto bella, molto interessante”. Menez, Vucinic e Toni tutti insieme: può essere questo l’aspetto che ha creato più problemi all’Inter?“Non lo so. Certo che abbiamo fatto i  primi 40 minuti belli, bellissimi, giocando con semplicità, con buone triangolazioni, buone geometrie e gli abbiamo creato dei problemi. Però, negli ultimi 5 minuti del primo tempo l’Inter si è fatta sentire. Ci sta, è una grossa squadra. Nel secondo tempo,forse nella parte centrale non riuscivamo a ripartire, ma siamo rimasti sempre compatti e concentrati. Questo, credo, sia stata la dote più bella della mia squadra. Sono sempre stati in partita, anche chi è entrato, lo ha fatto con determinazione, per fare la sua parte e l’ha fatta molto bene”. Era questo l’orgoglio che voleva dai suoi“Questa è una squadra orgogliosa. Non dimentichiamo che ad ottobre eravamo veramente messi male, non riuscivamo a trovare il bandolo della matassa. Però, lavorando con grossissima umiltà, seguendomi, perché è importante credere nel proprio allenatore, questi ragazzi si tanno togliendo delle grossissime soddisfazioni. Poi, con l’aiuto del pubblico, è stato meraviglioso”. Su Pizarro”Ha fatto una partita strepitosa, perché ci da i tempi, ci da tranquillità, fa diventare facili le cose difficili, è un punto di riferimento insostituibile, perché sa sempre dove mettersi, i ragazzi lo trovano con semplicità e si smarcano proprio sulle sue giocate. Molto bene. Alcune volte fa qualche veronica… In una occasione nella nostra area ha un po’ esagerato, mi ha fatto venire il mal di cuore”. Ha incontrati Mourinho?“Ci siamo salutati in campo, sono andato nella sua panchina, come faccio sempre all’Olimpico. Sono il padrone di casa e vado a salutare l’ospite che viene. Gli ho fatto i complimenti per tutto quello che sta facendo”. Che tipo di avversario è stato Mourinho, sotto il profilo tattico?“Ha una squadra stratosferica, ha forza fisica carattere, determinazione, qualità. Per cui, non è una cosa facile, ma quando la Roma gioca così, può fare molto e molto bene, come abbiamo dimostrato. Ero sereno nelle difficoltà dell’affrontare questa Inter”. Adesso non potete più nascondervi“No, non ci nascondiamo, ma sono sempre un punto avanti. Mancano ancora diverse partite, sarà una bella battaglia di nervi perché magari, i punti si potranno allungare, oppure, può darsi che no possiamo passare avanti. Comincia il rettilineo finale e noi stiamo bene, stiamo bene fisicamente. I ragazzi ci credono e dobbiamo continuare a giocare così. Mentre tutti pensano a questa sera, io comincio già a pensare al Bari, perché è una squadra che gioca un buon calcio ed ha un ottimo allenatore. Per cui, andremo a Bari a fare un’altra battaglia, un’altra partita di buon calcio”. Sul fuorigioco non visto in occasione del gol dell’Inter: in panchina non vi siete accorti di nulla?“Non ho avuto questa sensazione. Alcune volte, nei contrattacchi loro, mi sembrava che c’era qualche loro uomo in fuorigioco e il guardalinee non alzava la bandierina. La mia prospettiva non era mai in linea con la palla, per cui, accettiamo sempre le decisioni della terna arbitrale”. Sull’arbitro Morganti“Adesso, a prescindere dall’episodio, se c’era o non c’era il rigore su Brighi, non lo so. E’ difficile vedere. A me è piaciuto, perché è venuto con personalità, senza comandare, con molta autorevolezza, senza essere autoritario. La direzione di gara è stata molto buona, dal mio modo di vedere. Quando vedo che i giocatori rispettano l’arbitro sono contento, poi, l’errore ci  può sempre stare”. Si sente più forte con il ritorno di Totti, anche in vista dello sprint finale per lo scudetto?