SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Non esiste che Diawara e Villar non possano giocare nel campionato italiano. Non è una questione tecnica, diventa una questione non dico di principio ma di strategia. Può giocare Calafiori e non può giocare Diawara? Secondo me nel derby era più logico mettere Diawara accanto a Veretout, invece che El Shaaraawy. Io penso che Diawara non sia un grande giocatore ma all’occorrenza venti minuti possa farli tranquillamente. Non mi aspetto una Juve garibaldina, ma una Juve che parte dal blindare la difesa, per non lasciare spazio e poi colpire.”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “Mourinho ha un’esperienza infinita, li vede tutti i giorni i giocatori, vanno rispettate le scelte di Mourinho. Anche Kumbulla è stato fatto fuori. L’estate di Kumbulla sembrava si prendesse un grande giocatore, forse hanno sbagliato quelli che l’hanno preso. Ad Allegri manca un vero resgista e un vero centravanti”

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “La bravura di Mourinho deve essere quella di tenere alte le motivazioni di chi non viene utilizzato. Chi è meno bravo non deve perdersi d’animo ma lottare per conquistarsi un posto, ci sono infatti giocatori che sono riusciti a risalire. Diawara e Villar non vengono utilizzati spesso, ma se chiamati in causa magari qualcosa fanno, e alla fine magari riusciranno a guadagnarsi più spazio. Però Mourinho ha ragione, Villar e Diawara non possono essere titolari. Non credo che stia demotivando chi non gioca, penso che abbia scelto la squadra più forte che ha a disposizione. Se arriverà Xhaka, ad esempio, uno tra Cristante e Veretout andrà in panchina. Se Diawara spostasse così tanto lo farebbe giocare.”.  

Tony Damascelli a Radio Radio Pomeriggio: “Ci sono allenatori che sono fissati con alcuni calciatori e ci puntano, quando magari dovrebbero utilizzare altri elementi. Ma non perché sono scarsi. Mourinho vuole creare il gruppo e poi la squadra, di gente che fa spogliatoio, ha questa strategia. A metà ottobore stiamo discutendo Mourinho, Villar e Diawara, vorrei sottolineare questo.”

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “C’è un modo per far giocare anche gli altri. Non vedo perché in alcune partite giocatori come Villar e Diawara non possano giocare. Darboe alla fine l’ha fatto giocare e ha fatto vedere cose buone. Allegri ha rimesso un po’ la squadra in corsa, tornando al suo credo originale.”

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Da una parte Mourinho è Mourinho, sa di calcio come pochi. Se non fa giocare Villar e Diawara avrà un motivo. Però in Conference League magari potevano giocare, avresti vinto lo stesso”.

Marione a Centro Suono Sport: “Zakaria al Barcellona? Loro non hanno più soldi, l’anno prossimo rischiamo di vederlo in Europa League… Il Barcellona non c’ha più una breccola, e per questo credo che sia vera questa indiscrezione, penso che il target dei giocatori ora sia quello. Ma se al Barcellona lo aspettano tre anni difficili, la Roma invece è una squadra in crescita e in più c’è Mourinho, e forse a questo il giocatore dovrebbe pensare… Comunque anche se non dovesse venire Zakaria non è finito il mondo, esistono giocatori più forti di lui…”

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “La partita è equilibrata anche se secondo me la Juventus è ancora più forte. Molto dipenderà anche da Abraham. Mi aspetto un match molto tattico. Chiesa mi sembra devastante, in questo momento è il calciatore in Serie A che più fa la differenza. Anche Zaniolo può fare questo, nel derby lo ha dimostrato. Ha lavorato 15 giorni per questa sfida. Vedo la Juve leggermente favorita.”

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “La sfida si giocherà a Torino con il pubblico e sappiamo quanto la Roma soffra lo Stadium. Si fosse giocata all’Olimpico sarebbe stata la mia favorita. In 12 partite 11 sconfitte a dimostrazione della sofferenza giallorossa in quello stadio. Come organico la Juventus è molto più forte della Roma. L’assenza di Smalling è terrificante per la squadra giallorossa. Mancini-Ibanez è una difesa preoccupante per certi versi”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Sarà una partita alla pari. La Juventus ha sistemato la difesa e quindi diventa una partita complicata per la Roma. Faccio fatica a dare la squadra di Mourinho favorita in questa sfida.”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “La Juventus ha riacquistato la mentalità nelle ultime 3 partite. Difficile per tutti giocare contro di loro ora. Per me Juventus-Roma finisce 1”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La Juventus non fa gol. L’assenza di Ronaldo si fa molto sentire. Per la Roma è fondamentale la presenza di Abraham. Il ragazzo si sta inserendo nel gruppo. Secondo me è poco servito ma è un giocatore forte, a me piace. Lui è fondamentale per quello che vuole Mourinho, Shomurodov è un altro giocatore. Juventus-Roma: X”

3 Commenti

  1. buongiorno e forza Roma!
    si prospetta il classico noi-contro-tutti che se la giochi al 120% capace che te la rubano uguale, altro che le chiacchiere de radio radio. speriamo non sia un bagno di sangue a livello di cartellini.

Comments are closed.