5 Ottobre 2022

MANGIANTE: “Non ho buone sensazioni su Pellegrini”; FERRAJOLO: “Ha ragione Mourinho, Zaniolo non è un calciatore egoista”

SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Mangiante a Teleradiostereo: “Secondo me Southgate non ascolterà Mourinho su Smalling. Il CT inglese ha in mano una Ferrari, cioè una squadra fortissima con giocatori di talento, ma credo non cambierà idea. Da quel che Pellegrini ci ha fatto capire dopo il match contro l’Inter, le sensazioni non sono buone. La sua condizione post Roma-Atalanta lo ha portato a rigiocare dopo una settimana, ora il problema sembra lo stesso. La logica mi porta a dire che salterà la partita di domani, addirittura lo aspetto in tribuna. Mourinho sa che questa è la partita più importante del girone, per questo motivo secondo me se lo porterà comunque in panchina. Magari riesci a risolverla con un calcio piazzato gli ultimi 15 minuti. Secondo me domani Zalewski gioca. Se Belotti parte dal primo minuto, il ballottaggio è tra Zaniolo e Abraham”

Ferrajolo a Radio Radio Lo Sport: “Quando Mourinho parla così come oggi, è ammirevole. Su Zaniolo ha fatto delle dichiarazioni giuste: un giocatore che insegue sempre molti avversari e il fatto di non essere egoista. Io credo che abbia potenzialmente la possibilità di migliorare il ragazzo. Per quanto riguarda il rinnovo, credo siamo tutti d’accordo sul fatto che si farà. Bisogna vedere a che cifre”

Lengua a Radio Radio Lo Sport: “Il ballottaggio è tra Belotti e Abraham, ma può essere anche che gioca a due punte. Il problema è: chi ti ritorna in difesa se giochi con due centravanti?”

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Lo Sport: “Credo di sapere, magari sbaglio, che questa settimana la Roma e Zaniolo non si vedano per il rinnovo, incontro spostato. Sappiamo che c’è anche un altro grande club che ha gli occhi sul ragazzo”

Giulia Mizzoni a Teleradiostereo: “Pellegrini è un giocatore fondamentale per Mourinho. Tutto quello che ha detto oggi il mister portoghese era incentrata su un solo punto: l’importanza della partita contro il Betis. Se Zalewski sta bene e ha recuperato, non mi stupirei se partisse titolare. Almeno hai un’opzione in più nella rosa”

Marione a Centro Suono Sport: “Spalletti è un pazzo. Mi chiedo se sia stato lui a voler mandare via Totti, secondo me glielo hanno ordinato Baldini e Baldissoni, come tutti sanno. Che è anche peggio: uno che capisce di calcio non può fare a meno di Totti. Lui si sarebbe dovuto opporre, e per questo dico che è matto completamente.”

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “La Roma negli ultimi sette anni è la migliore squadra italiana in Europa, punto. Formazione per il Betis? Complicato lasciare fuori due volte Abraham. Con Belotti, Zaniolo e Abraham punteresti sulla forza, sul pressing, con Dybala avresti invece un raccordo tra centrocampo e attacco.”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Roma-Betis? Non mi fido assolutamente degli spagnoli, ma mi fido dell’ultima Roma, che mi è sembrata una squadra solida, difensivamente attenta. Ma essere obbligati a vincere col Betis può diventare una trappola mortale”.

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Partita complicata per la Roma, il Betis è ai vertici della Liga, è una squadra complicata da affrontare. Non mi sembra che la qualificazione sia così scontata, e ci possono essere delle appendici. L’Europa League rischia di diventare una tassa”.

Tony Damascelli a Radio Radio Mattino: “Tra Zaniolo e Milinkovic c’è una certa differenza: il serbo è una realtà oggettiva, l’altro invece è una promessa. Milinkovic sta alla Lazio come Totti è stato alla Roma, e Lotito dovrebbe costruirgli una squadra intorno, altrimenti è giusto che il giocatore vada in un top club europeo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti

  1. mark69 ha detto:

    Eccoli i gufi so tornatiiiiii

  2. guido ha detto:

    sentire paragonare milinkovic savic a Totti come bandiera è un insulto a menti intelligenti
    Forza Roma

  3. Tommy ha detto:

    Milinkovic sta alla Lazio come Totti è stato alla Roma ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahhahahahahahah