Lukaku, viola di rabbia. Martinez Quarta, “la miglior difesa è l’attacco”: il fattore di Roma-Fiorentina

Marco Guerriero
10/12/2023 - 15:49

La Roma ospita la Fiorentina in un match fondamentale per gli equilibri in zona Champions: ecco il faccia a faccia tra Lukaku e Martinez Quarta

Lukaku, viola di rabbia. Martinez Quarta, “la miglior difesa è l’attacco”: il fattore di Roma-Fiorentina

Archiviato il caos mediatico e non solo nel match in casa del Sassuolo, il focus della Roma si sposta alla prossima partita di campionato. Un’intera settimana di tempo per preparare la sfida contro la Fiorentina, reduce dal faticoso impegno di Coppa Italia protratto fino ai calci di rigore. Di conseguenza, i giallorossi devono provare a sfruttare questo piccolo vantaggio, soprattutto nell’ottica di un tour de force che vede tati scontri diretti ravvicinati.

Dopo la Viola, infatti, c’è lo Sheriff in Europa League e poi Bologna, Napoli, Juventus, Atalanta e Milan in successione. Mourinho continua a lavorare e fa quadrato intorno alla squadra, consapevole dei rischi durante queste settimane delicate. Il tutto accompagnato dallo scenario di una permanenza a Trigoria che non sembra essere più un miraggio. Ma le questioni di campo rimangono al primo posto delle priorità. La zona Champions è stata agganciata, adesso è vietato scendere dal treno.

Roma, Romelu Lukaku

Se c’è da individuare un giocatore che ha faticato nella trasferta di Reggio Emilia, probabilmente la scelta ricadrebbe su Romelu Lukaku. In campionato, l’ultimo gol di Big Rom è datato un mese fa contro il Lecce, una partita che l’ha visto attraversare le delusioni per un rigore sbagliato e giungere fino all’estasi della rete a tempo scaduto. Oltre a questo, novembre non è stato memorabile. Il belga, infatti, è rimasto a secco contro Lazio, Udinese e Sassuolo. Adesso, all’Olimpico arriva una delle avversarie con cui ha il bilancio peggiore: la Fiorentina.

In cinque partite, il centravanti ha segnato solo una rete (stagione 2020/2021) senza collezionare neanche un assist. Davanti al pubblico giallorosso, però, l’obiettivo è invertire il trend. Quattro dei sei gol in Serie A sono arrivati tra le mura amiche, con il bomber giallorosso che, a partire dalla trasferta di Torino, non è stato più sostituito, accumulando 1002 minuti. Forse in debito di ossigeno nelle ultime uscite, l’augurio è che il classe ’93 abbia ricaricato le batterie.

Fiorentina, Martinez Quarta

Martinez Quarta è il manifesto del calcio di Vincenzo Italiano. L’argentino, infatti, non è soltanto un semplice difensore. Come testimoniato dalle varie heatmap, spesso diventa un vero e proprio attaccante aggiunto, un ulteriore pericolo nell’area di rigore avversaria. L’ex River Plate, quindi, è una sorta di spirito libero in mezzo al campo, aggressivo in fase di pressing e incurante del pericolo. In Serie A, ad esempio, rientra nella top 30 dei giocatori ad aver percorso più km (10.992).

Sempre a livello generale, il centrale è il terzo del campionato per palloni rubati (41) e secondo per tackle effettuati (39). Soprannominato “El Chino” come Alvaro Recoba per i tratti del volto simili a quelli orientali, nella Fiorentina è terzo in termini di passaggi riusciti (544) e quinto per dribbling completati (8). Per sopperire alla latitanza dei centravanti, il tecnico viola ha puntato sugli inserimenti offensivi degli altri componenti della rosa, tra cui Martinez Quarta. Fin qui ha immagazzinato 1251 minuti, collezionando 4 gol e un assist in 16 presenze.

Marco Guerriero

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU X!

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...