“Avere Totti in squadra, non è che ti fa sentire più tranquillo, però, lo avete visto, quei dieci minuti in cui è entrato, come toccava la palla era una delizia. Non sarà in discesa, perché ci saranno squadra che lotteranno per, magari, non retrocedere, o per entrare in Champions League. Pr cui, saranno tutte partite molto difficili. Dovremo essere umili e concentrati come questa sera”.RANIERI a Roma Channel:”Toni è importante per noi. E’ un riferimento notevole, sia quando di gioca palla a terra che palla alta. Spende sempre tutto e mette la sua mole a disposizione della squadra. Oggi ha preso botte e non si è mai tirato indietro. Le mie emozioni? Ieri non ero teso, ero concentrato. Ora sono emozionato. Ti fa gioire rendere felice un pubblico del genere. Dobbiamo far sognare i tifosi, poi se riusciamo a farli vincere è ancora meglio. In cinque mesi questo gruppo ha ribaltato una stagione. Ora abbiamo riaperto il campionato. Loro sono ancora in vantaggio, adesso inzia un bel gioco psicologico. Adesso ci entrerà tanta adrenalina. Questa è la fine del curvone, sul rettilineo siamo un metro dietro all’Inter. Stiamo bene. Abbiamo recuperato anche Totti. La condizione psicofisica è dalla nostra e a spingerci c’è un pubblico meraviglioso. Dobbiamo essere bravi a mantenere equilibrio. Nel primo tempo abbiamo giocato un gran calcio, l’Inter è stata pericolosa solo su calcio piazzato. Nel secondo tempo loro spingevano tanto. Come sta De Rossi? Non ho parlato con lui. Speriamo che già da lunedì di possa allenare regolarmente”.RANIERI alle Radio:Siete arrivati alla fine del curvone, adesso?Adesso c’è il curvone, abbiamo riaperto il campionato. Adesso sarà un gioco di nervi con l’Inter favorita perché è un metro avanti. Dobbiamo continuare a lavorare cosi. Abbiamo fatto tanto ma ancora non abbiamo fatto nulla. Grazie anche al pubblicoIl palo di Milito può farvi capire che è l’anno buono?No, ma può essere un segnale. Abbiamo giocato bene per i primi 40 minuti. L’inter è stratosferica e l’abbiamo visto negli ultimi 5 minuti. Nonostante il gol in fuorigioco abbiamo strappato la vittoriaTroppi errori contro di voi?Io guardo la gestione della partita. Morganti ha gestito bene la partita il fuorigioco non lo poteva vedere. Gli episodi si possono sbagliare perché anche con la moviola si sbagliaDa mercoledì pensa di poter vincere lo scudetto?No, no. Ho sempre guardato avanti come quando sono appena arrivato. All’inzio eravamo vicini sia alla champions che alla retrocessione, ma ho sempre guardato avanti. Non abbiamo mai guardato la classifica adesso c’è il Bari e dobbiamo pensare a questoSi può dire che questo è il momento più bello da quando allena?Il momento più bello è stato quando ho portato il Cagliari dalla Serie C alla Serie a. Se poi arriverà qualcosa qui a Roma ci potremo mettere quello che succerà.Perché Menez da subito?Perché sta andando bene e non vedevo il motivo di non metterlo. Finchè ne ha deve giocare. Non possiamo metterla sul fisico con l’Inter e infatti l’abbiamo messa sulla tecnicaMolto bene anche CassettiMarco mi piace perché sa fare tutto, deve continuare cosiAdesso si può sognare un po’ di più?I tifosi devono sognare ma noi no perché non abbiamo fatto nulla. Dobbiamo continuare ad allenarci per migliorare quelle cose che sbagliamo. Se rimarremo umili potremo andare lontaniQuale è la vittoria di questa stagione che l’ha emozionata di più?Quella che verràBattere Mourinho ha un sapore speciale?No assolutamente voglio solo ringraziare i nostri tifosi che sono eccezionaliChe inter ha visto?Ho visto una grandissima Inter spero che possa andare lontano in Champions perché è l’ultima possibilità per il calcio italiano. Sono forti ed hanno un grande allenatoreChe differenze ha visto tra Milan e Inter? Con il Milan c’era un problema fisico?L’ho detto anche ieri. All’epoca avevamo l’orologio con la cassa aperta se andavamo troppo giù era un disastro.Oggi eravamo ermetici ed eravamo in grande condizione. L’altra volta non avevo i giocatori in questo stato di forma e ho provato a giocarmelaCi ha pensato almeno ad accedere le luci di posizione?Siamo sul rettilineo finale e adesso diventa una bella gara. Dobbiamo continuare cosiQuando ha deciso di