12 Novembre 2019

‘Conti alla Mano’, possesso palla sterile della Roma a Parma: 62,3% ma solo 2 occasioni create

Foto Getty

romanews-parma-roma-pastore-darmian-kucka.jpg

CONTI ALLA MANO – ‘Conti alla Mano’ è la nuova rubrica ideata e realizzata da Romanews.eu per cercare di capire meglio il rendimento della Roma attraverso le statistiche avanzate. Ogni settimana proporremo gli spunti più interessanti, provando ad analizzarli e a spiegarli in modo semplice. Oggi parliamo della sterilità del possesso palla avuto dalla Roma contro il Parma, come evidenziano le statistiche del match.

La partita della Roma a Parma: una sconfitta meritata

La Roma ha perso a Parma per 2-0. Si tratta della terza sconfitta stagionale per gli uomini di Fonseca, dopo quelle contro Atalanta e Borussia Monchengladbach. Quella contro gli emiliani però è stata forse la più meritata. I giallorossi infatti non sono sembrati mai essere troppo in partita al Tardini. Tanto da concedere 1,30 xG (indice di pericolosità dei tiri), producendone solo 0,97. Un dato che testimonia come il Parma sia stato molto più pericoloso della Roma nel corso dei 90 minuti.

Le statistiche di Parma-Roma: possesso palla sterile per i giallorossi

Eppure i giallorossi hanno tenuto in mano il pallino del match per gran parte del tempo. Non a caso il possesso palla romanista si è attestato intorno al 62,3%. Gli uomini di Fonseca non sono stati però capaci di convertire la grande mole di gioco avuta in reali occasioni da gol. E così, nonostante i 14 passaggi chiave e i 19 dribbling, la Roma ha tirato in porta solo 6 volte e creato appena 2 situazioni pericolose. Il possesso palla romanista contro il Parma è stato quindi più che altro sterile. Ciò è reso evidente soprattutto dal rapporto tra le occasioni prodotte (0,97 xG) e i passaggi totali completati (512). Infatti, in questa partita i giallorossi hanno trasformato in situazioni concretamente pericolose soltanto lo 0,2% dei passaggi effettuati. Si tratta del secondo peggior dato stagionale dopo quello contro la Sampdoria, guarda caso un’altra gara giocata malissimo in attacco dalla Roma.

Altri spunti statistici del match: anche la difesa stavolta non ha funzionato al meglio

Al contrario della partita con la Samp, però, stavolta anche la difesa è stata tutt’altro che irreprensibile. In realtà il numero di occasioni subite concretamente dalla Roma non è stato altissimo. Il Parma tuttavia è sembrato troppo spesso poter penetrare la retroguardia romanista a proprio piacimento. In effetti il numero di passaggi chiave concessi dai giallorossi è stato davvero molto alto. Questo sia in assoluto (13) sia in rapporto ai passaggi totali effettuati dagli avversari (4,2%, secondo peggior dato stagionale dopo quello nel derby). Segno che la Roma si è esposta troppo alle ripartenze gialloblù, senza riuscire a trovare una contromisura efficace, nonostante i 19 contrasti vinti nel corso del match. (fonte dei dati: WhoScored.com, InfoGol, SofaScore e Understat.com)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Franz ha detto:

    Il possesso sterile della palla, al di là che è improponibile per i giocatori lenti (Fazio e Cristante), vecchi (Kolarov), scarsi (Santon, Jesus) e rotti (Spinazzola), è comunque UN INGANNO per la società, per i tifosi e per la stessa squadra e allenatore, se poi si PERDE!