20 Luglio 2022

Roma-Dybala, clausola e commissioni: cosa c’è da sapere sul contratto

Oggi la Roma ha ufficializzato Paulo Dybala. Il fantasista ha firmato un triennale con i giallorossi, e gianlucadimarzio.com ha svelato i retroscena del contratto. Arrivato a parametro zero, percepirà 4,2 milioni netti più bonus, mentre, le commissioni ammontano a 4 milioni, ovvero il 10% dell’ingaggio. In questi giorni si è parlato di una clausola.

Si tratta di una liberatoria di circa 20 milioni, la stessa che il suo entourage ha posto come imprescindibile in ogni trattativa. Dybala ha accettato alla Roma un contratto più basso, diventa quindi una sorta di “partnership” con il club. In questo caso, una percentuale della clausola sarà a favore del giocatore, qualora fosse esercitata da un’altra squadra. A Trigoria però si sono riservati la facoltà di risolverla a proprio favore in alcuni casi, e quindi di bloccare un eventuale trasferimento da un’altra parte attraverso determinati parametri (aumento ingaggio o prolungamento contratto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 commenti

  1. STEFANO . ha detto:

    Personalmente dico che c’è molto da fare affinché la Roma diventi qualcosa di importante. Tutti si sentono di passaggio. Abraham Zaniolo Dybala, è evidente dalle interviste… principalmente l’inglese e l’argentino. Devo fare bene perché……pensano chi a tornare al Chelsea chi in una top europea. Mi brucia tanto e le clausole imposte nei contratti sono la dimostrazione

    • Geppo ha detto:

      Tanto tanto Abraham (la cui situazione era comunque chiara sin da subito), ma vorrei capire in quale parte dell’intervista di Dybala avresti colto questo sentore. Bada però che l’ho ascoltata parola per parola, quindi sii preciso per favore.
      Grazie e daje Roma!

    • simonsaved ha detto:

      Non mi pare… Sinceramente era così fino a poco tempo fa, ma adesso mi sembra diverso. La clausola da come spiega di marzio non è tanto per farsi comprare da un altro club il prossimo anno ma una sorta di impegno a dargli un bonus l’anno prossimo essendo arrivato a cifre molto più basse di quanto chiedeva ad altri club. Nell’intervista poi dice di volersi guadagnare la 10 di Totti negli anni… Segno di voler rimanere a lungo. Zaniolo invece è spinto dai procuratori a cambiare ma solo perché non lo hanno mai mosso da Roma e non hanno mai mangiato dal cambio di casacca…non per altro. Abraham invece sta benissimo e il chelsea può riprenderlo perché non te lo avrebbe mai dato senza mantenere una opzione per riacquistare… Poi nel calcio di oggi sono tutti di passaggio ma non è roma il punto di passaggio…

    • Michele ha detto:

      “Siamo tutti di passaggio”

  2. fabietto ha detto:

    vabbè, dove sta la novità? ma la crescita della squadra passa anche da questi giocatori di passaggio…tu comincia a vincere..comincia a stare stabilmente tra le prime 4, a fare tutti gli anni la champions..e poi vedrai che non sarai più visto come una squadra di passaggio. ci sono delle fasi da fare..la cosa veramente importante è farle. con un allenatore top, che chiama i giocatori e li fa venire, lo stadio che, speriamo, stavolta si farà, sono alcuni degli step necessari. rispetto a chi c’era prima si vede chiaramente che stavolta la proprietà è interessata alla squadra e questo vale più di tutti i giocatori che abbiamo…perchè i giocatori passano ma la Roma resta!