12 Maggio 2018

Roma, Alisson è il tuo tesoro: con lui 13 punti in più

ALISSON ROMA PUNTI – Dopo la finale di Coppa Italia tra Juventus e Milan, le bacheche e le pagine di tifosi romanisti si sono unite in unico slogan: “Se Donnarumma vale 100 milioni, Alisson vale un miliardo!”. Una frase certamente ironica, ma che nasconde una velata verità: se è vero che il portiere brasiliano non può valere la cifra di 1000 milioni di euro, è altrettanto innegabile come la stagione del numero uno di Novo Hamburgo si sia colorata solamente di interventi spettacolari e decisivi, senza alcuna macchia o momento di difficoltà. In una sola stagione, Alisson è riuscito a mettere a tacere tutte le critiche e le perplessità nei suoi confronti, dimostrandosi determinante ai fini dei cammini in campionato ed in Champions League.

I PUNTI DI ALISSON – Se la squadra capitolina è reduce da una annata più che positiva i meriti vanno divisi tra squadra e allenatore, ma è impossibile ignorare l’incisività nei risultati di Alisson, il ‘dio Kālī‘ della Roma. In campionato, gli uomini di Eusebio Di Francesco sono vicini a staccare il pass per la prossima Champions League e molto si deve ai punti conquistati grazie ad alcuni interventi prodigiosi del numero uno della nazionale verdeoro: è stato decisivo su Masina in Roma-Bologna 1-0 (2 punti potenzialmente guadagnati), su Bonucci sul risultato di 1-0 contro il Milan (altri due punti), con un doppio intervento su Chiesa e Veretout con il risultato in parità in Fiorentina-Roma 2-4 (3 punti guadagnati), su Icardi con una parata miracolosa in Inter-Roma 1-1 (1 punto guadagnato), su Torreira e Caprari a Marassi in Sampdoria-Roma 1-1 (1 punto in più), uscendo in modo prodigioso su De Paul in Udinese-Roma 0-2 (altri due punti a referto) ed infine domenica scorsa, con un riflesso incredibile su Bruno Peres a Cagliari (2 punti potenzialmente guadagnati). Facendo una somma, ipoteticamente, Alisson ha portato ben 13 punti in più alla squadra giallorossa. Senza dimenticare la Champions League, in cui ‘O Goleiro Gato’ è risultato assoluto protagonista nelle gare contro l’Atletico Madrid nel girone C e nell’ottavo di finale d’andata contro lo Shakhtar, tenendo in piedi la Roma per la gara di ritorno, negando il gol a Marlos e Taison.

MERCATO E FUTURO – “Alisson? Lo adoro, non voglio venderlo”, parola di James Pallotta. Il presidente giallorosso non ha mai perso occasione per ribadire la sua volontà di tenere il brasiliano in giallorosso, consapevole però che non sarà semplice. Nonostante l’ex Internacional abbia più volte dichiarato di star bene nella capitale, non possono essere ignorate le sirene dei più grandi club europei. Florentino Perez vorrebbe portarlo a vestire la maglia del Real Madrid, mentre Klopp è sicuro che sia il profilo ideale per rinforzare il Liverpool in un ruolo in cui i ‘reds’ da troppi anni palesano pesanti lacune. Finora, la valutazione data al brasiliano è intorno ai 60 milioni di euro, anche se la Roma sembra pronta a cedere solo di fronte ad un’offerta ‘monstre’ che si avvicini ai 100 milioni di euro. Intanto però, per tenerlo nella capitale, il primo passo spetta al club giallorosso: Monchi a fine stagione proporrà al brasiliano il rinnovo con conseguente aumento di stipendio, con una proposta di contratto fino al 2023 (l’attuale è in scadenza nel 2021) raddoppiando l’attuale ingaggio da un milione e mezzo netto a tre milioni e lasciando a lui il 50% dei diritti d’immagine non sportivi. Non resta che confidare quindi nelle parole del presidente Pallotta, per far sì che Alisson diventi il pilastro della Roma del futuro.

Alessandro Tagliaboschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.