Roma, in estate c’è una ‘squadra’ pronta a dire addio

Teresa Tonazzi
25/02/2024 - 22:23

Getty Images
Roma, in estate c’è una ‘squadra’ pronta a dire addio

ROMA GIUGNO CESSIONI – La Roma è ancora sprovvista di direttore sportivo dopo l’addio di Tiago Pinto. A giugno però ci sarà una mole di lavoro considerevole per chi arriverà, perchè c’è praticamente una squadra che potrebbe dire addio a Trigoria nella prossima sessione di mercato.

Rui Patricio andrà in scadenza di contratto in estate e, si legge su Gazzetta.it, difficilmente il ‘matrimonio’ verrà prolungato. Sulla lista dei possibili addii Dean Huijsen, in prestito dalla Juventus. Il giovane difensore olandese sta convincendo, ma difficilmente i bianconeri lo lasceranno partire. In bilico poi Spinazzola (anche lui in scadenza) e Kristensen e neppure Diego Llorente è certo di non fare le valigie. Angeliño, nuovo arrivato a gennaio, si gioca la permanenza in questi mesi.

A centrocampo Sanches dovrebbe dire addio, discorso diverso per Aouar, che piace a De Rossi, e che quindi potrebbe lasciare la Capitale solo a fronte di una buona offerta. Sempre per motivi legati ad eventuali plusvalenze anche Nicola Zalewski è in una posizione di incertezza. E c’è poi ovviamente l’incognita Lukaku, per ‘strapparlo’ al Chelsea servirebbero 42 milioni di euro, una cifra considerevole per la quale appare fondamentale l’accesso giallorosso alla Champions. Per quanto riguarda Azmoun, infine, la Roma potrebbe provare a trattare con il Leverkusen per abbassare la cifra del riscatto (13 milioni).

Vedi tutti i commenti (4)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Lascerei andare via: Rui Patricio, Spinazzola, Lorente (dopo averlo riscattato, in modo da guadagnare), Karsdorp, Celik, Kristensen, Aouar (vendita), Lukaku. Riscatterei Huijsen, Angelinho e Azmoun. Riguardo a Sanches io ancora spero che si riprenda, perché è un giocatore che amo tantissimo, e penso che in salute possa fare la differenza. In attacco stiamo bene con Abraham e Azmoun al centro, El Sharaawii e Zalewski a sinistra, Dybala e Baldanzi a destra. A centrocampo, con Pellegrini, Cristante, Paredes, Sanches, Bove, e forse la crescita di Pisilli e Pagano stiamo bene, ma se arriva Gudmunsson facciamo il salto di qualità. In difesa al centro terrei Hujsen e Mancini, con Ndicka e Smalling di rincalzo. A sinistra terrei Angelinho e prenderei Calafiori, mentre a destra ne vanno presi due, e forti. Al limite se ne potrebbe tenere uno dei tre che abbiamo attualmente come riserva, e prendere un titolare. Come portieri Svilar titolare, Boer (che dicono molto forte) riserva, e Marin della primavera attuale a fare il terzo. Insomma prenderei per fare il salto di qualità solo un terzino destro forte e Gudmunsson, e riscatterei Angelinho, Sanches e Azmoun, oltre a Lorente per rivenderlo.

  2. Finché non si saprà il direttore sportivo non si sa come si opererà!. Certo avrà il suo ben da fare con ben 11 giocatori da cambiare .Mi auguro che sia già stato preso e sta lavorando nell ombra più che altro per i parametri Zero.

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...