14 Settembre 2022

Pellegrini, i numeri di inizio stagione disperdono l’eco delle critiche

Anche questa volta il capitano giallorosso è finito sotto la lente di ingrandimento di alcuni tifosi della Roma

Foto Tedeschi

Sembra un copione già scritto, eppure è successo di nuovo: nella serata in cui Lorenzo Pellegrini raggiungeva le 200 presenze con la maglia della Roma, il capitano giallorosso è stato di nuovo al centro di critiche da parte di alcuni tifosi. Il motivo è presto svelato: durante il match contro l’Empoli il numero 7 ha avuto la possibilità di festeggiare questo traguardo con un calcio di rigore. Mancano 10 minuti al triplice fischio: dopo un consulto al VAR, il penalty viene confermato. Dal dischetto si presenta Pellegrini. La Roma vince 2-1 e il gol del capitano potrebbe mettere in cassaforte il risultato. Il pallone, però, si stampa sulla traversa. Nonostante l’errore dagli 11 metri, i giallorossi alla fine si porteranno a casa la vittoria.

In realtà il rigore sbagliato al Castellani è soltanto la punta dell’iceberg. I tifosi della Roma, non tutti, c’è da dire anche questo, puntano il dito soprattutto su alcune prestazioni del centrocampista. I primi scricchiolii si sono avvertiti dopo la prestazione a Torino contro la Juventus, ma in quel caso nell’occhio del ciclone ci finì tutta la squadra nonostante il pareggio finale strappato con le unghie. Oltre a ciò, si possono ricordare anche le debacle di Udine e Razgrad. Tra i nomi più criticati c’è quasi sempre lui. Agli occhi di una certa fetta di tifosi il livello delle prestazioni di Pellegrini è calato rispetto all’anno scorso, come se non fosse più un grado di incidere nei 90 minuti.

Eppure, se guardiamo i numeri ufficiali di inizio stagione, la storia è leggermente diversa: primo all’interno della rosa per km percorsi, assist collezionati (per un totale di 2) e secondo per occasioni da gol create. Inoltre, a livello di Serie A è decimo per occasioni create e nono per passaggi chiave. Confrontando tutto questo con le statistiche della scorsa annata, si può notare come l’unico dato in cui si è registrato un “peggioramento” sia esclusivamente il numero di gol realizzati. Nella stagione 2021/2022, dopo 6 giornate di campionato, il centrocampista giallorosso si trovava già a quota tre reti ma dal punto di vista degli assist, ne aveva raccolti a malapena uno.

Cosa vuol dire questo? Quando si decide di indossare la fascia da capitano, automaticamente la pressione aumenta. È inevitabile, soprattutto se giochi nella squadra per la quale tifi sin da piccolo. Con Mourinho in panchina, Pellegrini ha raggiunto la piena maturazione calcistica. Per questo motivo i supporters giallorossi si aspettano molto dal numero 7. Essendo romano e romanista, la sua avventura nella Capitale è sempre stata oggetto di discussioni animate, a volte giuste e altre meno.

“Figli di Roma, capitani e bandiere… questo è il vanto che non potrai mai avere!” recitava uno striscione della Curva Sud. Mai come ora questa frase è di aiuto per “comprendere” la situazione di Lorenzo Pellegrini. Il bene della squadra viene prima di tutto e il capitano lo sa.

Dalla mediana alla trequarti, Mourinho, soprattutto nelle ultime uscite, lo ha impiegato in diverse posizioni del campo e lo spirito di abnegazione del numero 7 c’è sempre stato. Se si aggiungono i dati citati prima, il quadro nel complesso non è così drammatico. Infine, bisogna ricordare che siamo ancora a inizio stagione: ciò vuol dire che Lorenzo è abbondantemente in tempo per convincere tutti ancora una volta, anche i più scettici nei suoi confronti.

Marco Guerriero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

23 commenti

  1. Michele ha detto:

    Chi vede le parite della Roma con costanza sa bene che Pellegrini apparrebbe più brillante se giocasse nella posizione di Dybala. Inoltre l’immensità di Dybala fa sembrare tutti gli altri un po’ intorpiditi, per fortuna sopratutto gli avvresari.

