MAIDA: “Se la Roma a il suo in Olanda può vincere”, LENGUA: “Mi aspetto un pareggio”

Giacomo Emanuele Di Giulio
13/02/2024 - 8:59

MAIDA: “Se la Roma a il suo in Olanda può vincere”, LENGUA: “Mi aspetto un pareggio”

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Sabatini a Radio Radio Pomeriggio: Per la Roma in Europa mi sembra più difficile degli anni passati, io non sono un leone da pronostici. Ce la può fare, ma è più dura. Non bisogna raccontare qualcosa di diverso dalla concretezza, De Rossi sta facendo bene, però le partite durano 90 minuti.

Maida a Radio Radio Pomeriggio: Se ci fosse stato Mourinho avrebbe giocato Rui giovedì, in questo momento però potrebbe giocare Svilar. Meret a zero sarebbe un affare. Se la Roma gioca la sua partita a Rotterdam può vincere, a Frosinone credo sia più difficile di quello che si pensa.

Lengua a Radio Radio Pomeriggio: Lukaku sta vivendo un periodo non semplice, magari un periodo di riflessione può aiutarlo. Io non vorrei mai vederlo fuori dai titolari. Mi aspetto un pari in Olanda e una vittoria a Frosinone.

Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: In Europa League è l’occasione per Lukaku per ritrovare il gol. Mi aspetto una conferma dalla Roma sulle cose positive viste nel primo tempo con l’Inter.

Camelio a Radio Radio Pomeriggio: Lukaku potrebbe stare fuori giovedì, stanno provando delle cose. Spero che giochi Svilar in porta.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: A me Svilar non fa impazzire. La Roma ha due portieri che di tutti e due non ne fa uno.

Trani a TeleRadioStereo: A Rotterdam non è uno stadio semplice, a volte il tifo esagera. Mi interessa vedere come arbitra Petrescu. La prestazione della Roma? Loro hanno degli assenti. Il Feyenoord è pericoloso in quanto non ha altri obiettivi se non di andare avanti in coppa. L’assenza di Cristante non mi preoccupa, mi preoccupa capire se la Roma aggredirà la partita o no.

Balzani a TeleRadioStereo: Smalling sta a Trigoria, si sta allenando. Si era fermato solo perchè il campo era pesante. Cristante penso non ce la faccia. Io non so cosa aspettarmi, è la prima volta che De Rossi affronta una gara europeo. Sono curioso. Sicuramente il Feyenoord è alla portata, ma in casa ha messo in difficoltà la Roma stessa l’anno scorso. Mi firmo al pareggio sin da ora. In queste partite con Mourinho mi sentivo più tranquillo, con De Rossi forse, non lo so.

Felici a TeleRadioStereo: La buona notizia per la Roma è che, al di là della qualità generale della rosa, c’è più gente a disposizione. Questo è un fattore fondamentale. Lo dico sinceramente, se prima di Roma-Inter temevo un atteggiamento troppo spregiudicato, adesso no. Se De Rossi deciderà di giocarsela a viso aperto proponendo il suo calcio sono contento. Il Feyenoord è alla portata della Roma. Mi aspetto una Roma che sta sul pezzo e che faccia calcio propositivo. La Roma però deve imparare a gestirsi per novanta minuti. Mi aspetto una Roma spavalda, credo sia in grado di fare risultato.

Mario Corsi a TeleRadioStereo: “Battere il Feyenoord lì potrebbe essere una cosa straordinaria. Io penso che la Roma possa arrivare quarta. Tutti ce lo auguriamo ovviamente ma quello che ho visto nelle ultime partite mi fa ben sperare. Io sono ottimista”.

Daniele Lo Monaco a Radio Romanista: “De Rossi merita la nostra fiducia incondizionata e il nostro appoggio perchè può diventare un grande tecnico, e spero che lo faccia qui alla Roma. De Rossi è uno che crede molto nei principi di campo e si vede: siamo arrivati al paradosso che se De Rossi arriva a dire dopo Roma-Inter che la partita non è stata macchiata da quell’episodio del fuorigioco di Thuram, allora viene criticato perchè non difenderebbe la Roma.”

Nando Orsi a Radio Radio: “Meret? Secondo me è uno dei più bravi di tutti. Per me è un gran portiere. Nell’anno scorso è stato uno dei migliori nella vittoria dello scudetto. Io prendo sempre un portiere italiano e lui è il vice di Donnarumma. Se prende Meret la Roma fa una grande cosa.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Svilar non sarà ritenuto all’altezza. Penso che la Roma deve cercare un nuovo portiere. In questi tre anni non mi ha dato mai sicurezza. Il serbo forse non è tenuto in considerazione. La Roma incontra una squadra di buon livello che cambia spesso gli interpreti. Servirà concentrazione per tutti e 90 minuti altrimenti si rischiano imbarcate. Già nei precedenti hanno mostrato di essere pericolosi”.

Vedi tutti i commenti (3)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. I commenti dei vari giornalisti e\o opinionisti sono tutti condivisibili fino a quando quel “fenomeno”di Ilario Di Giovanbattista non dice la sua e, per me con molta maleducazione. Sia Rui Patricio che Svilar sono due professionisti seri, che possono piacere o no. Piu no per il lazialetto Ilario che non brilla davvero di luce propria malgrado il suo Ego smisurato.