non far giocare Totti?Lui aveva già capito i miei disegni tattici e gliel’ho detto stamattina. Non ci sono stati problemi.Voleva sempre la linea difensiva alta e nel secondo tempo si è abbassataNel secondo tempo dato che eravamo in vantaggio ho cercato di controllare Maicon, cercando anche di attaccarlo. Poi ho tolto Daniele e ci siamo rimessi a quattroChe supporto c’è dalla Società?La società è la stessa da quando sono arrivato. La struttura è ottima e c’è il feeling tra tutte le componenti. Non navghiamo nel l’oro e dobbiamo fare di necessità virtùROSELLA SENSI alle radio:Partita perfetta?Si giocata da tutti, dall’ambiente dai ragazzi dai tifosiSi può parlare di scudetto?Io penso che ci meritiamo di stare li non dico altro. Penso che dobbiamo ringraziare tutti anche i tifosi, oggi è stata la vera partita perfetta.Nessuno avrebbe creduto che la Roma potesse essere qui ora?È vero ma l’importante che i nostri giocatori ci abbiano sempre creduto e che hanno dimostrato quanto valgono.Toni?Devo dire grazie a tutti anche a ch gioca meno.La roma lotterà per lo scudetto?Siamo li perché ce lo meritiamo . Spero che i nostri tifosi siano a Bari per sostenerciCosa direbbe suo padre ora?È stato il primo pensiero e sarà sicuramente fiero di quello che stiamo facendoUna squadra che ha riempito lo stadioÈ la cosa più bella spero che continui cosi. Spero che i nostri tifosi abbiano la possibilità di andare in trasferta perché abbiamo bisogno di loroChe carattere ha dato ranieri a questa squadra?Molto moltissimo. Ha saputo tirare fuori tutte le qualità che squadra possiede. Ranieri è un grande tecnico oltre ad essere un grande uomoÈ la più grande soddisfazione da quando è presidente?Sicuramente uno dei momenti più belliRanieri ha parlato del Curvone che ne pensa?Non lo so dovete chiederlo al misterPRADE’ a Roma Channel:”Stanotte faremo le 3 per rivedere tutti i gol. Sono orgoglioso di essere direttore sportivo di questa squadra. Abbiamo preso gol in fuorigioco netto. Poteva tagliarci le gambe, invece lo stadio ci ha trasportato. Una cosa che non mi ricordo sia mai successa. Su Brighi era calcio di rigore. L’episodio può cambiare tutto, ora però godiamoci questa vittoria contro una squadra fortissima. I nerazzurri hanno preso consapevolezza, si vede da come stanno in campo, da come protestano… Toni ci dà una grossa mano. Ogni gol che segna per me è un pugno allo stomaco visto che a fine anno dovrò andare a parlare col Bayern e ogni gol ch segna il prezzo si alza. Sono contento per lui, anche come ragazzo. Spero fortemente che i tifosi ci possano seguire a Bari perché è un crocevia importante. Con tutto l’ambiente barese c’è un ottimo rapporsto. Spero che i tifosi ci seguano in massa”PRADE’ a Sky:E’ rimasto colpito dai 70mila dell’Olimpico?”No, colpito no perchè per noi è un’ abitudine perchè abbiamo sempre il sostegno dei nostri tifosi; stasera però sono stati emozionanti. Abbiamo preso gol su un fuorigioco e lo stadio si poteva deprimere, invece ci hanno dato la spinta per raggiungere un risultato importantissimo. Infatti sono qui per dirgli una cosa importante. Speriamo fortemente che diano la possibilità ai nostri tifosi di seguirci già a Bari. Lo speriamo perchè abbiamo un ottimo rapporto con il Bari, con la società e la città e per noi da oggi in poi ogni trasferta sarà una festa”Ancora non è stata presa una decisione in questo senso dal Viminale?”No non è stato ancora deciso, ma è una cosa troppo importante anche per lo stesso Bari che sta facendo un grandissimo campionato, in modo che sia una festa bellissima. Quando c’è un ottimo rapporto tra le due tifoserie..In Roma-Bari i tifosi baresi sono stati eccezionali e noi li abbiamo accolti nella maniera migliore; perciò speriamo che si possa fare anche il contrario”Per portare Toni alla Roma non c’è stata una trattativa semplice. Ne è valsa la pena..”Ne è valsa la pena alla grande. Devo dire una cosa però: Luca Toni