Foto Tedeschi

ROMA CSKA SOFIA TIKI TATTICA – Dopo la vittoria all’ultimo respiro contro il Sassuolo, per la Roma è già il momento di tornare in campo: alle 21, allo Stadio Olimpico, la squadra di José Mourinho affronta il CSKA Sofia, nella prima giornata di Conference League. Una sfida da non sottovalutare per la squadra giallorossa che vuole dare seguito a un ottimo inizio di stagione che la vede fin qui sempre vincente tra Europa e Serie A.

Roma-CSKA Sofia, Tiki Tattica: gli schieramenti

Mourinho non cambia modulo, si continua sul 4-2-3-1, ma nell’undici titolare qualche modifica rispetto a quanto visto in queste prime uscite ci sarà. In difesa è pronto a tornare Smalling e a esordire dal 1° minuto Riccardo Calafiori. A centrocampo spazio a Diawara, mentre sulla trequarti ci saranno Carles Perez ed El Shaarawy con Pellegrini a sostenere l’unica punta Shomurodov.

Il tecnico della formazione bulgara si affiderà al 4-3-3 come per il resto della sua stagione. Una squadra quindi votata, almeno all’apparenza, all’attacco con Ahmedov e Wildschut come terminali offensivi. Le assenze pesanti a centrocampo di Youga e Caicedo faranno però cambiare volto alla mediana bulgara che sarà quindi in emergenza in mezzo al campo.

La chiave

A dispetto di un modulo offensivo, non c’è da aspettarsi un atteggiamento sfrontato da parte del CSKA Sofia. La squadra bulgara è molto equilibrata come dimostrano le statistiche in campionato: in 4 partite giocate, ha subito 7 gol e subiti 3. Bisognerà aspettarsi la classica partita attacco contro difesa: la Roma dovrà essere brava a far girare velocemente il pallone e portare più uomini possibili in zona offensiva per offrire più soluzioni di fronte a una difesa che sarà chiusa e attenta a creare più densita possibile in zona palla. Saranno fondamentali, inoltre, le situazioni di uno contro uno che riusciranno a creare gli esterni per scardinare il fortino degli ospiti. Questo non vuol dire che sarà una gara senza pericoli: il CSKA, naturalmente, punterà su uscite di palla pulite con verticalizzazioni immediate per gli uomini offensivi. In questo senso sarà fondamentale per la Roma restare corta per non farsi sorprendere e non lasciare spazi per contropiedi improvvisi.