4 Settembre 2022

Pagelle Udinese-Roma: Karsdorp apre la fiera degli orrori, Rui Patricio va a farfalle. Inutili gli spunti di Dybala

Alla Dacia Arena in scena il posticipo della quinta giornata del campionato di Serie A. I voti dei giallorossi.

Foto Tedeschi

Udinese-Roma segna la prima sconfitta stagionale per la squadra di Jose’ Mourinho. Giallorossi competamente travolti dalla forza propulsiva e dinamica dei friulani di Sottil. Pellegrini e compagni non sono mai in partita, con il solo Dybala a cercare di far male. In classifica i bianconeri agganciano i giallorossi e l’Atalanta al terzo posto in classifica con 10 punti, uno in meno delle capoliste Napoli e Milan.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Rui Patricio 4
Se non può far nulla sull’errore di Karsdorp al primo gol, quello sul raddoppio somiglia molto a una papera. Parte in ritardo sul terzo a completare una serata da dimenticare.

Mancini 4,5
Leggerezze difensive e disattenzioni, marcature decisamente rivedibili. Va vicino a riaprire la partita con un legno centrato nella seconda frazione. (Dal 65′ Zalewski 4,5: forze fresche per cercare di ridurre di riaprire la partita ma questa volta il cambio non funziona).

Smalling 5
Fa quello che può anche perchè nessuno lo supporta. Tra un errore su Success e il ct dell’Inghilterra che lo osserva dalla tribuna, contiene quello che è possibile contenere, ma quando ne prendi 4…

Ibañez 4,5
E’ quello che paradossalmente ballerebbe anche meno dietro, azzecca la lettura di alcune situazioni e si fa trovare quasi ben posizionato almeno fino al 2-0 anche se va in sofferenza su Deulofeu e non solo.

Karsdorp 4
Una doccia fredda l’erroraccio che regala la palla del vantaggio friulano. Un peccato grave di sufficienza quell’appoggio di petto al portiere con Udogie nei paraggi, un suicidio difensivo che cambia l’inerzia del match e che subisce lui anche psicologicamente. Mou saggiamente lo sostituisce dopo 45 minuti. (Dal 46′ Celik 4,5: appena entrato si crea un’occasione importante in area avversaria con un contatto da rigore molto dubbio.)


Cristante 4
Lento e impreciso nel fraseggio, soffre il centrocampo fisico e dinamico dell’Udinese. Ne azzecca poche e sparisce dal campo, un po’ come tutta la squadra nei primi 45′. Mourinho lo cambia. (Dal 46′ Belotti: 5 non riesce a incidere anche se qualche occasione se la crea).

Spinazzola 4,5
Confeziona una splendida palla filtrante per Dybala e poco altro. Non riesce a incidere in avanti mai innescato dai compagni, praticamente un fantasma.

LEGGI ANCHE

IL RACCONTO DI UDINESE-ROMA di Teresa Tonazzi


Matic 4,5
Il centrocampo giallorosso fatica a reggere l’aggressione dei friulani, e in buona parte è anche responsabilità sua. Tanti errori anche in fase di costruzione e scelte rivedibili.

Pellegrini 4
Non si vede mai, nemmeno quando nel secondo tempo scala in mediana per far posto al doppio centravanti. Tanti passaggi imprecisi, palloni buttati ed errori di impostazione. Spreca un giallo per proteste e archivia nel peggiore dei modi la sua partita numero 198 con la maglia giallorossa, tra i 50 romanisti con più presenze. (Dall’81’ Camara SV: esordio amaro).

Dybala 5,5
Il primo lampo lo scocca lui. Le sue iniziative sono le più pericolose, unico a tentare di impensierire i padroni di casa con i suoi spunti. Si prende anche un cartellino giallo per un fallo dubbio.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Abraham 4
Serata difficilissima. Non è mai veramente coinvolto nella manovra e mai pericoloso in una delle sue peggiori gare da quando è alla Roma. Nel secondo tempo si fa anche male a una spalla in uno scontro con Becao, stringe i denti e rimane in campo fino al 3-0.



Mourinho 4
Schiera la formazione migliore, al netto dell’assenza di Zaniolo, ma rimane spiazzato dalla leggerezza di Karsdorp che indirizza tutto il match. Poca qualità e poca voglia in una prova quasi umiliante per la truppa giallorossa. Questa volta non gli riesce di raddrizzare la squadra nell’intervallo come in altre occasioni. Quello che preoccupa è come la squadra si sia lasciata andare dopo il 2-0. Quella con l’Udinese è la sua sconfitta più larga in Serie A.




GSpin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 commenti

  1. Maurizio ha detto:

    Credo sia ora di cercare anche un portiere, questo oramai sta alla frutta……..

  2. Itti54 ha detto:

    Brava Giulia, stavolta le azzecchi tutte . . . Temevo, ancora una volta, la sufficienza regalata al “carismatico” . . .

  3. Newthor ha detto:

    Matic secondo me è l’unico che merita la sufficienza.
    Ibanez 5.5.

  4. Pinetto ha detto:

    Lecchiamoci le ferite e pensiamo alla prossima.

  5. Ginigioia ha detto:

    Pellegrini è un problema . Non ha un ruolo e non serve a nulla .