  2. Marco65 ha detto:

    E’ un giocatore mediocre non c’e’ nessuna critica ne accanimento particolare da parte del tifoso romanista.C’e’ l’ oggettivo riscontro che le sue prestazioni sono sempre sottotono da 5,5 in pagella. La cosa sorprendente di questo giocatore e’ come faccia ad avere una stampa cosi’ sempre favorevole.

    • lorenzo ha detto:

      #Marco 65
      Pellegrini miglior giocatore della passata edizione di Conference e decisivo in campionato.
      Ricorda che in panchina se levi Mou e metti : Ancelotti/Klopp/Guardiola/Conte/Allegri…. Pellegrini gioca sempre.
      questa oggettiva mediocrità la vedi solo te. Ormai a Roma pure se fa nà papera il portiere è “colpa” di Pellegrini. Lasciatelo in pace.

      • Marco65 ha detto:

        La vedo solo io? Mi sa che frequenti poco gli stadi e non puoi ascoltare i commenti su Pellegrini da parte dei tifosi che guardano la partita. Io non mi accanisco contro Pellegrini vorrei solo che giocasse senza cercare sempre la giocata che non sa fare e spesso inutile per la squadra, che desse semplicità e sostanza alle sue prestazioni senza correre a vuoto o andare in avanti alla velleitaria ricerca del gol. In avanti abbiamo già Dybala, Zaniolo, Abraham che sono molto meglio nei rispettivi ruoli. Pellegrini deve eliminare equivoci tattici e giocare a centrocampo non per se stesso ma per far giocar bene la squadra, ispirando la manovra, senza sbagliare palloni banali e assumere il ruolo di centrocampista leader della squadra. Per ora resta nella mediocrita’ non e’ il gol in piu’ o in meno che conta e’ il rendimento complessivo per ora siamo sul 5,5 e siamo molto lontani dall’essere leader.

    • yas70 ha detto:

      mannaggia quanta gente che capisce poco di calcio frequenta gli stadi!!!

      • marco65 ha detto:

        Per capire il gioco del calcio oltre a frequentare gli stadi devi averci giocato per anni, non basta guardare se non sei mai stato in campo a certi livelli.
        Io ti dico perchè Pellegrini gioca da 5,5 e come dovrebbe giocare per essere utile a questa squadra.
        Magari se riesci a esprimere una tua opinione sarebbe meglio.

  3. Fabrizio ha detto:

    Pellegrini è sempre stato particolarmente criticato da alcuni tifosi, però a me sembra che negli ultimi anni sia migliorato parecchio.

    Sapeva di essere accusato, per esempio, di non saper tirare le punizioni.
    Credo si sia impegnato molto in questo senso e mi sembra che il suo tiro sia migliorato.

    Non capisco queste diatribe tra tifosi sullo stabilire il valore tecnico dei giocatori.
    Nessuno può essere incolpato se non è un fuoriclasse, possiamo solo valutare l’impegno che ognuno ci mette.

  4. Vincent Vega ha detto:

    Inizio di stagione assai stentato, sempre insufficiente. Corre poco e lotta meno. Moltissimi i palloni persi/sprecati: deve crescere, ma di molto.

    • Ciccio ha detto:

      Ciao Vincent, premesso che so quanto tu sia sempre in prima linea nel difendere la Roma e i giocatori che ci giocano, mi chiedevo che senso ha sottolineare da parte tua che il capitano corre poco , quando come scritto nell’articolo che a questo punto credo tu non abbia nemmeno letto, risulta essere il giocatore che corre di più di tutta la rosa ? Possibile che anche un grandissimo tifoso della Roma come te sia diventato più che altro un tifoso delle sue idee ?

      • Vincent Vega ha detto:

        Ciao Ciccio, in effetti non ho letto l’articolo, che, mi accorgo, parla in generale di km percorsi. Mi sembra un parametro un po’ vago…Per me resta un giocatore lento e, in queste prime partite, tutte insufficienti a mio avviso, abbastanza svogliato, impreciso e superficiale nelle giocate. Ammetto di non stravedere per i giocatori come lui…Visto quello che costa e vale a giudizio di molti, credo dovrebbe dare di più. Alla prossima. FORZA ROMA!

      • marco65 ha detto:

        Non conta quanto corri ma come corri se per 90 minuti corri a vuoto non servi a niente. Molto importante è anche a che velocita’ corri anche Cristante corre ma a una lentezza esasperante, Pellegrini corre ma in velocità viene sempre recuperato da qualsiasi difensore e a centrocampo spesso corre dietro agli avversari senza prenderli mai.

