Roma, anche la classe operaia va in paradiso: sono già 14 i marcatori diversi in campionato

Valerio Bottini
12/02/2024 - 21:46

Getty Images
Roma, anche la classe operaia va in paradiso: sono già 14 i marcatori diversi in campionato

STATISTICHE ROMA – In una stagione ancora tutta da decifrare per la Roma, sia in campionato che in Europa, due costanti da tener d’occhio sono i tanti gol subiti ma anche i tanti segnati. A fronte di una difesa che è la peggiore tra le prime undici in classifica (30 gol incassati in 23 partite) c’è però un attacco che funziona (42 reti), quarto totale dietro a Inter, Milan e Atalanta. Non solo, si segna molto e si segna con tanti calciatori diversi.

Solo la Fiorentina ha mandato più giocatori in gol

Sono ben 14 i calciatori della Roma ad aver segnato nelle prime 23 gare di campionato, stesso dato dell’Atalanta. L’unica ad aver fatto meglio finora è la Fiorentina con 15, inseguono tutte le altre: Juventus, Milan, Lecce e Frosinone a quota 13, Inter, Lazio, Salernitana e Cagliari a 12. Più indietro le altre, con Torino ed Empoli ultime con soli 8 marcatori diversi.

Guida Lukaku, segue Dybala. Balzo Pellegrini

A guidare la graduatoria dei marcatori romanisti in questo campionato c’è ancora Romelu Lukaku, che comanda con 9 gol nonostante le difficoltà realizzative dell’ultimo periodo, con un solo centro finora nel 2024. Segue a ruota Dybala a quota 8, più indietro Pellegrini a 5 (3 nelle ultime 4 partite) ed El Shaarawy e Belotti a 3, raggiunti da Mancini, molto bravo a sfruttare le palle inattive come successo in occasione di Roma-Inter.

Le reti degli altri

A trovare la via del gol sono stati anche quegli elementi che nella prima parte di stagione hanno trovato meno spazio. Non è certo il caso di Cristante, che invece gioca sempre e vede ruotare tutti gli altri intorno a sé. Per l’azzurro sono 2 le reti messe a segno, al pari di Aouar, che di presenze ne ha totalizzate appena dieci. A quota 1 tutti gli altri goleador stagionali, a partire da chi ha avuto più spazio, vedi Azmoun, Paredes, Kristensen e Spinazzola, e chi seppur con poche presenze è riuscito comunque ad iscriversi sul tabellino stagionale, come Renato Sanches e Huijsen.

Valerio Bottini

Vedi tutti i commenti (2)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Senza mister Mourinho si e’ persa la solidita’ difensiva e giocatori come Lukaku non sembrano motivati…per il prossimo anno punterei su mister Sarri se vogliamo unire il bel gioco ai risultati, e’ una garanzia

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...