Foto Tedeschi

TIAGO PINTO COLALUCCI ROMA BODO – Non solo il ct Roberto Mancini, sarebbe dovuto esserci anche Tiago Pinto al Circolo Antico Tiro a Volo, dove si è svolta la settima edizione del premio “Giuseppe Colalucci”. Il gm della Roma però non si è presentato a ritirare la targa che gli spettava, e ha lasciato invece il seguente messaggio: “Ringrazio gli organizzatori del premio Colalucci per aver pensato di conferirmi questo riconoscimento cosi prestigioso. Mi ha fatto piacere leggere tra le motivazioni che – in un periodo di grande difficoltà per il calcio a livello mondiale – abbiamo gettato con la proprietà le basi per un futuro migliore e stabile per il Club. Tuttavia, come comprenderete, il rispetto che nutro nei confronti dei tifosi della Roma e della Roma stessa non mi consente di ritirare questo premio all’indomani di una serata così dolorosa per tutti noi”.

Leggi anche:
Ko della Roma col Bodo, il ct Mancini non ne fa un dramma: “Campo difficile, può capitare”

2 Commenti

  1. il rispetto verso i tifosi dopo anni di sofferenze e delusioni sarebbe di fare una grande squadra e non di acquistare le riserve di altre societa ,anche perche a roma di riserve ce ne abbiamo da vendere…..questo è rispetto!!!! no non andare a prendere un premio tanto te lo portano a casa……..un po di vergogna no!

Comments are closed.