Roma, il bilancio è un rosso a tre cifre ma c’è un motivo per sorridere

Teresa Tonazzi
06/12/2023 - 7:59

Getty Images
Roma, il bilancio è un rosso a tre cifre ma c’è un motivo per sorridere

ROMA BILANCIO – Lo ripete spesso Tiago Pinto, ne è consapevole anche Mourinho. Il fattore bilancio è un aspetto importante da tenere in considerazione, anche per questo il mercato è limitato da paletti. I giallorossi, si sa, devono fare i conti con il Fair Play finanziario. In generale, però, come sono i conti?

Aumentano i ricavi, calano i costi

La risposta arriva da Il Tempo. È stato approvato il bilancio chiuso lo scorso 30 giugno (stagione calcistica 2022-2023) con una perdita pari a 102,7 milioni di euro. Rosso ancora a tre cifre, quindi, però l’anno scorso la perdita consolidata era stata di 219,3 milioni. C’è un motivo per sorridere ed è l’aumento dei ricavi (+70,3mln) e il taglio dei costi, giù di 50 milioni le spese, ammontate nel corso dei dodici mesi in questione a 349 milioni.

Nello specifico sono aumentati i ricavi dovuti a biglietteria, abbonamenti, tour (di grande successo quello in Giappone) e amichevoli, che portano ad un saldo positivo di 23,7 milioni rispetto alla stagione 2021/22. In più i proventi commerciali sono cresciuti di 10 milioni grazie all’effetto Dybala (i ricavi dalle vendite nei negozi sono passate da 4,5 a 6 milioni). C’è da mettere in luce poi l’effetto delle plusvalenze realizzate per rispettare i paletti del Fair Play Finanziario dell’Uefa: la gestione dei calciatori è positiva per 41 milioni. Per quanto riguarda il capitolo costi i miglioramenti riguardano quello complessivo del personale che scende di 10 milioni, mentre gli ammortamenti dei calciatori sono più bassi di 22 milioni.

Vedi tutti i commenti (1)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Andate a controllare i bilanci di Inter e Milan: la Juventus aumenterà il capitale di 200mln con denaro fresco …. 🧐

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...