Carlo Pellegatti, giornalista e telecronista milanista, ha parlato nel corso della trasmissione ‘A tutto campo’ in onda sulle frequenze di Radio IES
 
Su Milan-Roma”Il Milan arriverà alla partita di sabato in buone condizioni. L’unica defezione è Zambrotta che verrà sostituito da Ambrosini, per il resto è la formazione di Bologna, anche Gattuso sarà disponibile.In settimana ho avuto modo di cenare in compagni del Mister Allegri; secondo lui non giocheranno né Borriello né Vucinic e scenderanno in campo Totti e Menez.Il mio augurio è che il Milan giochi una partita di grande intensità come ha fatto nelle ultime gare; se la squadra gioca “da Milan” mi aspetto un bel risultato.Allegri ha il grande merito di aver forgiato un Milan che lo rispecchia, ha trova la giusta alchimia.”
  Sull’avvio di stagione della Roma”L’avvio in sordina della squadra giallorossa è’ una cosa incomprensibile e non è la prima volta che capita. Lo scorso anno accadde con Spalletti, adesso con Ranieri. La Roma non può mollare la lotta per lo Scudetto. Visto il potenziale della Roma non mi spiego l’attuale distacco in classifica dal vertice”
 Sul possibile arrivo di Cassano in rossonero”Non conosco Cassano a fondo ma penso che alla fine verrà, se  domani fosse a disposizione credo che partirebbe dalla panchina visto l’attuale assetto del Milan.Cassano deve meditare bene prima di venire, perché con questi giocatori non è facile trovare un posto da titolare.”
Su Pato
“In queste ore lo stanno visitando ma da quanto ho capito tutto dipende dai suoi ritmi di allenamento. Deve migliorare in questo per poter scongiurare possibili guai fisici in futuro. A Giugno mi auguro che Pato possa restare al Milan, perché si tratta di un campione e per una grande squadra è una sconfitta fare una cessione di questo livello. L’importante è che non si adagi e che rimanga agli altissimi livelli che gli competono.”