Ranieri: “De Rossi alla Spal era un giocatore a bordocampo, adesso ha finito il riscaldamento”

Giacomo Emanuele Di Giulio
05/02/2024 - 23:16

Tutte le dichiarazioni del tecnico gialloblù Claudio Ranieri in occasione di Roma-Cagliari, match valido per la 23a giornata di campionato

Getty Images
Ranieri: “De Rossi alla Spal era un giocatore a bordocampo, adesso ha finito il riscaldamento”

ROMA CAGLIARI RANIERI – Tutte le dichiarazioni del tecnico gialloblù Claudio Ranieri in occasione di Roma-Cagliari, match valido per la 23a giornata di campionato.

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU X!

Le parole di Claudio Ranieri

In conferenza stampa

Perché i cambi tardivi?
Sempre così quando si perde (ride, ndr). Il piano tattico era di stare compatti centralmente, sapevamo che la Roma ha giocate in verticale e taglienti. E poi avere i quinti sugli esterni così quando vanno sugli esterni c’è sempre un mediano che va a dare una mano. Purtroppo i gol hanno scompaginato tutto. La Roma è stata brava a trovare sempre la giocata, a far arrivare palla. Sapevamo che sarebbe stata difficile, pensavo che con due punte potevamo metterli più in difficoltà di quanto si è visto. Abbiamo preso tre gol su calcio d’angolo. Ero più positivo che potessimo farlo noi. Ci sono quelle giornate che nascono storte e finiscono peggio. I cambi? Li farò la prossima volta.

Cosa è successo alla squadra, ha avuto modo di verificare subito?
Le altre sono più determinate di noi, ogni contrasto ringhiano. Dobbiamo ringhiare di più se vogliamo salvarci. La squadra ha corso, domani vedrò i dati. Ma correvamo a vuoto. Dobbiamo cambiare registro. Con l’entrata di Mina mi è sembrato un punto di riferimento importante, lasciarlo uomo contro uomo con Lukaku non è facile e se l’è cavata egregiamente.

Ha provato a sperimentare, secondo lei manca un po’ quello che ha provato a dare?
La squadra fa sempre il massimo, non è facile quando prendi gol dopo un minuto. Devi impensierire l’avversario, non ci siamo riusciti per meriti della Roma.

De Rossi è un predestinato della panchina e cosa ha provato all’accoglienza dell’Olimpico?
Non ho sentito i cori, li ringrazio però. De Rossi mi è sembrato ben calato nel ruolo di allenatore. Alla Spal mi sembrava ancora ex giocatore, ora invece lo vedo bene nei panni che ha.

Vede la possibilità di concentrarsi su un modulo o una formazione standard?
No.

Al di là della partita ha vissuto la scomparsa di Losi…
Era uno dei miei idoli di quando ero bambino, mi è dispiaciuto tantissimo. Quando ero allenatore della Roma ogni tanto mi chiamava. Aver saputo della sua perdita mi è dispiaciuto tanto.

Quale è la differenza che ha trovato rispetto all’andata?
All’andata gli abbiamo fatto un gol, questa volta no. Con altri uomini, con i cambi. Non l’abbiamo mai presa lì e non l’abbiamo mai presa qua.
Che cambi avrebbe fatto lei? (si rivolge al giornalista della domanda precedente). Quando stavo sul 3-0 ho tirato fuori chi dovevo e ho messo dentro gente che mi poteva essere utile. Mina doveva venire a inizio campionato, ma meglio tardi che mai

A Dazn nel post partita

Come si sente di analizzare un risultato così pesante?
“La prestazione c’è stata fino a un certo punto. Dopo il secondo gol abbiamo cercato di restare compatti, ma la Roma oggi è stata troppo forte”

A cosa sono dovuti i due gol presi da calcio piazzato?
“Tutto mi aspettavo tranne questo. Purtroppo gli altri sono stati più bravi. Li riguarderemo, li rianalizzeremo. Specialmente sul primo calcio d’angolo dovevamo essere super attenti. Purtroppo la palla è rimbalzata sulle gambe di Petagna e Pellegrini l’ha messa dentro”

Perché siete tornati a un centrocampo a 5?
“Avevo pensato di giocare a quattro, ma poi vedendo le caratteristiche di Angelino e Karsdorp e abbiamo pensato di giocarcela uno contro uno con gli esterni”

Come ha trovato De Rossi?
“L’ho trovato bene. Mi sembra più riflessivo di quando l’avevo incontrato contro la Spal. L’ho visto sereno, calmo. Lui conosce l’ambiente e ha preso questa squadra accettando il contratto fino alla fine dell’anno. Sono convinto che farà bene e si guadagnerà la riconferma. Molto belli i cori della Sud. In campo non me ne ero reso conto, considerando i quattro gol presi (ride, ndr)”

A Sky Sport nel post partita

Schemi saltati dopo il primo gol?
“Salta tutto, si sono dimostrati più forti, complicati. Noi dobbiamo reagire, tirare fuori gli attributi e fare di più”. 

Questione di equilibri in campo?
“Di gol così ne abbiamo presi diversi. Gli equilibri sono altre cose, chiaro che poi provi a impensierire un minimo l’avversario ma non ci siamo riusciti troppo”.

Serve un segnale?
“Il segnale si allenano a 1000 allora, Mina lega bene il reparto. Sapevamo che sarebbe stata dura, magari è più dura del previsto perché spesso prendiamo gol per demeriti nostri”. 

Adesso partite importantissime.
“Dobbiamo cercare di far punti con Lazio e Napoli anche se sarà difficilissimo, ma serve prendere fiducia. Sappiamo che dobbiamo lottare fino all’ultimo e servono punti”. 

Perché non avete rimontato?
“Merito della Roma, noi correvamo a vuoto perché loro ce lo facevano fare. Cambiavano sempre lato, non arrivavamo mai. Complimenti”. 

Ha dato un consiglio a De Rossi?
“No, non ho avuto tempo di vederlo. Complimenti, ha preso una squadra forte e la sta facendo giocare bene. Adesso il riscaldamento è finito, vedremo nelle prossime partite, gli auguro il meglio”.

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*