27 Luglio 2022

Roma-Ascoli, esordio giallorosso a sorpresa per Dybala. Gli ospiti vincono 1-0

Test con l'Ascoli blindato a Trigoria, a sorpresa Mourinho schiera l'argentino

Alle 17.30 la Roma è scesa in campo a Trigoria contro l’Ascoli. Il test è stato blindatissimo, senza copertura televisiva né social di alcun tipo. Nonostante le indiscrezioni della mattinata, Rete Sport riferisce invece che Paulo Dybala avrebbe trovato spazio contro gli uomini di Bucchi (prima di giocare, ha continuato la preparazione atletica individuale). L’esordio in giallorosso, a quanto sembrava, doveva avvenire sabato contro il Tottenham, invece l’emittente radiofonica racconta che sia avvenuto a porte chiuse. Il primo tempo si è chiuso sullo 0-0, come informa lo stesso Ascoli sui social. Ma il match si è chiuso con la vittoria degli ospiti, che nel secondo tempo hanno siglato il gol vittoria con Botteghin, al 67′, come informa Il Messaggero.

La formazione del primo tempo

Nel primo tempo, oltre a Paulo Dybala, Mourinho ha confermato la difesa a tre, riferisce Alfredo Pedullà. In porta spazio a Svilar, e Viña ancora provato nel reparto arretrato con Kumbulla e Mancini. Ecco l’11: Roma (3-4-3) Svilar; Mancini, Kumbulla, Vina; Celik, Matic, Bove, Spinazzola; Volpato, El Shaarawy; Dybala. All. Mourinho

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti

  1. Federico ha detto:

    L’entusiasmo per Dybala e per la permanenza di Zaniolo, fondamentale, al di là di questo test in piena preparazione, ci rimanda comunque alla importanza di finalizzare le trattative per il centrocampo e magari anche per la difesa.
    Dove però mi aspetterei anche che:
    – venga finalmente abbandonata la difesa a tre (escluso per me è Mancini), che impedisce di giocare con i migliori;
    – Zalewski e Spinazzola giochino entrambi;
    – Shomurodov e Bove abbiano lo spazio che meritano;
    – Celik sia titolare.

    • Itti54 ha detto:

      Che si debba trovare un posto sia a Zale che Spina non ci sono dubbi. Nella difesa a quattro da te auspicata, ovvio Smalling. Sugli altri tre scelta difficile. Celik titolare ? Certo mejo di Karsd, tutta la vita, ma se metti Zale a dx, sta in panchina pronto al subentro. Lo spazio per Shomu lo vedo difficile se non impossibile, già sarà difficile gestire insieme Abr, Dyb, Pelleg e Zanio. Bove sta lì, in panca, e verrà utile molto più spesso di quanto possa pensarsi.

    • Danifisarmonica ha detto:

      Sinceramente Karsdorp in forma non lo toglierei mai: Celik è una buona alternativa/riserva. Per far giocare insieme Zaleski e Spinazzola devi togliere Zaniolo, a meno che non ti inventi Zalewski regista, che non sarebbe una cattiva idea, anche in Primavera ha giocato diverse volte in questo ruolo. Ma allora non prendi Wijnaldum. Penso che il futuro veda una cessione di Spinazzola e Zalewski nel ruolo con Calafiori come riserva.