romanews-roma-curva-sud-coreografia
Foto Tedeschi

PUBBLICO NEGLI STADI – L’Italia riparte dallo sport. Un primo messaggio è stato dato con gli Internazionali di Tennis a Roma che, dagli ottavi di finale in poi, hanno ospitato il pubblico, seppur in quantità limitata sugli spalti, ma è stato solo l’inizio. Oggi celebra la riapertura anche il rugby con la prima semifinale del Top 10, mentre mercoledì toccherà ai 4300 spettatori di Atalanta-Juve, la finale di Coppa Italia, le prime porte aperte del calcio a distanza di oltre 8 mesi.

Leggi anche:
La finale di Coppa Italia avrà il pubblico: per Juventus-Atalanta 4000 spettatori

Pubblico negli stadi, l’obiettivo è ripartire con il 50%

Un’apertura che sarà prudente privilegiando soprattutto un certo tipo di pubblico, gli sponsor, per premiare la loro fedeltà in questo periodo tempestoso. Poi ci sarà l’Europeo che vedrà all’Olimpico ben 16 mila persone. L’obiettivo del calcio italiano per la prossima stagione, però, come scrive La Gazzetta dello Sport, è ancora più ambizioso: ricominciare la prossima stagione con la possibilità di riempire gli impianti fino al 50% della capienza. Al momento, siamo troppo lontani all’inizio della prossima stagione e con il Governo non è stata fissata una vera e propria road-map, ma la volontà di ricominciare dal prossimo agosto con la metà degli stadi pieni è molto più di una suggestione.