Foto Tedeschi

ROMA DEBRECENI PAGELLE – Continua il rodaggio della Roma di Josè Mourinho che ha battuto per 5-2 il Debreceni grazie alle reti di Mayoral, Pellegrini, Zaniolo e la doppietta di Dzeko. I due gol subiti sono frutto di due errori individuali di Kumbulla e Fuzato che hanno permesso alla squadra ungherese di trovare la via della rete. Molti i passi avanti rispetto a quanto visto pochi giorni fa a Trieste contro la Triestina di Bucchi. Domani la squadra partirà per il Portogallo per la seconda parte del ritiro dove affronterà anche squadre come Porto, Siviglia e Betis Siviglia.

RUI PATRICIO 6. Incolpevole sul gol, il portiere portoghese ha subito mostrato molto carisma andando a richiamare la barriera su una punizione avversaria dopo cinque minuti. Nessun intervento per lui che però ha mostrato una buona proprietà con il piede sinistro.

REYNOLDS 5. Continua a non convincere l’esterno statunitense che nell’occasione del gol del Debreceni lascia colpevolmente troppo solo l’avversario che ha tutto il tempo di mettere il cross che ha permesso poi a Barany di trovare la rete del vantaggio ungherese. Tanta corsa ma molti errori sia in fase di disimpegno che in quella offensiva.

IBANEZ 6,5. Buona partita del centrale difensivo che ha messo a referto anche un ottimo assist per Mayoral. Il numero 3 giallorosso è sembrato molto attento in fase difensiva e con i piedi da brasiliano vero. Questa può essere la stagione della sua consacrazione.

KUMBULLA 5. Il difensore albanese è colpevole sul gol del Debreceni perdendo completamente di vista Barany che ha potuto colpire da solo di testa battendo Rui Patricio. L’ex Verona non è sembrato sicuro per tutta la prima frazione, sicuramente ancora non è al 100% ed è anche giusto così ad un mese dall’inizio del campionato.

TRIPI 6. Convincente la prova del giovane giallorosso che Mourinho ha deciso di adattare ad esterno sinistro difensivo in assenza di Spinazzola e Calafiori e in attesa dell’arrivo di Vina. Ottime le doti mostrate su tutte e due le metà campo e ottimo lo spirito di abnegazione per aiutare la squadra.

BOVE 6. Una prestazione sufficiente per il giovane mediano che però fa qualche piccolo passo indietro rispetto all’ottima prestazione mostrata a Trieste. Sicuramente la prestazione di Darboe non lo aiuta, nel finale del primo tempo ha rischiato molto con una palla in orizzontale che poteva portare il Debreceni davanti alla porta giallorossa.

DARBOE 5. Si è alzato anche Mourinho per sgridarlo e svegliare il giovane centrocampista gambiano che è sembrato ancora in piena fase di rodaggio in questa parte iniziale di preparazione. Molti i suoi errori di misura nei passaggi ai compagni, anche quelli che sembravano elementari. C’è ancora molto da lavorare è nessuno meglio di Mourinho può aiutarlo a migliorare.

PEREZ 6,5. Ancora un’ottima prestazione per l’ex Barcellona che sembra davvero entrato nella Roma in questa prima fase di precampionato. Lo spagnolo, sicuramente aiutato anche dal fisico, sembra uno dei più in forma e ha messo in difficoltà più di una volta la difesa ungherese andando anche vicino al gol con il suo sinistro.

PELLEGRINI 6,5. Grande prestazione per il capitano giallorosso che ha sfruttato alla grande una palla di Zalewski trafiggendo il portiere avversario e portando in vantaggio la Roma. Nella prima parte, quando la squadra sembrava un po’ in difficoltà, è sceso anche sulla linea dei difensori per farsi dare la palla e aiutare tutti i compagni da capitano vero.

ZALEWSKI 7. Convince sempre di più il giovane fantasista italo-polacco che sembra aver fatto innamorare Mourinho delle sue giocate e voglia di stare in campo. Sarà ora lo Special One a decidere se tenerlo in prima squadra oppure mandarlo in prestito a giocare, ma se continua così probabilmente il suo futuro sarà a Trigoria.

MAYORAL 6,5. Un grande gol quello dello spagnolo che ha riportato la Roma sul momentaneo 1-1. L’ex Real Madrid si conferma un ottimo realizzatore sfruttando bene gli spazi offerti dagli avversari. Per lui già 4 gol in questa fase di precampionato, l’ex Real vuole sempre di più entrare nella squadra giallorossa a suon di realizzazioni.