  5. gio ha detto:

    A roma viaggiamo sempre sui ricordi o dei mesi passati…che sia un giocatore mediocre si vede dal confronto con Dybala….giocatore vero con altra mentalità , e lui capitano dovrebbe prendere l’esempio ….no vivere sugli allori.

    • Dom ha detto:

      Pellegrini non è Totti, su questo dovremmo prenderne atto e non fare confronti, anche inconsapevolmente.
      È un buon giocatore, non un fuoriclasse, punto. Alterna prestazioni buonissime (vedi derby ultimo) ad altre più opache. Ma così fanno tutti i calciatori che non sono top.
      L’importante è che sudi e onori la maglia e mi sembra che lo faccia sempre e quindi daje Lorenzo!

  6. Harlock ha detto:

    secondo me sconta la, per usare un eufemismo, poca dinamicità della coppia Cristante-Matic. penso che, con un centrocampista che abbia i tempi d’inserimento, per il Capitano sarebbe meno complicato. per ora mi sembra che tolta l’opzione palla ad Abrahm non ci sia molto altro

  7. YELLOW&RED LIVES MATTER ! DAN , CACCIA LI SORDI! FACTA,NON VERBA ha detto:

    Chi lo critica è perchè rosica di non avere un Romano,Romanista e Campione nella sua squadretta che tifa. Sta giocando per 3 , si sacrifica in difesa,triplo lavoro a centrocampo e aiuta in attacco. Se gli mettono al fianco scarpari o ex giocatori a parametro zero nemmeno Superman farebbe di meglio. FACTA!!

  8. elconde ha detto:

    I “numeri” dei P-boys sono sempre gli stessi, patetici (tutti tranne uno) nel dare addosso al capitano. Nun je dà retta Lorè!

    • Ciccio ha detto:

      Elcò che siano i f-idiots è chiaro a tutti, ma dopo tre anni ce lo spiegheresti pure a noi chi so sti famigerati P-boys di cui tu sei l’unico che sento parlarne ?

  9. vittorio ha detto:

    CORRE PER IL CAMPO PER 90 MINUTI,RECUPERA PALLE , HA VISIONE DI GIOCO,
    MA HA POCO FISICO, SEMPRE PER TERRA (QUADRADO 2 ), METTE GLI OCCHI DELLA
    TIGRE DOVE NON OCCORRE . SI PERDE COME TANTI ALTRI NEI LABIRINTI DEL CALCIO SOGNATO E NON GIOCATO. SCUSATE …

  10. giovannib ha detto:

    Torno su un tema già detto, ma se Mancini e Mourinho, rispettivamente un grande allenatore e un Super mega Allenatore che ha vinto ogni cosa possibile, lo considerano un titolare imprescindibile, e visto che noi facciamo lavori diversi, non è che forse forse, dico forse, gli allenatori ne sanno più di noi? No, giusto per dire

  11. Vincent Vega ha detto:

    Ad oggi in stagione Pellegrini ha giocato sempre, secondo l’articolo ci sarebbero numeri che dimostrano la (grande) bontà delle prestazioni del nostro. A me francamente sembra una notevole esagerazione, anzi una cosa non corrispondente affatto alla realtà dei fatti: c’è qualche tifoso d’altronde che si augura davvero che LP continui a giocare ai livelli visti in queste prime 7 partite? Secondo me, ad oggi non è mai stato pienamente sufficiente e spesso ha giocato francamente male (Juve, Ludogorets…), in particolare in relazione ai soldi che la società investe su di lui. Prove me wrong.

  12. papa max ha detto:

    Signore e signori .. nel calcio ogni giocatore puo’ giocare bene o molto bene o anche male o molto male e perfino in maniera sufficiente .. basterebbe scrivere recensioni veritiere e semplicemente dire come un giocatore abbia giocato .. ma qui sembra che il pallone sia vostro e possa giocare a scrivere commenti solo quelli che vi stanno simpatici .. sulla veridicita’ dei vostri giudizi ci sarebbe molto da dire ma, ripeto .. il pallone e’ vostro .. e andra’ a finire che giocherete sempre piu’ solo voi della premiata redazione .. senza rancore ..