NUMERI CURIOSITA’ LAZIO ROMA – Ci siamo, è quel momento che capita, di solito, solo due volte all’anno ma che genera intorno a se un’attesa lunga un’intera stagione. Roma e Lazio si scontrano nel derby della capitale, valido per la sesta giornata del campionato di Serie A.

Partenze diverse per Roma e Lazio

Partenza ottima della Roma con 4 vittorie in 5 partite. Unico scivolone a Verona, dove i giallorossi si sono fatti prima rimontare e poi non sono riusciti a restare aggrappati al pareggio. Poi la reazione nell’ultima, faticosa, uscita contro l’Udinese, regolato con un 1-0 nel segno di Abraham e concluso con l’amara (e dubbia) doppia ammonizione a capitan Pellegrini, di gran lunga il più in forma in questo momento, che lo obbliga a saltare il derby. Partenza più ‘diesel’ dei biancocelesti che sono a metà classifica con 8 punti e reduci da due pareggi (arrivati in extremis) con Cagliari e Torino, e una sconfitta in Europa League in casa del Galatasaray.

I precedenti

Lazio-Roma del 26 settembre è il 157esimo derby della capitale nella storia della Serie A, con uno storico che pende nettamente a favore dei giallorossi, che ne hanno vinto 56. Sono 40 invece le vittorie della Lazio mentre in 60 occasioni la stracittadina è finita in pareggio: gli ultimi due, consecutivi ed entrambi per 1-1, nella stagione 2019/20. Nella scorsa invece le due squadre si sono divise la posta: vittoria della Lazio per 3-0 all’andata e successo giallorosso con il 2-0 firmato Mkhitaryan-Pedro nel ritorno in quello che resta il primo e unico derby vinto da Fonseca alla guida della Roma. In casa biancoceleste invece i precedenti sono perfettamente pari: 25 vittorie a testa e 27 pareggi. Ciò significa che un’eventuale vittoria sposterebbe lo storico a favore di una delle due romane.

Leggi anche:
MOURINHO E I DERBY: TANTE VITTORIE E IN AFFANNO SOLO CONTRO IL CITY

Cambio di panchina per entrambe

Stagione di grandi cambiamenti e di inconsueti incroci per le romane. I Friedkin, con un colpo a sorpresa, hanno scelto Mourinho nel momento in cui Sarri sembrava a un passo dalla panchina giallorossa. Rimasto spiazzato anche il tecnico toscano, arriva la chance Lazio, orfana di Inzaghi, che dopo il rinnovo aveva accettato la corte dell’Inter, per continuare la sua carriera. Ma non è l’unico ‘scarto’ della Roma su cui ha puntato la Lazio. Dopo aver deciso il derby di ritorno, per poi essere tagliato dai piani di Mou, Pedro ha fatto un cambio di sponda che dalle parti dell’Urbe non si vedeva dai tempi di Ciccio Cordova, capitano della Roma passato alla Lazio nel 1976.

E’ british l’unico precedente tra Mou e Sarri

Primo precedente in Italia tra José Mourinho e Maurizio Sarri. I due allenatori si sono scontrati solo una volta in carriera, circa tre anni fa. Era la nona giornata di Premier League e il Manchester United del portoghese faceva visita al Chelsea. A Stamford Bridge finì 2-2 con la squadra di Sarri salvata al 90′ dal gol di Barkley, dopo che una doppietta di Martial aveva ribaltato il vantaggio iniziale di Rudiger.

Pietro Mecozzi