mi sta dando molti dispiaceri. Perchè ogni gol che fa sarà molto più difficile andare a trattare con il Bayern Monaco. Scherzi a parte mi piace, è un ragazzo positivo solare, si è integrato alla grande in questo gruppo e speriamo di tenerlo”Che voto darebbe a De Rossi?”Mah non riesco a dare un voto a Daniele non sarei obiettivo. Però gli do un 10 solo per quello che ci trasmette. Daniele è un grande trascinatore di questa squadra. Può far bene o meno bene, ma la sua voglia la trasmette a tutti”MONTALI  alle radio:Stasera la vera Roma?C’è stata una Roma che è andata al di là delle proprio possibilità. Siamo stati lucidi e non abbiamo fatto a braccio di ferro con loroCambia il vostro campionato?È ancora lungo. Abbiamo il campionato e la coppa Italia. Speriamo che ci sarà la possibilità di portare i nostri tifosi in trasferta. Sarebbe motlo bello anche per le società ospitanti come il Bari e fare un grande incassoMONTALI in mixed zone: “Inutile pensare allo scudetto, abbiamo sempre detto di guardare chi c’è davanti e davanti c’è ancora l’Inter”MONTALI a Sky:Vittoria importante, la gioia che stiamo dando ai tifosi; sarà difficile stasera girare per la città. Un lavoro importante, il lavoro alla fine paga sempre. Questi ragazzi hanno lavorato fino ad ora in modo eccellente. Abbiamo 7 partite di campionato, e una certa, forse 2, in coppa Italia.Cosa sta dando in più Toni?Lui è fondamentale per la nostra squadra. Non si discute, si è inserito alla grande nello spogliatoio. Quelli dell’Inter sono i migliori sulla carta, è vero. Ma la carta non va in campo, li ci vanno gli uomini. E la Roma non è seconda a nessun sotto i punto di vista. Toni è una grande persona, un grande uomoTONI (man of the match) a Sky:”Stasera è proprio una gran bella serata. Era importante vincere dopo averli inseguiti per un pò per raggiungere un sogno. Abbiamo fatto tre punti importantissimi e una grande prestazione. Adesso siamo a un punto ,cercheremo di fare il possibile visto che siamo li vicino. Il Mondiale? Mi godo questo momento e questa serata stupenda”TONI a Roma Channel:”Ho sensazioni stupende. Volevamo fare una grande gara. Di fronte avevamo una squadra forte, tosta. Abbiamo da tutto. E’ stata una gran serata. Importanti i tre punti con i quali riapriamo il campionato. Ora cerchiamo di vincerle tutte poi vediamo. Sono venuto qui per aiutare i compagni, fare gol e fare bene. Siamo lì, ora però dobbiamo dare qualcosa di più. Abbiamo fatto tanto, ma nulla. Ora giochiamo sempre al massimo. Il palo di Milito un segno del destino? Se faceva gol era una mazzata, forse è il destino, comunque c’è girata bene. Abbiamo fatto una grande gara tutti, anche chi è entrato dalla panchina. Questo è un gruppo fantastico. Godiamoci questa serata, poi torniamo a lavorare sodo”TONI a MEDIASET PREMIUM:Come è stata la partita? Nervosa?E’ normale, l’Inter squadra forte fisicamente e la tensione c’eraL’Inter può vincere lo scudetto?Chiaro, ma spero che lo perdaLa 5a ultima giornata può essere quella decisiva?Noi dobbiamo andare partita per partita, siamo vicini, ma non li abbiamo superati. Dobbiamo essere pronti a sfruttare eventuali passi falsi loroPer vincere il campionato, la Roma ha bisogno dei tuoi gol…non ti cullare eh!?Per gli attaccanti l’appetito viene mangiando ed ora cercherò di farne altriDomani farai il tifo per la Lazio?ChiaroNon è che con Totti scherzate dicendo è difficile andare tutti e due ai mondiali…?Perché? Non possiamo andare tutti e due al mondiale?TONI alle radio:La prima cosa ha cui ho pensato è andasre sotto la Sud, per fortuna è capitato di segnare proprio li sotto. Penso che sia giusto condividere questi momenti con chi ci sta accanto, con tutti i nostri tifosi. Ci tenevamo troppo oggi a fare una bella prestazione con tutta questa gente allo stadioToni decisivo, hai risolto una partita importantissima: le tue sensazioniSenzione stupenda, di fronte avevamo squadra forte. Grande