13 Dicembre 2021

Inchiesta sul calciomercato, indagati Chiodi e Ramadani. Chiesta documentazione anche alla Roma

Foto Tedeschi

INCHIESTA CALCIOMERCATO – Dopo l’indagine sulla Juventus, un’altra inchiesta sta per travolgere il mondo del calcio. Secondo Repubblica, la procura di Milano insieme alla Guardia di Finanza avrebbe eseguito una perquisizione nei confronti di Pietro Chiodi, Fali Ramadani e delle corrispettive società. Entrambi sarebbero indagati per evasione fiscale, riciclaggio e autoriciclaggio, per le operazioni sui calciatori con undici società di calcio che non sarebbero invece indagate. Le operazioni sotto la lente di ingrandimento da parte della Guardia di Finanza sembrano essere quelle su Miralem Pjanic, Kalidou Koulibaly, Federico Chiesa, anche decine di operazioni minori, relative a calciatori assistiti dall’agenzia del procuratore, soprattutto atleti provenienti dall’est Europa. Inoltre, sarebbero state chieste le documentazioni ad undici squadre di Serie A: Juventus, Torino, Milan, Inter, Verona, Spal, Fiorentina, Cagliari, Roma, Napoli e Frosinone. Secondo l’accusa, i proventi delle mediazioni non venivano tassati in Italia, ma in paesi esteri dove è possibile usufruire di tassazioni migliori rispetto a quelle del nostro paese. L’inchiesta della procura di Milano avrebbe portato Ramadani ad essere iscritto nel registro degli indagati anche in Spagna, proprio per il sistema di tassazione usato dall’agente e per la compravendita di calciatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.