Pallotta: “Vorrei stare di più a Roma. Gabrielli? Incontro piacevole”

Redazione RN
12/12/2015 - 20:10

NOTIZIE ROMA – Dopo una settimana ricca di incontri nella capitale, il presidente della Roma Pallotta, di ritorno a Boston, ha scambiato dei messaggi con Paul Rogers, dando vita a una vera e propria intervista pubblicata sul sito ufficiale del club:

Hai tempo per un caffè nel tuo albergo?
Sono già in volo sopra la Francia. Vuoi parlare?

Sì, avrei delle cose da chiederti…
Ok.

Com’è stato tornare a Roma?
E’ stato bello rivedere i giocatori ed incontrare tutti gli altri. Sono stato via troppo tempo.

Sembri a tuo agio a Roma. Ti piacerebbe passare più tempo qui?
Sì, tutte le volte penso che mi piacerebbe passare più tempo a Roma. Devo visitare ancora tanti posti interessanti e spero di poter restare più a lungo per la fine dell’inverno.

Cosa hai fatto in questi giorni?
Per buona parte della settimana sono stato impegnato in riunioni organizzative, sia legate all’aspetto sportivo sia a quello commerciale. Venerdì, poi, ho concluso la mia settimana con un incontro molto piacevole con il prefetto Gabrielli.

Piaciuta la partita di mercoledì?
Penso che la squadra abbia giocato bene, in particolar modo quando è venuta fuori nel secondo tempo. Ovviamente c’era meno sostegno del previsto, ma proseguire il cammino in Champions era importante per diversi motivi.

Su Twitter abbiamo visto delle foto di un tuo incontro con Totti…
Adoro Francesco. Il mio più grande dispiace è non averlo visto giocare sin da ragazzino. E’ una leggenda, ma è molto umile e sono entusiasta che possa continuare ad essere un pezzo importante della storia della Roma per i prossimi vent’anni.

Perché a Roma vai sempre in giro a piedi?
Perché solo camminando riesce a comprendere a fondo una città. A maggior ragione a Roma: ogni dieci passi puoi vedere un meraviglioso pezzo di storia.

Ti piace fermarti a parlare con le persone che incontri quando cammini?
I tifosi mi parlano tutto il giorno e in ogni occasione resto convinto del fatto che siano i più appassionati del mondo. E per questo che desidero tanti successi per loro.

È nel loro pieno diritto esprimere il loro parere sulla squadra quando è costruttivo è molto utile. La maggior parte mi dice di non cambiare strade e mi ringrazia di renderli fieri.

Davanti ai problemi non mi nascondo, credo sia giusto essere aperti e trasparenti il più possibile. E mi aspetto che anche gli altri facciano lo stesso con me. Se non è così, allora mi trovo in linea con un pezzo di la Hunters, intitolato “Once Bitten Twice Shy”.

Sistemare le cose il più velocemente possibile è nella mia natura. Sono il primo ad essere frustato con me stesso, sopratutto quando noto che certe cose vanno troppo lente rispetto alle mia aspettativa. Ma poi devo fermarmi a pensare che ci vuole tempo. Non ho molta pazienza. E odio perdere.

Vedi tutti i commenti (9)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Il problema non è pallotta.. che sia benedetto.. ci ha messo un sacco di soldi.. il problema è rudi garcia.. ma giustamente dopo che a pallotta gli hanno detto di rinnovare il contratto a questo non allenatore.. non vuole perdere questi soldi.. e non gli si puo dare tutti i torti.. è garcia che sta a ruba i soldi.. no pallotta che ormai glieli deve dare.. gsrcia con messi e ronaldo riuscirebbe a non vincere nulla

  2. Meno male che ancora c’è qualcuno che si rende conto che dati alla mano la roma con questo presidente è la società che in italia a speso di più! il problema della roma è che questi soldi sono spesi male(grazie al grande intenditore di sabatini che non a caso è stato esonerato sia nella lazio sia nel grandissimo palermo), gli ingaggi percepiti dai nostri fenomeni sono secondi solo alla juve(che però ha un fatturato due volte superiore al nostro) e infine allenatore davvero scarso che non cura minimamente la parte tattica di questa squadra(credo che tutti concordano che la roma non sa nè attaccare nè difendere). mi auguro che pallotta se ne renda conto e esoneri il prima possibile garcia e sabatini

    1. Certo che se l’allenatore ha una filosofia di gioco e non si inventa altro e non gli costruisci una squadra per fare il suo gioco, aggiungici, poi che, magari, non punta sulla tattica e gli dai una squadra sbilanciata con ruoli scoperti, altri ricoperti da giocatori fuori ruolo ed esageri nel numero di giocatori che, come prima caratteristica, diciamo, non brillano per intelligenza tattica, per usare un eufemismo, allora, forse, non lo stai certo aiutando! Una società forte fa gli allenatori forti! Chiaramente, poi, per vincere, serve una squadra realmente forte, ma una squadra!!!!

  3. …che marchetta..!! ….. ce crede tu sorella…alla genuinità di stà marchetta..: BRAVI….semo tutti scemi….

  4. Ah Pallotta portate pure Garcia in America, ma per sempre!!!! …er francese domani cor Napoli ce fa pigliá altri 6 goal….

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...