serata, stadio pieno. Ora cerchiamo di vincerle tutte5 gol in 9 presenzeCerco di aiutare i compagni. Adesso siamo lì, abbiamo fatto tanto ma anche nullaGli episodi possono cambiare un campionato..Lo spero, ci è andata anche bene, è stata una grande partita, loro hanno preso anche 2 pali anche se il loro gioco era in fuorigioco. Abbiamo fatto una grande gara. E’ un gruppo fantastico e da lunedì pensiamo a BariOra lo scudetto non è solo dell’InterDobbiamo essere bravi a sfruttare eventuali passi falsi, siamo vicini ma non li abbiamo ancora superatiVUCINIC a Roma Channel:”No ma sono sempre in testa loro. Dobbiamo aspettare un loro passo falso e poi essere bravi a stare li dietro per scavalcarli. L’euforia c’è, l’importante è che ci sia solo stasera. Da lunedì ci rimettiamo a lavoro. La squadra è maturata, sappiamo soffrire come le grandi squadre. Sappiamo soffrire fino alla fine e dopo che soffriamo facciamo anche male. Vendetta suul’Inter? Quell’anno siamo stati campioni d’Italia per un’ora. Dobbiamo dimenticare quella delusione e guardare avanti. Il gruppo è la nostra arma in più”.MENEZ alla tv francese: ‘Sono arrivato in italia giovane e inesperto, ora Sto bene, sono contento di far parte della roma, dobbiamo credere nello scudetto. Oggi siamo contenti ma non festeggiamo ancora, l’inter è un passo avantì, lo scudetto si vince solo all’ultima’.PIZARRO a Sky:Grande vittoria e ora siete lì“Abbiamo fatto nostro lo scontro diretto e vinto una partita importante”Cosa deve conservare la Roma adesso che arriveranno partite meno difficili di questa?“Continuare a tenere la tensione alta. Per raggiungere l’obiettivo ora si lotta davvero. Siamo a meno uno e dobbiamo tenere la concentrazione alta, il rendimento e le vittorie”Per la prima volta vi sentite alla pari dell’Inter?“No, loro hanno qualcosa in più nell’organico, è sicuro. Ma a questo punto è tutto aperto e ce la giocheremo. I risultati sono lì ed è importante tenere la tensione alta, solo così potremo provarci”Sei sempre stato fondamentale per Spalletti, ti aspettavi di diventare così importante anche per Ranieri che a fine partita ti ha elogiato?“Uno cerca sempre di fare il suo, io sono contento perché riesco in quello che ho sempre fatto. Questo viene da un lavoro e da una squadra che mi valorizza”Hai la sensazione di vivere una rivincita sull’Inter?“Per me affrontare l’Inter è una partita speciale. Batterla lo è ancora di più”Ora c’è subito il Bari, poi forse solo la Lazio più complicata, sei d’accordo?“Certo. Bari è un campo difficilissimo, anche l’Inter non ha vinto lì. Il derby è partita dove chi arriva favorito non vince, le prepareremo al meglio”V’aspettavate questo calo dell’Inter?“Credo che la cosa più importante è che noi non ci spettavamo di arrivare a questo punto. Dobbiamo tenerci stretto il nostro rendimento”JULIO SERGIO a Sky:”Sapevamo che loro erano fortissimi. Noi abbiamo gestito bene la gara. Lui (Milito ndr) ha avuto quell’occasione ha fatto pure bene,  è stato sfortunato. Meglio per noi che abbiamo vinto”Julio Cesar oggi protagonista in negativo. Ha sbagliato?”Non so se ha sbagliato, De Rossi mi ha detto che hanno avuto uno scontro con un difensore, era un palla che non so se era veloce o lenta ero lontano e non potevo vedere. Era difficile doveva decidere cosa fare in un attimo. Per me continua ad essere il miglior portiere in attività che può fare sempre la differenza””Non sono stati facili questi tre anni. chi fa il portiere sa che cosa vuol dire non giocare. Io però ho scelto di rimanere e adesso sono molto molto contento. Penso di dover migliorare ancora tantissimo, dopo tre anni non è facile entrare e giocare in una squadra come la Roma in cui devi fare sempre bene. Però sono molto soddisfatto di quello che sto facendo e voglio migliorare ancora di più”Sei così tranquillo anche nella vita?”Io sono abituato così. Ho la mia famiglia, mio figlio è nato da un anno per cui mi