13 Settembre 2022

Pellegrini, quota 200 ma senza la festa. Zaniolo, è la tua ora

Il capitano della Roma ha alternato begli assoli e qualche calo di ritmo

Foto Tedeschi

La Roma ritrova la vittoria e dal Castellani ritorna a sorridere, grazie anche e soprattutto alla Joya che illumina il gioco giallorosso: Paulo Dybala. Non ha brillato il capitano Lorenzo Pellegrini, che dagli undici metri colpisce la traversa e rimanda i festeggiamenti per le 200 presenze con la maglia della Roma.

Zaniolo è pronto

A inizio stagione, erano attesi come i Beatles, ma la sensazione è che i “fab four” giallorossi per il momento non siano tutti sincronizzati, si legge su La Gazzetta dello Sport. Paulo Dybala è il leader tecnico di questa Roma a quattro stelle e lo sta dimostrando anche con i gol e gli assist. Tammy Abraham sbuffa, soffre e impreca, però a suo modo sta cominciando a lasciare il segno come nella scorsa stagione. Adesso, perciò, tocca a Lorenzo Pellegrini e al redivivo Nicolò Zaniolo aprire lo spartito ed entrare subito nel sound.

Il capitano della Roma ha alternato begli assoli e qualche calo di ritmo. Proprio per questo ieri, quando si è presentato sul dischetto del rigore sembrava un po’ una specie di favola. Per uno come lui, con la fascia al braccio da romano e romanista, realizzare il suo primo gol stagionale nella sera della sua duecentesima partita in giallorosso, sarebbe stata la vera ciliegina su una torta dal sapore buonissimo. Invece il pallone ha scheggiato la traversa ed è volato verso il cielo.

Il quarto “beatle”, invece, si è visto solo a bordo campo scaldarsi. Zaniolo temeva di poter rientrare in campo solo dopo la sosta e invece ha stretto i denti e ha risposto subito all’appello dello Special One. Arruolabile contro l’Empoli, probabilmente già titolare giovedì prossimo in Europa League contro l’Helsinki e titolarissimo domenica prossima nella sfida al vertice contro l’Atalanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.