Dal 46’ FUZATO 5. Grave l’errore del brasiliano che con un intervento molto goffo ha permesso al Debreceni di trovare il gol del 3-2. Quella di questa sera è la prima papera della sua carriera romanista dopo aver trovato la titolarità nella fase finale della scorsa stagione. Sicuramente meglio ora che in partite ufficiali.

Dal 46’ KARSDORP 6. Solita partita di sostanza per l’olandese che spesso si fa trovare sulla fascia di destra pronto a ricevere e a mettere dentro ottimi cross per i compagni. La fascia destra per ora è la sua anche se resta da capire cosa vorrà fare Mourinho con Florenzi che dovrebbe raggiungere i compagni nel ritiro in Portogallo.

Dal 46’ MANCINI 6. Poco lavoro per il numero 23 che è stato però scelto da Mourinho per prendere la fascia da capitano dopo l’uscita di Pellegrini. Una decisione, quella presa dal tecnico portoghese, che mostra una volta di più l’importanza del centrale italiano che è sempre più uno degli uomini principali dello spogliatoio giallorosso.

Dal 46’ SMALLING 5,5. Un po’ troppa sufficienza per l’ex capitano dello United che ha poi permesso alla squadra ungherese di trovare il gol del 3-2 aiutato anche da Fuzato. Mourinho lo ha provato in coppia con Mancini, questa sarà probabilmente la coppia titolare della Roma ad inizio campionato.

Dal 46’ VILLAR 6. Gli avversari sicuramente non lo mettono molto in difficoltà ma lo spagnolo si mette spesso in luce per la sua ottima tecnica. Cambio di numero per lui che in questa stagione giocherà con il numero 8 e vuole provare a conquistarsi una maglia da titolare per affiancare presumibilmente Xhaka se la Roma troverà l’accordo con l’Arsenal.

Dal 46’ DIAWARA 6. Partita di equilibrio per l’ex Napoli che si fa trovare sempre al posto giusto nel momento giusto. Il suo futuro sembra essere a Roma anche se difficilmente farà parte dell’11 titolare della prima annata di Mourinho sulla panchina della Roma.

Dal 46’ ZANIOLO 6,5. Sono bastati sei minuti al numero 22 per trovare la seconda rete nella sua preseason. Continuano i miglioramenti sotto l’aspetto fisico mentre, con il gol del 3-1, dimostra la sua grandezza tecnica. Non sarà segnato come nuovo acquisto sui giornali, ma lui può davvero essere il faro della prima Roma di Josè Mourinho.

Dal 46’ MKHITARYAN 6. Partita di ordinaria amministrazione per il calciatore armeno che ha giocato alle spalle di Dzeko. Ottimi alcuni suoi tocchi di prima che hanno aperto spazi per la squadra giallorossa nella ripresa dimostrando una grande tecnica e un grande amalgama con i compagni. La sensazione è che sulla sinistra possa fare comunque qualcosa in più.

Dal 46’ EL SHAARAWY 6. Il ‘Faraone’ fa una partita di buon livello senza però trovare l’acuto con il suo classico tiro a giro con il destro. Il numero 92 sembra però avere già una buona forma fisica e vuole fare di tutto per mettere in difficoltà lo Special One nella scelta degli esterni dietro alla punta.

Dal 46’ DZEKO 7. Doppietta per il Cigno di Sarajevo che mostra una grande voglia di fare bene anche in questa stagione. I suoi movimenti piacciono tantissimo a Mourinho, tanto che lo Special One va poi a parlare in panchina con Mayoral facendogli capire che deve rubare con gli occhi tutte le giocate del bosniaco che vuole essere centrale nel progetto Roma.

Dal 80’ CIERVO sv  

MOURINHO 6,5. Lo Special One sembra sempre più dentro al progetto Roma. Ha visto la partita su una sedia vicino alla panchina interrata per carpire tutti i movimenti dei suoi giocatori e riprenderli quando necessario. L’allenatore portoghese usa il bastone e la carota con i suoi giocatori: una pacca a Dzeko durante il cooling break mentre uno strillo che si è sentito per tutto lo Stirpe a Darboe dopo un errore elementare del gambiano. La sua Roma sembra però aver già assimilato i suoi comandamenti.

Leggi anche:
La Roma rifila la manita al Debreceni

2 Commenti

Comments are closed.