piace sempre stare a casa, i miei vengono dal Brasile e gli mostriamo un pò Roma. A me piace vivere così”Puoi girare ancora tranquillo per Roma?”No ti fermano ma non danno mai fastidio, noi che facciamo i calciatori dobbiamo abituarci a questa cosa perchè fa parte del mestiere”JULIO SERGIO alle radio:Che partita è stata?Noi abbiamo giocato meglio alla fine siamo riusciti a strappare una vittoria importanteErrore di Julio Cesar sul primo gol?Non lo so, non ho visto bene quello che è successo sembra si sia scontrato con qualcuno . Adesso che siete cosi vicini all’Inter cosa cambia?Niente dobbiamo continuare a vincere poi nelle ultime tre partite vedremo dove siamoBURDISSO a Sky:Ha un sapore speciale per te questa vittoria?E’ speciale perchè abbiamo battuto una squadra fortissima come l’Inter. Ora siamo ad un punto: crediamoci di piùChe partita è stata?Si è visto quanto è forte l’Inter, ma anche quanto siamo forti noi. Abbiamo 4 campioni del Mondo. Dobbiamo crederciOra come lo vedi il calendario?Per me il calendario non conta. C’è poco da fare. Per queste partite non conta per meSei andato via dall’Inter vincendo scudetti e poi vieni a Roma e lotti sempre per il campionato..Per me questa è una grande soddisfazione. Non abbiamo iniziato bene, ma io ci ho sempre creduto. Io mi godo questo momentoL’Inter ha rallentato però ultimamente..Forse non sono io quello adatto a parlarne. Potevano pareggiare, anche vincere. Stanno giocando molte partite, ma sono sempre la squadra da battere. Certo se non vincono lo scudetto, qualcosa avranno sbagliatoQuando avete preso coscenza che c’eravate anche voi?Io credo dopo la partita con l’Inter all’andata. Da lì abbiamo fatto due tre mesi ad altissimo livello e ora ci troviamo proprio vicino alla capolista. Dobbiamo crederci”BURDISSO in mixed zone:Battere i tuoi ex compagni e arrivare a -1 è una sensazione speciale?”Si speciale perchè la Roma ha vinto contro un grande avversario e ha riaperto il campionato. Siamo a un punto abbiamo giocato una buona gara contro una grande Inter. Anche noi siamo una grande squadra, scherzando tra noi ci siamo detti che abbiamo quattro Campioni del Mondo. Vediamo, manca un pò alla fine e il calendario non conta. Bisogna giocarle tutte c’è poco da fare. La soddisfazione della vittoria è perchè la Roma è stata una mia scelta; siamo partiti male, ma io ci ho sempre creduto e ora siamo vicnissimi. Mi godo il momento perchè siamo lì e possiamo raggiungere l’obiettivo,ì. Una rivincita? No.Se vinceremo lo scudetto o se lo vincerà il milan sarà perchè lo ha perso l’inter, loro sono i più forti. La svolta dopo la gara di andata con l’inter, abbiamo fatto 3 mesi fantastici, ora siamo vicinissimi”TADDEI a Roma Channel:”La squadra attraversa un momento speciale. Sappiamo che è ancora lunga, restiamo con i piedi per terra. Dobbiamo lasciare la festa ai tifosi che ci seguono ovunque e sempre. Dobbiamo lasciare l’euforia a loro e concentrarci sulla prossima partita. Il gruppo è composto da 25 giocatori, quello che va in panchina deve rispettare quello che gioca, chi va in tribuna non deve abbattersi. Ranieri tiene tutti in considerazione e lo ha dimostrato. Oggi io sono entrato dopo e ho cercato di dare il mio contributo. Oggi bravi tutti. Bravo il mister a leggere la partita prima. Siamo contenti per questo periodo, adesso pensiamo alla prossima partia. Prima di entrare in campo ogni volta cerchiamo di ricordarci come stavamo 4 mesi fa. Ci fa mantenere i piedi per terra. Questa è la nostra forza. Speriamo tutti che non sia finita qua. E’ difficile per il mister fare delle scelte. Faccio l’esempio di Lobont che va semore in tribuna, ma prima di iniziare ogni partita ci carica uno per uno”.TADDEI alle radio:Vi eravate accorti del fuorigioco?”No. Ma sono cose che succedono nel calcio”Domani sera per chi tiferete in Milan-Lazio?”Domani tiferò per la Roma e basta”BRIGHI in mixed zone:”Se c’era il rigore? Julio