SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Roberto Maida a Radio Radio Pomeriggio: “Quella di ieri è stata la migliore Roma di Mourinho. Ha affrontato a viso aperto un avversario che in questo momento le è superiore. Il bilancio al momento è accettabile, la gestione del gruppo però secondo me deve trovare ancora una giusta direzione. La punizione nei confronti dei 5 non so a cosa possa mirare nel breve periodo.”

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “La Roma mi è piaciuta, ho visto la mano di Mourinho. Non si è vinto ma all’Olimpico è arrivata la squadra prima in classifica che aveva sempre vinto. Ho preferito la squadra di ieri rispetto a quella vista contro la Juventus una settimana fa.”

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Il Napoli l’anno scorso ti ha massacrato sia all’andata che al ritorno. Ieri questa sensazione non c’è mai stata come contro la Juventus. Sei sempre al limite, però la Roma nei big match dà la sensazione di poter vincere o perdere, il passo in avanti è molto evidente.”

Marione a Centro Suono Sport: “La Roma è tornata sicuramente, però…però non vince. La Roma ha fatto una partita bellissima, su questo non ci piove. Il ruolo di Mou è importantissimo: delegittima una parte dei giocatori per prendersi quell’altra. Appena lui avrà i giocatori buoni, quell’altra parte di calciatori verrà sacrificata. Nel senso che se la Roma prende Anguissa, poi non giocherà più Veretout o Cristante… Comunque partita gagliarda e tosta. Ibanez ha regalato 50 palloni agli avversari, ma in fase difensiva non è stato malaccio. Forse Vina un po’ male, Mkhitaryan malissimo, Abraham male, lui deve segnare. Zaniolo e Cristante i migliori…La Roma però non ha vinto. Sarò incontentabile, ma contro le grandi non si vince mai…”

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “È stata una bella partita, il pareggio è un risultato giusto. La Roma ha avuto una grande difesa e un super Cristante, ieri straordinario. Ma Mkhitaryan non è stato granché.”

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Io non capisco l’atteggiamento di Mourinho. Questi ragazzi devo capire che cosa abbiano fatto. non credo siano andati a ballare sui cubi in Norvegia. Sia Osimhen che Abraham sarebbero potuti essere espulsi, ma è stato bravo l’arbitro a valutare le situazioni.”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La Roma ha giocato una gran partita contro un Napoli che può vincere lo scudetto. Fermare un Osimhen così non è facile. Mourinho ha già detto che contro il Cagliari giocheranno gli stessi 11. Ha ripetuto un’altra volta che non ha giocatori in panchina.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Il Napoli ha giocato e cercato di vincere la partita per 60 minuti, la Roma è venuta fuori troppo tardi ma nel finale di gara ha fatto una gran partita. Abraham andava espulso, la second ammonizione c’era tutta. Se tu fai due gruppi, uno si allena giocando e uno lo perdi. Mourinho ha perso una parte del patrimonio della società con le sue scelte. Mandarli in tribuna in una città come Roma è molto rischioso. Mi sembra molto esagerato quello sta facendo il tecnico.”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Roma-Napoli non mi è piaciuta come partita, mi aspettavo di più. Meglio i giallorossi che il Napoli, però”.

27 Commenti

  1. Mou non può pensare di far giocare fino a gennaio, ogni 3/4 giorni, i 14 “preferiti” , aspettandosi un alto rendimento ogni partita. Ci sono alcuni “titolari” fuori-forma (v. Miki) ed altri a rischio gravi infortuni se giocano molto frequentemente (v. Zaniolo e Abraham). Quindi, o “recupera “, da subito, almeno 2/3 di quelli che ieri erano in tribuna o si deve rivolgere ai migliori della “primavera”, altrimenti già con il Milan saranno dolori! Qualche cambio, con il Cagliari lo si potrebbe fare, ad es. Shomu/Mayoral dall’inizio al posto di un Abraham acciaccato.

  2. buongiorno e forza Roma!

    oh, siamo così venuti a sapere degli irrisolvibili problemi della Roma:

    – un allenatore incapace (il quinto più vincente della storia, secondo solo a Guardiola fra quelli in attività) che depaupera il patrimonio della società, che non capisce più il calcio, la comunicazione e le persone.

