• Roma, i ballottaggi che scaldano il finale di stagione

    Valerio Bottini
    26/03/2024 - 7:11

    Romanews.eu
    Roma, i ballottaggi che scaldano il finale di stagione

    ROMA GIOCATORI – Se fino a un paio di mesi fa la rosa della Roma sembrava in piena emergenza, adesso, al netto di alcuni problemi fisici, la situazione sembra essere quasi di abbondanza. Diversi i calciatori che oltre ad aver recuperato la condizione, hanno acquistato anche maggiore fiducia, rendendosi utili alla causa.

    Il gioco delle coppie

    Male che vada ci sono ancora 11 partite, nella migliore delle ipotesi 14. La stagione della Roma sta entrando nella sua fase decisiva, quella che dovrà portare la squadra di De Rossi in Champions e il più avanti possibile in Europa League, scrive la Gazzetta dello Sport. Due mesi caldissimi, in cui DDR inevitabilmente dovrà dosare le forze, soprattutto se poi i giallorossi dovessero superare il Milan in coppa. Ecco perché ci sono alcuni duelli all’interno della rosa romanista che avranno il doppio beneficio: dare una soluzione in più all’allenatore e tenere alta la tensione. Anzi tripla: per qualcuno disegnare anche il futuro.

    I duelli in difesa

    Sono sostanzialmente cinque i duelli interni alla Roma, da qui alla fine della stagione. Quasi tutti in difesa, uno solo in attacco. Dietro, infatti Ndicka e Mancini sono sicuramente favoriti su Smalling e Llorente, esattamente come a destra Karsdorp parte in vantaggio rispetto a Celik. Equilibrata invece la sfida Spinazzola-Angeliño. Adesso che De Rossi sembra aver virato verso la difesa a 4, la coppia prescelta davanti a Svilar è quella formata da Mancini e Ndicka. Forti in marcatura, nell’ultimo mese hanno trovato anche la giusta chimica, visto che prima, con Mourinho, si giocava a tre e non erano mai uno vicino all’altro.

    Altri duelli li ritroviamo sugli esterni: a sinistra Angeliño e Spinazzola se la giocano alla pari (“Sono due giocatori che mi piacciono da morire, anche se con caratteristiche diverse”, ha detto De Rossi), tanto è vero che fino ad oggi sono stati spesso alternati. Entrambi rischiano di lasciare la Roma a giugno e questi due mesi potrebbero servire al club per capire su chi puntare. A destra, invece, il titolare finora è stato sempre Karsdorp, ma le ultime prestazioni hanno fatto salire le quotazioni di Celik.

    I duelli in attacco

    E infine la sfida tra i due centravanti, anche se qui Abraham ha ancora bisogno di un po’ di tempo per rimettersi in carreggiata. Senza Azmoun, però, De Rossi inevitabilmente gli chiederà di accelerare e Tammy ci tiene a metterlo in difficoltà nelle scelte. Anche per difendere il suo record come miglior marcatore esordiente giallorosso di sempre: nel 2021/22 l’inglese segnò 27 reti, Lukaku quest’anno è a 18 e punta a superarlo in questo rush finale. Poi Big Rom probabilmente saluterà tutti, Tammy tornerà al posto di comando. Ma il duello è anche questo, per restare nella storia della Roma.

    Scrivi il primo commento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    *

    Seguici in diretta su Twitch!

  • Leggi anche...