Foto Tedeschi

PARTITA ROMA SPEZIA CRISTANTE RICCI – Archiviata la brutta sconfitta nel derby, la Roma deve cimentarsi subito in una sfida da dentro o fuori. Agli ottavi di Coppa Italia c’è lo Spezia che aspetta i giallorossi. La gara, a eliminazione diretta, si gioca allo Stadio Olimpico a seguito di un sorteggio. Fonseca, visti i tanti impegni ravvicinati, si servirà del turnover. Spazio quindi a Cristante che nel derby è subentrato solo nel secondo tempo.

Roma, Bryan Cristante

In questa stagione Bryan Cristante è stato chiamato a fare gli straordinari, almeno per le prime partite. La difesa della Roma non ha avuto molta fortuna, tra infortuni e coronavirus, e quindi è spesso stata in emergenza. Per questo Paulo Fonseca ha deciso di arretrare l’ex Atalanta in difesa per diverse partite, in modo da non lasciare scoperto il reparto. E il numero 4 giallorosso, alla fine, è riuscito anche nel compito di far bene. Il suo posto però è sempre stato più avanti e quando è subentrato nel secondo tempo con l’Inter l’ha dimostrato, creando tante occasioni da gol, realizzato alla fine da Mancini. Nonostante spesso sia stato schierato fuori ruolo, l’ultima volta contro il Cagliari, l’ex Atalanta quando ritorna nel suo reparto fa bene e soprattutto contro il Crotone ha stupito tutti con un gesto di classe da applausi: un lancio lungo sulla fascia degno da Francesco Totti (non a caso indossava la fascia da Capitano), raccolto da Karsdorp prima e da Borja Mayoral poi, che si è procurato il rigore trasformato da Mkhitaryan. In quella stessa partita poi ha anche propiziato un gol dello stesso spagnolo, precisamente quello del momentaneo 2-0, con un assist. Nel modulo schierato da Paulo Fonseca trova poco spazio a centrocampo, visto che ora accanto all’irrinunciabile Veretout spesso si vede Villar, che ha fatto un exploit incredibile nelle ultime gare. La Coppa Italia servirà a Cristante per ritrovare la titolarità e dare un segnale a Fonseca.

Spezia, Matteo Ricci

Martedì sera, per Matteo Ricci, sarà un ritorno a casa. Il giocatore dello Spezia è frutto del vivaio giallorosso, dove è cresciuto insieme al fratello gemello che ora si trova al Monza. Matteo prima di arrivare nel club ligure è stato girato in prestito in diverse squadre tra cui, in ordine, Grosseto, Carpi, Pistoiese, Pisa, Perugia e Salernitana. Nella stagione 2018/19 passa al club allenato da Italiano, con diritto di recompra a favore della Roma. Nel primo anno nella rosa dello Spezia trova 34 presenze in Serie B, con 4 gol e 2 assist, mentre nella stagione successiva 29 presenze con 4 gol e 5 assist. Le sue prestazioni in campo, insieme ai compagni, hanno fatto sì che la sua squadra venisse promossa nella massima serie italiana, dove finora ha giocato 13 partite. Le ultime 4 le ha saltate per coronavirus e al momento i minuti in campo sono 1037. Questa sarà la prima volta per Matteo Ricci che incontra il suo passato, ossia la Roma. E succederà per ben due volte nella stessa settimana, quando i giallorossi affronteranno lo Spezia prima in Coppa Italia e poi in Serie A.

Claudia Belli