    – un centravanti che non segna, senza considerare che è in Italia da 2 mesi, che ha 22 anni, e gioca acciaccato da quando è tornato dalla nazionale. che con un minimo di sfiga in meno invece che aver abbozzato i pali poteva essere capocannoniere, e con un gol toltogli contro la rube, e su cui forse ieri c’era un rigore, ma niente replay, figurate er var…

    chissà come ci liberemo di queste zavorre… ahahah

    si è rivisto un po’ di Nicolò: mancano la brillantezza e lo strappo, ma pian pianino sta tornando, e con lui saremo devastanti. altro che “sta troppo sulla fascia”, non riesce ancora a saltare l’uomo con continuità. manca il vero Mhki, e si sente, ed Elsha è ancora troppo intermittente quando lo sostituisce

    • tutto questo non spiega perchè abbiamo regalato Dzeko all’inter(ah anche ieri ha segnato) e non abbiamo comprato i giocatori che ha chiesto il tecnico.
      Pare che abbiamo vinto surclassando l’avversario, invece abbiamo ottenuto un pareggio giocando di rimessa…
      Non si riesce a vincere con le “grandi” prendiamo imbarcate europee con il dopo lavoro norvegese…Se tutto questo fosse successo in altre squadre sarebbe già scattata una rivolta popolare, invece si ha anche il coraggio di fare post ironici….chissà quando ci libereremo dai tifosoni

    • la mia è una critica alla stampa. Dzeko aveva lo stipendio troppo alto, e uno che so 3 anni che se ne vole annà, sta bene ndo sta, per me. sempre prima la maglia del singolo, pure co Totti. i problemi li sanno Mourinho, Pinto e i Friedkin, hanno la mia fiducia e quindi mi sta bene quello che dicono loro: ci sono pochi elementi di qualità oltre ai “famosi” 13-14, ma mi sembra che c’eravamo arrivati tutti da soli pure prima che arrivasse Mou, o no? poi c’è chi pensa che Villar è meglio di Cristante che non dovrebbe giocà, o questo o quello. ma ste cose le decide Mou che pija 7 pippi l’anno per prendere ste decisioni

      • Leggiti le dichiarazioni di Dzeko, al posto di scrivere inesattezze sbinf…Lui non è mai voluto andare via, ma la Roma ha sempre spinto per monetizzare…il resto andrebbe anche bene se lo avessi scritto anche 2-3 anni fa invece se non sbaglio incensavi il grande operato di Pallotta&Monchi&Petrachi….La verità l’ha detta mourinho, peccato che tu la pensavi diversamente e tacciavi chi diceva il contrario…Facile salire sul carro buono ogni volta!

      • Questo aquilotto dichiarato di nick “sbinf” tempesta il forum di inesattezze ormai ogni ora. Lo ha smentito Mou, e lui insiste!!! Nemmeno le basi di ciò che accade nella Roma conosce e si permette di scrivere sulla Roma!!! Dzeko lo hanno venduto,informati!!!

      • La verità in mezzo. C’è stata una convergenza di interessi, la società che aveva bisogno di alleggerire gli ingaggi e anche guardare a un futuro senza Dzeko36 e Edin che ovviamente si era stufato di non vincere manco un “goleador” vedendo che da qualche anno, ad ogni stagione, la società vendeva 1 o 2 ottimi giocatori per far cassa.
        La vedo così.
        Grazie Edin, grande campione, persona superiore alla media calciatori, eternamente riconoscente per quel che ci hai fatto vivere…e la vita continua
        Forza Roma Sempre!

      • Asterix, sul laziale non te rispondo, se tu che hai il nick da nemico dei romani e sei uno di quelli che non ha mai scritto un forza Roma. tu e vecchie maniere: quali inasattezze? “abbiamo dovuto fare un mercato di reazione, perchè Spinazzola si è infortunato, e non ci aspettavamo la partenza di Dzeko, che fino a 2 giorni prima mi aveva garantito che rimaneva”. buffone (asterix). l’hanno prima abbiamo ringraziato la moglie perchè non è voluta andare a Torino, e il gennaio precedente ha tentennato fino alla fine sull’offerta del Chelsea. sempre difeso Dzeko finchè era da noi, mentre buona parte di voi gli dava del mangiagol. che poi ci fosse un accordo come dice Luca è stravero, ma appunto, fino a 2 giorni prima dell’amichevole a Siviglia società e allenatore sapevano che sarebbe restato. è voluto andar via, tanti saluti, io ora tifo Tammy. invensavo Pallotta? ahahah. perchè dire che il ffp pone dei limiti agli acquisti è incensare Pallotta? buffone (vecchie maniere). poi so io che non conosco le cose della Roma, annate a favve na birra, e pure un po’ d’aria ve fa solo bene

