Foto Tedeschi

EMPOLI ROMA OLIVEIRA RICCI – Fiato corto. Un po’ per lo spavento in Coppa Italia, un po’ per il denso calendario e le performance altalenanti. Ma non c’è tempo di riposare per la Roma, che domenica si tuffa di nuovo in campionato dopo aver agganciato i quarti di Coppa Italia. I giallorossi sono attesi al Castellani dall’Empoli, che quasi beffa l’Inter in coppa nazionale. Serve quindi massima attenzione, buttando un occhio ai big match della giornata (come Milan-Juve), che possono essere un aiuto in chiave classifica. Mourinho allora si affida ancora alla personalità di Sergio Oliveira, mentre i toscani puntano sulla loro linea verde, Samuele Ricci.

Leggi anche:
Empoli-Roma, numeri e curiosità: giallorossi a segno in 11 delle ultime 12 sfide

Roma, Sergio Oliveira

Un portoghese a Roma. Si sta già acclimatando, Sergio Oliveira, che si è concesso un giro turistico nelle città eterna. Ma soprattutto, ha già preso confidenza con i compagni e, soprattutto, con il gol. Aveva promesso personalità quando è arrivato, pochi giorni fa, e non si può dire che non sia stato di parola. Dopo aver poggiato a terra la valigia, infatti, si è allacciato gli scarpini per calciatore il rigore (che si è procurato lui) della vittoria contro il Cagliari, tre punti fondamentali. Nella gara contro i sardi ha già scoperto le sue carte, 4 tiri, l’80% di passaggi riusciti, tre contrasti vinti e non solo. Non ha fatto mancare il suo apporto neppure in fase di copertura: ha prevalso in tutti i duelli aerei, ha recuperato 7 palloni e intercettati due. In generale, l’Italia il neo numero 27 già la conosceva bene, e sa come far male ai club di Serie A, per info chiedete alla Juve, che ancora ricorda una sua punizione micidiale. In estate, c’era stata anche l’amichevole contro la Roma stessa. Mourinho, ha ammesso di non aspettarsi un suo arrivo in questo momento. Ma poi lo ‘Special One’ ha spinto molto quando ha intravisto la possibilità di una fumata bianca. “Amo le sfide”, ha detto l’ex Porto, facendo eco al suo allenatore. Qui potrebbe aver trovato il terreno giusto, con i tifosi che sperano sia ‘toda joia’ (tutta gioia, ndr).

Empoli, Samuel Ricci

Se Oliveira è appena sbarcato dalle coste lusitane, Samuel Ricci nell’Empoli ci è cresciuto. Nato a Pontedera, come Gianluca Mancini, ha trascorso la sua giovane carriera calcistica tra le fila del club toscano. Come Sergio, il 20enne ha collezionato un gol in Serie A sino ad ora, seppure conti però molte più presenze (20). Il suo cammino ha incrociato la Roma Primavera due volte, senza mai perdere. Ma mai la prima squadra. Quest’anno viene spesso impiegato dal tecnico Andreazzoli, vecchia conoscenza di Trigoria, tra l’altro. L’anno scorso Ricci è stato nel mirino della Premier League e poi anche dell’Inter, ma le voci di mercato non si sono poi avverate. Il centrocampista è rimasto in Toscana, dove in stagione, oltre al gol, con anche un assist. Un giocatore che talvolta vede la porta (8 tiri) ma si spende molto per i compagni. L’89% di passaggi riusciti, 30 palloni intercettati e 112 recuperati, e in più 81 contrasti vinti (e 45 persi). E non è male neppure con i piedi, visto che su 11 dribbling tentati, 9 sono andati a buon fine. I giovani sono un patrimonio importante per i club, e diversi allenatori, tra cui lo stesso Mourinho, hanno dimostrato di volerci puntare. Alcuni rispondono sul campo, altri tentennano di più. Ricci per ora sembra sulla buona strada, chissà che non si faccia incantare però dall’esperienza di Sergio Oliveira.

M.Teresa Tonazzi

1 commento

Comments are closed.