• Il Pagellone del Cotu. 4 a Spalletti, casoncello bergamasco. 3 a Strootman, bella lavanderina

    Redazione RN
    21/11/2016 - 12:30

    Il Pagellone del Cotu. 4 a Spalletti, casoncello bergamasco. 3 a Strootman, bella lavanderina

    IL PAGELLONE DEL COTU – L’inviato di Romanews.eu”, stila il Pagellone di Atalanta-Roma.

    5,5 a Fazio, ‘il pastore triste’
    C’è un fotogramma, carpito nel secondo tempo, che spiega al meglio la partita del ‘Federicone’ nazionale. In pieno pressing avversario, le telecamere scorgono un primo piano dell’argentino a dir poco scoraggiante. Fiatone, barba lunghissima e sudata, testa bassa e sguardo spento: l’ex Siviglia sembra un impolverato personaggio del presepe scansato per qualche pecorella in più. Proprio lui, pastore smarrito in una difesa dolce amara. Gli mostriamo solidarietà sperando possa vivere tempi più felici.

    5 a Wojciech Szczesny, ‘faccia tosta’
    Pronti, partenza, via: il 18 novembre ‘faccia tosta Wojciech’ rilascia al sito del club dichiarazioni di ritrovato spirito agonistico: “Vogliamo vincere, che si tratti dello Scudetto o dell’Europa League”. Così, come da copione, l’amico polacco osserva prima la carambola del nuovo astro nascente Caldara (1-1), sbagliando poi lato sul rigore messo a segno da Kessie. Della serie ‘non facciamoci mancar nulla’. Mentre i trofei aspettano, lì in cima alla classifica dei bei propositi.

    5 a Bruno Peres, ‘telenovela brasiliana’
    Povera anima perduta. Gli splendidi ricordi granata si offuscano di giornata in giornata, come fossero flashback isolati in una telenovela sudamericana. Bruno sudamericano lo è (pensate, è nato a San Paolo), ma di brasiliano vanta solo la pelata. Quella del primo Ronaldo, per intenderci. Quando crossa lui gli avversari ripiegano a prescindere, stringendogli la mano e offrendogli pure un caffè. Di tragedie a tinte verdeoro Roma ne ha viste tante, ma questa ha colto tutti alla sprovvista. Lui incluso.

    4 a Salah, ‘Gervinho 2, la vendetta’
    In diverse parti del mondo la reincarnazione post-mortem è credenza diffusa. Ora: Gervinho e vivo è vegeto (anche se con qualche problema al crociato), ma il dubbio che si sia impossessato di Momo c’è e preoccupa molti. Tre gol divorati su tre hanno risvegliato le imprecazioni dei suoi amici, familiari, tifosi e follower. La Apple gli ha regalato un iPhone 7 personalizzato, diversi giorni fa. Si denuncia mancata presenza di aggiornamenti.

    4 a Paredes, ‘il regalino di Natale’
    All’età di circa sei anni, dalle scuole calcio agli oratori di tutto il mondo, si raccomanda attenzione su un fattore molto importante: non abboccare alle finte di un attaccante avversario nella propria area di rigore. O Leandro ha ancora cinque anni, oppure in Argentina c’è un grave problema logistico. Dal canto suo, il Papu Gomez incassa il regalino di Natale e ringrazia. L’Atalanta pure.

    4 a Spalletti, ‘casoncello bergamasco’
    “Le situazioni”, come ama definirle lui, stavolta non girano. Luciano sbatte i pugni, si arrabbia e non azzecca i cambi. La fronte calva non risplende e il cielo lombardo lo incupisce. A Bergamo si è soliti mangiare i casoncelli, ravioli ripieni a foggia di mezzaluna. Lui un po’ casoncello è, ripieno di incertezze, paure e flebili illusioni.

    3 a Strootman, ‘bella lavanderina’
    Pronti, partenza, via (seconda parte): il 15 novembre l’olandese rilascia al sito della Uefa dichiarazioni di indubbia carica emotiva: “Puntiamo a vincere tutto, scudetto ed Europa League”. La lavatrice si inceppa e inonda di varechina qualsiasi capo. La prestazione fa rimpiangere il lavaggio a mano e anche le ‘belle lavanderine’ di canora tradizione. Dimostrazione che a volte la tecnologia fa male davvero.

    s.v. a Iturbe, ‘Nanni Moretti’
    Lo vedi in faccia e ti viene voglia di fargli una carezza. Lo vedi in campo e ci ripensi su. Di Juan Manuel s’è fidata una città intera, che ancora aspetta il conto indietro. L’ex campioncino è triste e ci rattrista. Ricorda i primi film di Nanni Moretti, in cui si parla tanto e non si conclude nulla. Lui, poverino, parla pure poco. Pensate quant’è terribile il problema.

    Riccardo Cotumaccio

    Vedi tutti i commenti (1)

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    *

      Tutti i commenti

    1. Ah, che gran divertimento la moda delle pagelle spiritose! Tutti schiavi della battuta riciclati nel calcio. p.s. Strootman comunque è in condizioni imbarazzanti al momento attuale vale si e no il 30% dello Strootman pre infortunio.

    Seguici in diretta su Twitch!

  • Leggi anche...