      • Luca, condivido in toto il tuo discorso. ai 2 buffoni, rileggete le dichiarazioni di Mou dopo Traboznspor e prima della Fiorentina: “abbiamo fatto un mercato di reazione, ci manca qualcosa, ma non posso lamentarmi, dato lo sforzo della società. abbiamo dovuto reagire all’infortunio di Spinazzola e alla partenza di Dzeko, che fino a 2 giorni prima mi aveva garantito che restava” i 2 giorni si riferiscono all’amichevole di Siviglia, quando Edin ha deciso di punto in bianco di andare all’inter. e l’anno prima abbiamo ringraziato Amra che non ha voluto trasferirsi a Torino, e il gennaio prima siamo stati col fiato sospeso per l’offerta del Chelsea fino al 31 gennaio. quindi 3 anni che voleva andare via. io leggo le dichiarazioni della Roma, non di chi è andato e parla per conto di interessi altrui. Asterix, parli di nick quando usi il nome di un nemico di Roma, seppur fumettistico? e quando lo dici un forza Roma? e quando me so dichiarato laziale? quando qualcuno ha provato più volte ad usare il mio nick e puntualmente gli ho risposto per le rime? e vi prmettete di dire che io non so le cose della Roma, ahahah. su, a nanna. io ora o Tammy e difendo Tammy, come fatto a suo tempo con Edin, fino all’ammutinamento dello scorso anno. la maglia viene prima, la Roma viene prima di ogni singolo, e comprese le mie idee, come dimostrato con Mou.

  3. Lo striscione di ieri contro l’ipocrisia del rimborso è la cosa più bella di ieri assieme ai fischi al peggior allenatore di nome Spalletti. Lo chiameremo Mr Esonerato. Il coro per Totti cantato col cuore da tutti noi Romanisti, è lo stato dei fatti attuale: il Romanismo vince sempre. Gli imbonitori e venditori di fumo imparino,noi siamo Roma. Il resto è tanta noia e film già visti. FACTA!

  4. Ricordiamoci quando si cercava un allenatore per sostituire Ranieri subentrato a Di Francesco …
    Un serie di no grazie …
    Adesso tutti contro Mourinho ???
    Lasciamolo lavorare in pace !!!

  5. diciamo che Villar e Mayoral potrebbero ancora esser buon giocatori il resto puoi tranquillamente incestinarlo …non adatti alla categoria…quindi Diawara Reynolds Perez Kumbulla a casa per Calafiori invece aspetterei e sono fiducioso…cederei volentieri Smalling sempre infortunato e mai buono alla causa….

  6. A mio modesto avviso, quelli di Mou e dei norvegesi sono “falsi problemi”.
    La verità è che da anni ormai a latitare è la società AS Roma e intendo dire proprietà e dirigenti.
    A me Pinto sembra tanto il cugino di Monchi.
    Siate onesti: ha regalato all’Inter un campione come Dzeko che, pur coi suoi 35 anni, a Roma di gol ne ha fatti tanti… ritenuto un “bollito”, guarda caso arriva a Milano e segna ogni partita… chissà perchè? La verità è che il casino lo aveva combinato mister Fonseca l’anno scorso innescando una polemica sciocca e autolesionista.
    Oltretutto, per sostituire il bosniaco, che poteva fare almeno un altro anno a grandi livelli, hanno preso in fretta e furia un attaccante inglese pagandolo 40 milioni che (almeno finora) non segna nemmeno a porta vuota. Poi magari da domani comincia a segnare e sarò felice di smentirmi, ma ad oggi così è.

    • Alex 27 e Elconde appaiono come gufi …..le vedove dei giocatori andati……poi quando le cose andranno bene spariranno. La nuova società ha salvato dal fallimento la AS Roma è facile parlare quando si gioca con i soldi dei monopoli. Siamo ad un aumento di capitale di 460 milioni avete letto bene 460 milioni di euro…..voi continuate a giocare con il monopoli

  7. Ecco le vedove di Dzeko alla riscossa. A Roma certi tifosi invece di pensare al presente sono sempre in lutto per il passato……ma dove andremo con questi gufi

  8. Riconoscenza e mai rimpianto.Conoscenza della realtà e niente illusione.Forse così si arriva ad un traguardo.Per il resto non c’è neppure mancia.

Comments are closed.