8 Marzo 2016

Real Madrid, Champions o morte. Zidane si affida ancora a Ronaldo

REAL MADRID-ROMA, L’AVVERSARIA – Torna la Champions League e martedì sera arriveranno i primi verdetti degli ottavi di finale. Lo 0-2 dell’andata spalanca al Real le porte dell’Olimpo, ma la pressione di dover vincere la coppa potrebbe far sprofondare la squadra di Zidane. Il terzo posto in campionato a meno dodici dal Barcellona, primo in classifica, non lascia scampo. I Blancos devono passare il turno con la Roma e proseguire il cammino europeo fino al successo finale. Se l’undicesima non dovesse arrivare, sarà rivoluzione e l’annata diventerà di colpo fallimentare. Di fronte troverà una squadra in salute e reduce da sette vittorie consecutive. Nella Capitale si respira aria d’impresa e il 7-1 delle Merengues al Celta Vigo non ha spaventato i 2.500 tifosi che saranno al Santiago Bernabeu. Sulla carta si affrontano due squadre con valori tecnici estremamente differenti, ma la fragilità difensiva degli spagnoli e il derby perso con l’Atletico lasciano un barlume di speranza alla squadra di Spalletti. I numeri poi parlano chiaro. Nelle ultime 10 partite, considerando i rispettivi campionati, Roma e Real Madrid si equivalgono con 23 punti composti da 7 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta. Statistica che strizza l’occhio ai capitolini, ma i pericoli sono sempre dietro l’angolo e il nemico numero uno si chiama Ronaldo. Nel match dell’Olimpico una sua magia ha spostato l’ago della bilancia a favore dei Blancos e i 4 gol segnati sabato in Liga consegnano a Zizou un’arma carica e pronta a esplodere. Da non sottovalutare anche il feeling di Cr7 con i giallorossi, ai quali in 5 gare ufficiali ha già segnato 4 gol. Il portoghese equivale a una sentenza. Se lui segna la Roma perde e martedì la preoccupazione principale del tecnico di Certaldo sarà arginare l’ex Manchester. Attenzione, però, a concentrarsi solo su Cristiano perché i padroni di casa hanno recuperato Bale, Pepe e Marcelo. Non sarà del match Benzema alle prese con una lesione muscolare al bicipite femorale della coscia destra.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Zidane partirà ancora con il 4-3-3. In porta Keylor Navas, imbattuto in questa Champions League. La difesa sarà così composta da destra verso sinistra: Carvajal, Varane, Sergio Ramos e Marcelo. A centrocampo spazio a Isco, Kross e Modric, mentre in attacco Bale e James Rodriguez agiranno sulle fasce con Ronaldo riferimento centrale nel tridente. 

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Real Madrid (4-3-3): 1 Navas; 15 Carvajal, 4 Ramos (C), 3 Pepe, 13 Marcelo; 19 Modric, 8 Kroos, 22 Isco; 10 James Rodriguez, 7 Ronaldo, 11 Bale
A disp: 13 Casilla, 31 Yanez, 6 Nacho, 17 Arbeloa, 2 Varane, 23 Danilo, 16 Kovacic, 14 Casemiro, 18 Lucas Vazquez, 21 Cheryshev, 20 Jesé
All. Zidane

Indisponibili: Benzema
Diffidati: Casemiro
Squalificati: –

LA ROSA

PORTIERI

1 Navas (CR)

13 Casilla (SPA)

31 Yanez (SPA)

DIFENSORI

4 Sergio Ramos (SPA)

2 Varane (FRA)

3 Pepe (POR)

6 Nacho (SPA)

12 Marcelo (BRA)

15 Carvajal (SPA)

23 Danilo (BRA)

17 Arbeloa (SPA)

CENTROCAMPISTI

8 Kroos (GER)

14 Casemiro (BRA)

19 Modric (CRO)

16 Kovacic (CRO)

22 Isco (SPA)

10 James Rodriguez (COL)

ATTACCANTI

7 Ronaldo (POR)

11 Bale (GB)

9 Benzema (FRA)

20 Jesè (SPA)

18 Vazquez (SPA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.