Cesar mi ha toccato”MEXES in mixed zone:”Una vittoria importante che permette alla Roma di continuare a sognare, ma non si può ancora parlare di scudetto dato che l’Inter è più avanti”CASSETTI a Sky:”Abbiamo avuto un pizzico di fortuna su un tiro sbagliato di Rodrigo. Luca lo abbiamo preso anche per questo, si è trovato al posto giusto al momento giusto e ci ha regalato questa vittoria”E’ il momento delle responsabilità. Adesso ci siete anche voi…”Siamo arrivati a un punto dopo una grandissima cavalcata”Hai deciso il derby dell’andata. Secondo te è questa la partita decisiva delle prossime giornate?”Sotto l’aspetto psicologico sicuramente. Però sappiamo che anche le squadre che sono in lotta per la salvezza non ti regalano niente. La Sampdoria sta lottando per un posto in Europa quindi sarà molto difficile, ma la affrontiamo in casa e questo sarà un vantaggio per noi”Pizarro migliore in campo. Sei d’accordo?”Per me sono stati tutti migliori in campo”E’ difficle mantenere la calma e i piedi per terra per la gara con il Bari?”Sicuramente dobbiamo mantenere i piedi per terra, ma dobbiamo essere consapevoli che noi abbiamo un grandissimo obiettivo, dobbiamo crederci e in campo dobbiamo metterci la voglia di raggiungerlo. Le motivazioni tra il Bari e la Roma siano completamente diverse”CASSETTI alle radio:Che partita è stata?Grande partita di tutti. Siamo stati compatti decisi, contro una grande squadra. Abbiamo meritato di vincereAdesso cambia tutto?Siamo ancora una punto sotto , ci dobbiamo credere quando saremo sopra ci sentiremo Quanto è stata importante questa vittoria?Importantissima ma siamo ancora dietro e dobbiamo continuare cosiÈ lotta Roma-Inter?Non credo perché il Milan è ancora in corsaVi siete accorti del Fuorigioco sul gol?No, era difficile ma può succedereÈ la più grande emozione fa quando sei qui, dopo il derby?Grande emozione ma ci sono state anche altre buone partiteMILITO a Sky:Com’è il clima nello spogliatoio?“Tranquillo, anche se siamo amareggiato per la sconfitta, ma bisogna guardare avanti, siamo ancora primi in classifica e cercheremo di vincere le prossime partite”. Cosa è mancato?“Credo, di fare il secondo gol. Dopo il pareggio stavamo bene, stavamo per fare il secondo gol ma, purtroppo è arrivato il gol di Toni, che è stata una mazzata”. Sul gol di De Rossi c’è stata una piccola ingenuità di Julio Cesar:lo avete sentito? Vi ha detto qualcosa?“No, niente. Sono cose che capitano nel calcio, come ho sbagliato io l’ultima giocata della partita”. Inconsciamente, pensavate anche alla partita di Champions di mercoledì prossimo?“Tutta la concentrazione era su questa partita, una partita importantissima per il campionato che volevamo vincere. Però, è già passata e cercheremo di pensare a mercoledì”. Mourinho vi ha detto qualcosa?“No, niente di particolare”. Avrete diversi squalificati contro il Bologna: può questa squadra, con tutti questi impegni, rinunciare a Balotelli?“Fa parte della nostra rosa, ma sono scelte del mister, che schiera sempre quelli che vede meglio in campo e bisogna rispettarle. Quelli che saranno a disposizione per la partita contro il Bologna, daranno il massimo per vincere la partita, al di là degli squalificati, che sono importanti, perché sono giocatori importantissimi per noi”. Come valuti il calendario da qui alla fine, visto che avete anche la Champions?“Soprattutto per gli impegni che abbiamo noi, giocare in tre competizioni non è facile, spendi tante energie nervose. Però, bisogna guardare aventi, il calendario è quello che è, tutte le partite sono difficili, non bisogna sottovalutare nessuno. Noi, andiamo per la nostra strada, cercando di dare il massimo, cercando di vincere ogni partita”. Su gol, hai avuto la sensazione di essere in fuorigioco?“Non me ne sono reso conto e lo sto vedendo adesso. Però, sono cose del calcio. Nel primo tempo c’era un rigore su di me e l’arbitro non lo ha visto, peccato”. AGGIORNA