Foto Tedeschi

ROMA DIFESA – La Roma di Fonseca è riuscita a battere in extremis lo Spezia nell’ultima di campionato e a mettere almeno momentaneamente a tacere la crisi. Conquistare i tre punti anche contro il Verona però resta fondamentale per non crollare nuovamente.

Roma, difesa in difficoltà negli ultimi match: i numeri lo confermano e gli errori individuali pesano

Fonseca dovrà presto mettere mano alla difesa per concludere al meglio la stagione. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il reparto arretrato della Roma ha una doppia faccia. Spesso non è impeccabile dal punto di vista difensivo, ma allo stesso tempo si dimostra molto utile per la fase offensiva. I numeri registrati negli ultimi match però suonano come un campanello d’allarme: 10 reti subite nelle ultime 4 gare, per una media di 2.5 a partita. I gol incassati salgono poi a 12 se si tiene conto anche dei supplementari contro lo Spezia in Coppa Italia. La difesa va consolidata e lo confermano anche i dati relativi a questa prima parte di stagione in Serie A, con 32 reti subite in 19 match, per una media di 1.7 a gara. Spesso però a condannare i giallorossi sono stati gli errori individuali, commessi proprio da giocatori come Smalling, Kumbulla, Ibanez e Pau Lopez. Non sembra trattarsi quindi di un problema di squadra, più che altro di cali di concentrazione dei singoli difensori.

3 Commenti

  1. LA GESTIONE DELLA PALLA DAL BASSO PER FORZA E COMUNQUE NON VA BENE, ALLA FINE CE LA TOLGONO, LO SANNO CHE FACCIAMO FATICA A GESTIRLA IN QUEL MODO, NON SONO CAPACI, SI DEVONO ALLENARE DI PIU’ , SOFFRONO IL PRESSING EPPOI VANNO IN CONFUSIONE , IN APNEA E FANNO ERRORI…..FAR PARTIRE IL GIOCO DA DIETRO OK MA NON SEMPRE SECONDO ME, DEVONO TROVARE ALTERNATIVE PER DISORIENTARE GLI AVVERSARI E NON FARGLI FARE PRESSING….POI NON LO SO, MICA SO UN ALLENATORE…. (scusate le maiuscole non me ne sono accorto)

  2. Due considerazioni fondamentali: i calciatori sono umani, in alcuni giorni più umani; il calcio è un gioco di squadra. Qualche scivolone, un calo di forma, una giornata storta ecc. ci stanno per tutti. I bravi difensori giallorossi troppo spesso sono presi d’infilata: al centro, dove Fonseca si ostina a far giocare in inferiorità numerica; anche sulle fasce dove i laterali fungono sempre da attaccanti e non sempre rientrano opportunamente, anche perché gli avversari prendono le misure alla Roma e si dispongono di conseguenza, variando anche di schema e di interpreti, mandando in tilt l’apparecchiato giallorosso, nel mentre il tecnico portoghese fatica a metabolizzare le variazioni in corso di gara e interviene tardivamente o niente affatto, soprattutto negli schemi. E’ la mancanza più preoccupante a mio avviso.

Comments are closed.