    • CAP ha detto:

      Finalmente qualcuno inizia ad aprire gli occhi, è il giocatore più sopravvalutato della serie A, sponsorizzato inspiegabilmente anche dai media, 8 volte su 10 perde palla o sbaglia il passaggio decisivo.

      • romamor ha detto:

        Hai fatto il ritratto di Spinazzola più che di Pellegrini: sopravvalutato, sponsorizzato dai media, perde palla 8, anche 9 volte su 10…

  6. Dom ha detto:

    Karsdorp non può giocare in serie A, realtà che prima si capisce e meglio è. Oggi ha indirizzato la partita verso la sconfitta, non è mai sicuro, lascia passare tutti. Non sa difendere e non sa attaccare.

  7. Marco65 ha detto:

    Voti perfetti.
    Solo un po’ generoso il 4 a Pellegrini.
    E’ il nulla assoluto che vaga per un campo di calcio.

  8. Mikele ha detto:

    Non ho capito? Se la Roma perde tutti prendono 4/4,5,? Ma che valutazione? Piena insufficienza Karsdop, Rui Patricio, Mourinho (che ancora deve dare una identità alla squadra oltre a difesa chiusa e contropiede). Spero che il fu n.1 impari qualcosa dalle numerose lezioni ricevute da allenatori italiani qualsiasi. ,ma a giudicare dai cambi mi sembra molto difficile!

  9. Romans ha detto:

    Troppo alto il 4 a Karsdorp. Matic, appena esce dalla comfort zone in cui praticamente ha un monolocale, perde palla come un ragazzino.

  10. CAP ha detto:

    Continuando a far giocare Cristante titolare fisso ed a considerare Pellegrini un campione, non si arriverà mai lontano.

  11. gio ha detto:

    non riesco a capire come si può far giocare in serie A un giocatore come Karsdorp …..una cosa vergognosa e non parlo solo di questa partita ,un giocatore che sa solo passare la palla indietro…bho……poi cominciamo a cercare un portiere vero…..questo sta diventando ridicolo, poi tutto è rimasto come gli anni passati ogni volta che la roma ha la sua occasione si cxxa in mano….

  12. Guido Bezzi ha detto:

    Karsdorp non sa fare nulla. È un giocatore inutile, anzi dannoso. Nella fase difensiva è tragicomico, nella fase d’impostazione semplicemente assente. Eppure Mourinho lo fa ancora giocare. Il problema principale è che molti tifosi ( ma anche giornalisti) si sono fatti abbagliare da quella coppetta vinta di recente dimenticando che la Roma, nello scorso campionato, è stata largamente deficitaria sotto ogni punto di vista. Anche quest’anno vedremo una Roma senza gioco, senza idee e senza personalità.

  13. Vincent Vega ha detto:

    Rui Patricio 3 (più gol che tiri subiti, al di là della ciofeca colossale del 2 a 0)
    Karsdorp 2 (vabbè, ma di cosa parliamo ancora?)
    Spinazzola 4 (disastroso. Non che fosse andato bene le altre partite)
    Mancini 5
    Ibañez 6
    Smalling 5,5
    Matic 6
    Cristante 4 (gli avversari vanno al triplo della velocità, giocatore dai limiti evidenti)
    Pellegrini 4 (capitano-trascinatore, sta giocando ad alti livelli proprio, tipo contro la Juve)
    Dybala 6 (corre e prova, in solitudine, a fare qualcosa almeno finché ha senso)
    Abraham 4 (ma che gli è successo? È da inizio campionato che sbaglia tutto).
    Mourinho zero: squadra completamente allo sbando, al solito zero pressing, zero gioco, ampli spazi per gli avversari, nessuna idea offensiva, a parte iniziative individuali estemporanee. Se il livello è Monza e Salernitana magari va, ma già Udinese pare troppo…
    Male anche i subentrati, segnalo però che a Karsdorp e Cristante preferisco chiunque.

    • Newthor ha detto:

      Mi sento quasi in colpa a dirlo, visto che non accade MAI, ma questa volta concordo appieno con le tue valutazioni.
      Ma in fondo anche un orologio rotto segna l’ora giusta 2 volte al giorno…

      Pensandoci meglio, forse è troppo severo lo 0 a Mou: non perchè non abbia colpe, tutt’altro, quanto perchè stavolta non ha cambiato la partita con i cambi, anzi forse la debacle del secondo tempo è ascrivibile in larga misura ai cambi fatti all’intevallo. Quindi 3, anzichè 0.

  14. elconde ha detto:

    Ariecco i “massacratori seriali” di Pellegrini…. non aspettavate altro eh? Lorè nun je da retta, sò i soliti laziali mascherati. Piuttosto manca il voto ai texani: 4 per il mercato. Ieri chi avevamo in panchina per il centrocampo? Quali grandi alternative in difesa? Vabbè ma tanto la colpa è di Pellegrini certo….

    • Marco65 ha detto:

      Non siamo noi massacratori seriali e’ lui che come si alza un minimo il livello gioca malissimo. Lorenzo dovrebbe invece darci retta e rendersi conto che deve dare molto di piu’ se vuole essere considerato un giocatore importante. Al momento e’ nullo e sparisce puntualmente dal campo quando le partite contano.