ROMA ARRIVO MOURINHO – Tutti in città aspettano José Mourinho. Ogni tifoso della Roma dal 4 maggio, giorno dell’annuncio dello ‘Special One’ come nuovo tecnico giallorosso, aspetta con ansia di vedere in città il tecnico giallorosso. Per ora, però, bisognerà armarsi di pazienza e attendere ancora.

Leggi anche:
Ranieri: “Roma, che operazione con Mourinho! È un mago, i tifosi impazziranno”

Tra un mese la Roma di Mourinho

Tra un mese esatto inizierà a nascere la Roma di Mourinho. Come scrive La Gazzetta Sportiva, infatti, la squadra giallorossa prenderà forma proprio a partire dal 6 luglio, quando a Trigoria ci sarà il raduno giallorosso. Esattamente lo stesso giorno della prima semifinale dell’Europeo, un evento che l’allenatore portoghese si troverà a commentare per l’editore di News UK (“The Sun”, “The Times” e “Sunday Times”) e per l’emittente radiofonica “Talksport”. In questa sua strana estate, José Mourinho continua a tenere tutto sotto controllo. Ma da Londra, dove ha il suo quartier generale e dove resterà quasi tutto il mese di giugno (se non proprio tutto) per ottemperare agli impegni assunti prima della firma con il club giallorosso. Tra l’altro, Mou è stato costretto a restare in Inghilterra anche per impegni contrattuali con alcuni sponsor personali (tra cui anche una noto gestore di carte di credito, con cui ha dovuto girare alcuni spot promozionali). I Friedkin, inoltre, (in questi giorni a casa loro, a Houston) vogliono fare qualcosa di grande per presentarlo alla gente e fino a che non avranno tutti i permessi preferiscono non farlo sbarcare a Roma.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

9 Commenti

    • Lo show lo fanno coi soldi loro, a te nun t’hanno chiesto niente e nessuno t’ha chiesto de partecipà. Basta imporre quello che gli altri devono o non devono fa.

      • Bene, Roma è questa,che vi piaccia o no. Altrimenti come dicono al nord…fora dai ball…poracci sti internettiani

  1. Onestamente eviterei. A meno che non siano veramente molto sicuri di loro (vale a dire possibilità di campagna faraonica e squadra subito molto competitiva), eviterei. Sono cose che ti possono rigirare contro e che, notoriamente, non portano bene.
    Una bella conferenza all’olimpico e saluto ai tifosi in stile Batistuta va più che bene.
    Meglio mantenere il profilo basso e la politica dei fatti invece delle chiacchere per ora. Nella speranza che arriverà il momento giusto. E allora li si che non ci regoleremo…

  2. Dan e Ryan Friedkin finora hanno sempre tenuto un profilo basso, difficile credere a cerimonie in stile hollywoodiano per richiamare folle oceaniche.
    Sicuramente la presentazione sarà adeguata al personaggio Mourinho, magari in uno scenario molto suggestivo e, soprattutto, molto Romano.
    Sempre Forza Roma

Comments are closed.