SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Ugo Trani a Centro Suono Sport: “Ho sempre pensato che la migliore Roma dovesse avere tre centrocampisti utili a schermare bene la difesa. In questo modo possono aumentare le soluzioni. È un modulo più solido che fa evitare le imbarcate. Mourinho ha avuto ragione ad impostare una partita attendista, non ci sono stati grossi rischi. El Shaarawy è quello che meglio interpreta il gioco attuale della Roma. Per crescere ancora di più dovresti alzare il pressing, ma con tutte le assenze capisco la difficoltà. Non avrei scommesso sul successo della coppia Abraham-Zaniolo, Nicolò ha più campo davanti per andare in percussione è al tempo stesso può favorire gli inserimenti dei compagni con i suoi tagli di campo. Lo scambio Kumbulla-Izzo non lo farei perché Mourinho ha completamente riabilitato l’albanese”.

Marione a Centro Suono Sport: “Tutte le vittorie fino a ora sono merito di Mourinho, mentre le sconfitte sono colpa di Fonseca. Lui fa cantare “Roma Roma” all’Olimpico, l’ha voluta fortemente, e il pubblico ora sovrasta tutto, addirittura l’arbitro si ferma. Questa è la prima vittoria di Mourinho. I giocatori, anche se non fortissimi, ce la mettono tutta. Questo nessuno la può negare… Ieri Mourinho fa un capolavoro dal punto di vista tattico, fa sacrificare tutti, e tutti soffrono, cascano e si rialzano. E questo lo ha fatto Mourinho… La Roma perderà, ma avremo la sicurezza di vedere all’Olimpico una squadra che ce la mette sempre tutta. E voglio dire una cosa blasfema: a me ricorda la Roma di Radice…”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Zaniolo è tornato in una buona condizione, Abraham ha fatto molto e bene lì davanti, per il resto la squadra ha sofferto il giusto. Mou ha ritrovato Smalling, e la Roma ha saputo tenere il vantaggio anche con sacrificio degli attaccanti. Bravo Mkhitaryan che dimostra di saper fare tanti ruoli”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “L’importanza di Smalling si è visto nel finale di partita di ieri sera. Ma lo abbiamo sempre detto, con lui in campo anche Ibanez e Mancini crescono tantissimo. Mourinho non ci ha mai incantato per il gioco, ma dal punto di vista gestionale lui è qualcosa di importante e lo sta dimostrando. Ieri la Roma ha giocato al risparmio, ha giocato per vincere. La Roma non ha giocato bene, ma ditemi voi quali parate ha fatto Rui Patricio…”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Una vittoria che tranquillizza l’ambiente, i 25 punti in classifica sono un bel bottino e quindi della Roma possiamo parlare solo che bene”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Zaniolo va fatto giocare, anche come punta, perchè no…Lui comunque in qualsiasi ruolo sta fa quello che gli riesce meglio: parte in progressione e va via di potenza. La partita della Roma non è stata bella ieri sera, ma il risultato è importantissimo…”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “Vedo una Roma con un bel carattere. Diawara ha dimostrato di non essere uno da lasciare da parte”.

9 Commenti

  1. Sei partite in un mese,una ogni tre giorni.Dicembre di fuoco e si vedrà se la squadra regge.Dopo la sosta,alla riapertura:Milan-Roma,Roma Juventus.A parte lo spareggio di Conference e la Coppa Italia.
    Bisogna saccheggiare il mercato.Se no non si regge.

  2. Ma che bel silenzio.

    Comunque si può anche decidere di giocare una partita così, di catenaccio e ripartenze, di sofferenza a palate fino alla fine.. ma non ci si può permettere di sbagliare le occasioni per chiuderla. Ti va bene una volta…
    Ad ogni modo vittorie come questa sono fondamentali, per cui godere il giusto e testa a Bologna che vale il doppio di questi 6 punti appena fatti.

    • col centrocampo che era rimasto, era l’unico modo di vincerla. e infatti subito Pairetto-Irrati, che stiamo troppi punti sopra la rube.
      a proposito, splendida la stampa italiana. il processo mediatico è già bello che fatto: come non era doping ma “sistema-Agricola”, come non era calciopoli ma “sistema-Moggi”, ora non c’è una caso plusvalenze, ma un “sistema-Paratici”. e il problema è risolto: la rube non c’entra nulla, è Paratici che signora mia, guarda, che tipaccio

      • basta che vedi come s’è sbrigata la figc a chiedere le carte dell’inchiesta (così la rube sa su cosa difendersi nel processo penale) per capire che voglia di pulizia c’è… fortuna che la procura ha opposto il segreto istruttorio, e je le manda ad indagini chiuse (cioè acquisite tutte le prove). comunque i casalesi hanno avuto meno processi della rube, vorrà dire qualcosa?

  3. Nessuno è grande come marione. Il paragone con la roma di Radice è sublime… che musica per le nostre orecchie…. sento ancora rieccheggiare “faccetta nera” …. che tempi…. che ricordi !!!

    • Puoi anche scrivere qualcosa sulla Roma e non solo su marione che, tra l’altro, non è esattamente un personaggio da incensare, ne un tifoso da prendere come esempio ne tantomeno un giornalista…
      Anzi.

  4. Onestamente io direi un bel chissenefrega del bel gioco? Se vedo un allenatore FINALMENTE intelligente, che capisce che la squadra di Juric non è in grado di costruire gioco e li obbliga a farlo stando basso e così vince la partita rischiando quasi niente, volete dire che ci frega del bel gioco? Tra l’altro l’azione del gol è stata bellissima, Mkhi Ibanez Mikhi e imbucata per Abraham con velo di Zaniolo, una bellezza. Se il bel gioco dev’essere fare 3-3 col Genoa, vincere 4-3 o magari perdere 4-3 dallo Spezia ecc io dico
    al diavolo il bel gioco, VIVA MOURINHO!!!!!

Comments are closed.