25 Gennaio 2023

Occhio al Fischietto, Napoli-Roma a Orsato: giallorossi sempre vincenti nei precedenti

I precedenti per Napoli e Roma con il direttore di gara Orsato, già tre i precedenti e tutti in favore dei giallorossi

Foto Tedeschi

Domenica 29 gennaio la Roma giocherà allo Stadio Diego Armando Maradona dove affronterà il Napoli capolista di Luciano Spalletti. A dirigere il match che si giocherà alle ore 20.45 sarà Daniele Orsato della sezione di Schio. I due assistenti sono Tegoni e Baccini con Rapuano IV uomo. Designato Di Paolo al VAR con l’Avar Maggioni. Questi i precedenti tra il fischietto veneto e le due squadre.

I precedenti di Orsato con il Napoli

Il Napoli è la squadra più diretta nella carriera di Daniele Orsato. Il bilancio per i partenopei è perfettamente in parità con 17 vittorie, 15 pareggi e 16 sconfitte. L’ultimo incontro ha visto gli uomini di Spalletti sconfitti in un match casalingo contro il Milan per 1-0 nella scorsa stagione grazie al gol di Olivier Giroud che si è rivelato fondamentale anche in ottica scudetto. Il 28 novembre 2021 l’ultima vittoria casalinga con un netto 4-0 contro la Lazio dell’ex Sarri. Sarà il primo incrocio tra Orsato ed il Napoli in questa stagione.

Gli incontri tra la Roma ed il fischietto di Schio

La Roma, così come il Napoli, ha un bilancio in parità nelle partite dirette da Orsato. Sono 37 i precedenti con 13 vittorie, 12 pareggi e 12 sconfitte. I giallorossi hanno ben quattro sconfitte consecutive nelle sfide dirette dall’esperto veneto. L’ultima vittoria risale alla stagione 2020/21 con una vittoria per 2-0 contro la Fiorentina. Da lì in poi quattro ko, due contro la Lazio e due contro la Juventus con la grande contestazione giallorossa per il vantaggio non concesso ad Abraham ed il rigore fischiato e poi sbagliato da Veretout. In questa stagione invece una sola partita diretta dal 47enne con Mourinho nella sconfitta contro la Lazio di Sarri per 1-0. Questo sarà il quarto incontro tra Napoli e Roma per Orsato con i giallorossi che hanno sempre vinto, due volte all’Olimpico e una al Maradona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.