NUMERI E CURIOSITA’ ROMA CSKA SOFIA – Parte la fase a gironi della neonata Conference League. Dopo aver superato il Trabzonspor la Roma affronta il primo avversario del Gruppo C: domani all’Olimpico, alle 21, c’è Roma-Cska Sofia. Dunque il primo step verso la fase finale per gli uomini di Mourinho, che si troveranno di fronte i bulgari a un anno esatto dall’ultimo incrocio in Europa League.

Il cammino di Roma e Cska Sofia

Due delle cinque vittorie su cinque partite della nuova Roma di Mourinho sono arrivate proprio in Conference League, con il doppio successo nei play off contro i turchi del Trabzonspor, regolati con un 2-1 a Trebisonda e un secco 3-0 all’Olimpico nel match di ritorno. Sorprendente invece il turno che ha coinvolto il Cska Sofia. I bulgari si sono trovati di fronte i più quotati avversari del Viktoria Plzen, con l’andata indirizzata verso il club ceco con una vittoria in casa per 2-0. Al ritorno però l’impresa: 3-0 dopo i tempi supplementari grazie al gol a tempo scaduto (119′) del difensore olandese Mattheij, che ha regalato un insperato passaggio del turno al club più titolato di Bulgaria.

I precedenti prima della scorsa stagione

Sono 8 i precedenti tra la Roma e le squadre bulgare. Sei di questi proprio contro i pluricampioni nazionali del Cska. Tuttavia, il primo confronto andata e ritorno contro una bulgara, fu contro il Dunav nella Coppa Uefa 75/76. 2-0 per i giallorossi all’andata e sconfitta (l’unica in 6 match contro le bulgare) per 1-0 al ritorno, ininfluente per il passaggio del turno. Poi i 6 match contro il Cska Sofia. I primi due nella stagione 83/84. I giallorossi, freschi campioni d’Italia, affrontavano i campioni di Bulgaria nel doppio confronto di Coppa dei Campioni. Era l’anno della finale a Roma, dove i giallorossi arrivarono a undici metri dal sogno. Furono svegliati solo all’ultimo dal Liverpool e dal portiere Grobelaar. Durante l’entusiasmante cammino, agli ottavi ci furono i match contro il Cska. Due doppie vittorie per 1-0. In Bulgaria la decise Falcao, all’Olimpico Graziani. E quarti di finale in cassaforte. Poi per 25 anni mai i capitolini si sono trovati di fronte un altro match contro club bulgari. Fino all’Europa League 2009/10. Ancora il Cska Sofia e ancora una doppia vittoria, stavolta durante la fase a gruppi. Dunque in 4 partite il bilancio è di altrettante vittorie per la Roma.

Risultati deludenti ma indolori nella scorsa stagione

A distanza di undici anni di nuovo il Cska Sofia di fronte alla Roma, di nuovo in Europa League. La scorsa stagione infatti i giallorossi erano inseriti nello stesso gruppo dei bulgari e, sebbene il girone si sia concluso con il passaggio della Roma e l’eliminazione del Cska, i giallorossi hanno deluso in entrambe le sfide. Prima un dimenticabile 0-0 all’Olimpico, poi al ritorno, con la Roma già qualificata e piena di debuttanti, è arrivata addirittura la sconfitta per 3-1, che porta il bilancio totale a 4 vittorie giallorosse, un pareggio e una sconfitta. Ora il match, dopo essersi disputato in Champions e in Europa League, si sposta in Conference League, con l’obiettivo, per Mourinho e i suoi, di rispostare l’ago della bilancia verso il trend positivo dimostrato nei primi quattro precedenti.

Pietro Mecozzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here