Possesso palla e non solo, la Fiorentina ha i suoi ‘gigli’ e un ‘Gallo’ in più

Teresa Tonazzi
09/03/2024 - 13:00

Getty Images
Possesso palla e non solo, la Fiorentina ha i suoi ‘gigli’ e un ‘Gallo’ in più

FIORENTINA ROMA AVVERSARIA .Il giglio non è solo un bel fiore, è anche il simbolo della Fiorentina, che lo porta sulle proprie divise. La viola ha poi i suoi ‘gigli’ anche in campo, ovvero quelle qualità che le hanno permesso di essere una squadra di spessore in questa Serie A. Qualche punto dietro alla Roma, la banda di Italiano al Franchi è in cerca di gloria dopo la vittoria in Conference League. Tra le fila della viola c’è anche Andrea Belotti, in prestito proprio da Trigoria.

Fiorentina, i big match poco ‘big’

La Fiorentina è in una interessante posizione di classifica, a ridosso della zona Europa, però tende ad inciampare nei big match. È vero che la viola l’ha spuntata contro il Napoli, 3-1, e 3-2 con l’Atalanta, tuttavia su 9 big match solo in 3 casi sono arrivate le vittorie (2 al Franchi e uno al Maradona). L’unico pareggio proprio contro i giallorossi (1-1) all’Olimpico, il resto sono stati ko. In tutto fanno 8 gol fatti e 15 subìti nelle gare di ‘alta’ classifica. Bonaventura e compagni arrivano alla sfida magari con il respiro un po’ corto dopo le fatiche in Coppa contro il Maccabi Haifa, sconfitto alla fine 4-3.

Punti di forza e debolezze

La Fiorentina è una squadra frizzante e che fa del gioco una delle sue armi. Non a caso è quinta in Serie A per possesso palla (31′ 36”), molto vicina all’Inter (31′ 47”). Il pallino del gioco porta la viola a mirare spesso la porta, tanto che la squadra di Italiano è prima in campionato per pali e traverse (17), e la capacità realizzativa non a caso è più bassa di quella della Roma (10% vs 16%) a fronte dei 39 gol in 273 occasioni . I toscani hanno un approccio famelico alle partite, non a caso nei primi 30 minuti di gioco si registra la concentrazione più alta di reti (15). Ma nella stessa frazione di match hanno subìto quasi la stessa quantità di gol (10).

In totale, comunque, 3 reti in meno incassate rispetto a Mancini e compagni (30 vs 33). Per quanto riguarda la corsa, le due formazioni si equivalgono, oscillando tra i 107 e i 108km percorsi. In più, ad oggi, c’è da considerare il fattore ‘Gallo’, che contro la Roma, prima dell’approdo a Trigoria, ovviamente, registra numeri di tutto rispetto: 6 gol e 6 assist in 16 incroci. Con la viola in 7 presenze un gol e un assist sino ad ora, e chissà che non voglia ‘convincere’ alla sua maniera il suo attuale ex club a riprenderlo a giugno.

La rosa

PORTIERI

  • 1 Pietro Terracciano
  • 30 Tomasso Martinelli
  • 40 Tommaso Vannucchi
  • 53 Oliver Christensen (DAN)

DIFENSORI

  • 2 Dodô (BRA)
  • 3 Cristiano Biraghi
  • 4 Nikola Milenkovic (SER)
  • 16 Luca Ranieri
  • 28 Lucas Martínez Quarta (ARG)
  • 33 Michael Kayode
  • 22 Davide Faraoni
  • 65 Fabiano Parisi

CENTROCAMPISTI

  • 5 Giacomo Bonaventura
  • 6 Arthur (BRA)
  • 8 Maxime Lopez (FRA)
  • 17 Gaetano Castrovilli
  • 19 Gino Infantino (ARG)
  • 32 Alfred Duncan (GHA)
  • 38 Rolando Mandragora
  • 72 Antonín Barák (CEC)
  • 37 Pietro Comuzzo

ATTACCANTI

  • 7 Riccardo Sottil
  • 20 Andrea Belotti
  • 11  Jonathan Ikoné (FRA)
  • 9 Lucas Beltrán (ARG)
  • 10 Nicolás González (ARG)
  • 18 M’Bala N’zola (ANG)
  • 99 Christian Kouamé (C,AV.)

La formazione tipo

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Ranieri, Biraghi; Maxime Lopez, Mandragora; Nico Gonzalez, Bonaventura, Sottil; Belotti.
All. Vincenzo Italiano

M.Teresa Tonazzi

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...