©Anton Ivanov/123RF.COM

NUMERI E CURIOSITA’ JUVE ROMA – Dopo la sosta nazionali la Roma torna in campo. E lo fa in un classico del calcio italiano, in uno stadio che per i giallorossi, dalla sua istituzione, ha sempre rappresentato un vero e proprio tabù. Domenica sera all’Allianz Stadium va in scena Juventus-Roma, match valido per l’ottava giornata di Serie A e che apre un ciclo intensissimo di partite ravvicinate: Juve, Bodo/Glimt, Napoli, Cagliari e Milan in 14 giorni.

Dove eravamo rimasti

Partenza negativa per la Juventus targata Allegri bis. Dopo lo shock per la partenza di Ronaldo i bianconeri hanno patito un avvio di campionato insolitamente deludente: undici punti in sette partite, di cui però ben dieci nelle scorse quattro partite, a testimonianza di una ripresa incoraggiante nelle ultime uscite. Vero e proprio esame, insieme ai successivi Roma-Napoli e Roma-Milan, per i giallorossi di Mourinho, fin qui in linea con l’obiettivo quarto posto a 15 punti in classifica.

Precedenti da incubo negli ultimi dieci anni

Tabù Stadium che in realtà la Roma è riuscita a sfatare due stagioni fa, in un match di fine campionato con le due squadre di fatto già in vacanza. Un successo che dunque non ha avuto proprio un sapore di impresa. Nei precedenti dieci tentativi erano arrivate altrettante sconfitte, stessa sorte del più recente precedente in casa bianconera: due a zero firmato da Ronaldo e dalla sfortunata autorete di Ibanez. Un bilancio, quello dello Juventus (ora Allianz) Stadium che recita 9 vittorie della Juventus, una sola della Roma, 21 gol segnati dai bianconeri e solo sei dai capitolini.

Male anche prima dello Stadium

Non va meglio il computo totale dei precedenti, anzi. Negli 87 precedenti in Serie A tra le due squadre, la Roma ha vinto solo in 9 occasioni, senza mai riuscire a metterne in fila due consecutivi. Sono invece 57 le vittorie bianconere e 21 i pareggi.

L’ultima di Mou è storica

La Roma però può aggrapparsi alle statistiche del suo condottiero. Mourinho ha incontrato la Juventus sette volte, cinque sulla panchina dell’Inter e due su quella del Manchester United. Un bilancio positivo con quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte. L’unica volta allo Stadium, visto che nei precedenti con l’Inter si giocava all’Olimpico di Torino, fu un trionfo dei Red Devils guidati dal portoghese. Il 7 ottobre del 2018, nella fase a gironi di Champions, il suo Manchester United ribaltò il vantaggio iniziale di Ronaldo con il gol di Mata e l’autogol a tempo scaduto di Alex Sandro. Poi il celebre gesto ai tifosi juventini, avvicinando la mano all’orecchio al termine di 90 minuti di fischi nei suoi confronti. Pessimo invece il bilancio giallorosso.

Pietro Mecozzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here