Foto Tedeschi

NUMERI ROMA MOURINHO – La Roma va alla sosta con quindici punti, cinque partite vinte su 7, e con il quarto posto momentaneo in tasca che regala un periodo di serenità in attesa della ripresa. Anche l’avvio in Conference League è stato positivo nonostante – a parte il Trabzonspor – il livello degli avversari fosse nettamente inferiore alla squadra dello Special One.

Leggi anche:
Lo Special One pesa sul botteghino: 4 milioni d’incassi

La cura Mou funziona

La Roma ha un punto in più rispetto alla squadra allenata un anno fa da Paulo Fonseca ma – in questo senso – la prova del nove arriverà alla ripresa del campionato, dopo le gare contro Juventus e Napoli. Durante la passata stagione infatti, ricorda Il Tempo, i principali problemi sono scaturiti dalla ‘sindrome dei big match’, che ha messo a repentaglio perfino l’accesso in Conference (ottenuto all’ultima giornata): se i giallorossi dimostrassero di aver superato anche questo scoglio, le possibilità di rimanere stabilmente nel gruppo delle grandi aumenterebbero di molto. Più facile a dirsi che a farsi visto che – dal 2011 in poi – l’unica vittoria romanista allo Stadium risale ad agosto 2020 (a campionato di fatto già concluso) e che il Napoli è riuscito ad arrivare alla seconda sosta stagionale a punteggio pieno. A far ben sperare però sono i numeri della Roma mourinhana: rispetto ai bianconeri la squadra del portoghese ha subito due gol in meno e segnato cinque reti in più di Dybala e compagni. Sono undici i giocatori andati in gol da inizio stagione – più di ogni altra squadra in Italia – con Pellegrini a guidare la classifica marcatori giallorossa con 7 gol. Ieri il capitano ha raggiunto il ritiro di Coverciano insieme a Cristante per prendere parte agli impegni di Nations League, con un totale di 13 romanisti che nei prossimi giorni saranno impegnati in giro per il mondo con le rispettive Nazionali.

4 Commenti

  1. Juventus alla nostra portata, Napoli, Milan, oggi come oggi, no. Poi, nel calcio esistono sempre due fattori determinanti : Fattore Arbitro e fattore Qulo. Il primo si sa, non è mai con noi, speriamo nel secondo.

  2. 1) non sono contento che Pellegrini e Cristante siano a Coverciano per impegni della Nazionale in un Torneo senza alcun significato se non portare soldi alla Lega, non alla Roma. Impegni inutili anzi dannosi specie per i nostri giocatori .. bene che Zaniolo non sia andato. 2) La passata stagione, ma anche le passate stagioni, ci hanno mostrato una Roma promettente all’ inizio di Campionato ed una Roma senza forze, ne’ idee, e anche senza nessuna voglia, tantomeno ricambi, nella seconda parte della stagione , quella che va da Gennaio .. Di certo questa Roma sta cercando di capire perche’ e di porre un rimedio .. 3) confido molto in Mourinho .. lo reputo valido per la Roma come Draghi per il Paese Italia .. un grosso in bocca al lupo a tutti e due .. 4) spero che a Gennaio arrivino i rinforzi che servono .. non basterebbe un solo centrocampista .. 5) naturalmente, specie come Italiano all’ Estero, tifo Italia e forse con maggiore trasporto di chi in Italia ci vive tutti i giorni .. io manco da due anni, soprattutto causa covid, e mi manca tanto .. inoltre stimo Mancini e lo reputo fra i primi 2-3 allenatori italiani in attivita’ .. pero’ Zaniolo va lasciato riposare che un giusto riposo aiuta a guarire meglio da un doppio infortunio che poteva essere devastante e definitivo .. grosso tifo da stadio per Zaniolo da due anni .. almeno noi romanisti .. poi esistono pure ‘certi’ laziali che augurano ogni male ai romanisti e alle loro madri, e mi dispiaccio per loro .. i cartaginesi erano sicuramente piu’ civili .. ma ci rivedremo, sportivamente, al ritorno ..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here