21 Settembre 2022

PRUZZO: “Ci sarà tempo per vedere Zaniolo in Nazionale”, ORSI: “Mancini usa bastone e carota ma non porta rancore”

SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Il rapporto tra Zaniolo e la Nazionale non è mai stato lineare, è sempre stato caratterizzato da alti e bassi. Ricordiamoci che è con la nazionale che si è fatto il secondo infortunio, il rapporto non è idilliaco. Io mi sono informato e la notizia che mi hanno dato è che la questione è passata più per la Roma che per il giocatore. Alla fine si è optato per evitare la convocazione perchè non era al massimo, poi se lui non è stato chiamato non lo so. Anche la Roma ha comunicato alla Nazionale che il calciatore non era al 100% e quindi poi anche Mancini ha preso la sua decisione. Questa è comunque un’anomalia, perchè ad esempio Pellegrini e Dybala sono andati lo stesso. Spinazzola ha un percorso diverso: è un giocatore che si è fatto male durante l’Europeo ed era quello che giocava meglio. Ma il rapporto con la Nazionale è proprio diverso, ha fatto di tutto per recuperare in tempo, per andare al mondiale. Quindi anche Mancini aveva interesse a raccontare quella telefonata, ha ritenuto opportuno parlarne.”

Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Se non è vero che non hanno un grande rapporto, perchè allora Mancini non ha convocato Zaniolo? Se uno gioca 90 minuti in campionato… Passiamo dall’eccesso di Pellegrini che sta male e deve andare li per farsi vedere, a uno che gioca e non è stato chiamato.”

Maida a Radio Radio Pomeriggio: “Io so che Zaniolo non è ancora al 100% e che Mancini ha preferito escluderlo con questo pretesto ma Zaniolo lo sapeva almeno da una settimana che non sarebbe stato convocato. Quando io sono stato ad Empoli la scorsa settimana io ho incontrato una figura importante vicino a Mancini che mi ha detto che sarebbero stati convocati soltanto Cristante e Pellegrini. Probabilmente la Roma lo sapeva benissimo che Zaniolo non sarebbe stato chiamato. Che oggi lui si stupisca mi suona un pò bizzarro, come faceva a non saperlo? E’ chiaro che Mancini ha delle motivazioni che non rientrano esclusivamente nella sfera tecnica, potrebbero essere legate a qualcosa di precedente o anche per questioni fisiche. E’ possibile che lo richiami poi quando sarà al 100%.”

Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “La non convocazione di Zaniolo penso sia una decisione presa da Mancini dopo la situazione che si era creata tra Zaniolo e Zaccagni. Forse la scelta potrebbe essere anche tecnica non essendo ancora in forma perfetta.”

Corsi a Centro Suono Sport: “Zaniolo non puoi non farlo giocare con l’Italia. Al massimo lo prendi da parte e gli fai una ramanzina, ma lui in attacco è il più forte di tutta la Nazionale. Io so solo una cosa: chi c’è della Roma, tranne De Rossi, è difficile che riesca a fare bene nella Nazionale. Neanche Totti c’è riuscito, ed era più forte di tutti…”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Penso che il rapporto Mancini-Zaniolo possa tornare normale. Il Ct non la fa passare liscia a nessuno ma ci sarà tempo per Nicolò per tornare in Nazionale. Se sta bene può dare una mano alla squadra azzurra.”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Io ho lavorato per 4 anni con Mancini. Ha litigato, calcisticamente parlando, con tutti ma non porta rancore. Penso che bastone e carota serva per Zaniolo ma non so in questo caso la motivazione per la mancata convocazione. Penso che se la partita valesse per una qualificazione mondiale Zaniolo veniva convocato. Non c’è nessun problema. Penso che Zaniolo sia uno dei più in forma.”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “Penso che siano dei problemi comportamentali per la non convocazione di Zaniolo in Nazionale. La maglia azzurra è anche un esempio di comportamento durante i periodi in cui sei convocato. Probabilmente non è così e Mancini probabilmente mira a colpire in questo modo il ragazzo che non si è comportato in un modo ineccepibile. Quando tornerà in Nazionale il suo comportamento sarà probabilmente più consono.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Tanjian ha detto:

    Meglio così. Questa Nazionale, con un CT che avrebbe dovuto dimettersi dopo l’onta della mancata qualificazione ai mondiali contro la MACEDONIA DEL NORD, non mi rappresenta e le convocazioni “alla carriera” di gente che ha FALLITO MISERAMENTE l’obiettivo ne confermano la pochezza e l’arroganza.
    ASR SEMPRE E COMUNQUE!