21 Novembre 2021

Numeri e curiosità di Genoa-Roma. Crisi contro crisi: la vittoria è fondamentale per entrambe, e a Marassi il ‘gol’ è una sentenza

Foto Tedeschi

GENOA ROMA – Dopo la sosta per le nazionali la Roma è pronta a riprendere il suo cammino in Serie A. C’è bisogno di una netta inversione di tendenza dopo i risultati negativi dell’ultimo periodo che hanno acceso l’allarme e rischiano di diventare vera e propria crisi qualora gli uomini di Mourinho non riuscissero a battere il Genoa, domenica alle 20.45 al Ferraris. Di fronte i rossoblù del nuovo allenatore Andriy Shevchenko, alla prima esperienza sulla panchina di un club dopo i 5 anni da commissario tecnico della sua Ucraina. Una scelta ‘esotica’ della nuova proprietà, il fondo USA 777 partners, subentrata a Preziosi.

Crisi aperta per i rossoblù: due mesi fa l’ultima vittoria

Una scelta, quella di affidarsi a Shevchenko, dovuta sia alla ventata di novità necessaria alla nuova proprietà ma, soprattutto, alla profonda crisi di risultati che non ha lasciato scampo a Ballardini. Il Genoa infatti non vince in Serie A dal 12 settembre, più di due mesi fa, quando a Cagliari è arrivata l’unica vittoria stagionale dei genoani. Poi 6 pareggi e 3 sconfitte che posizionano il Genoa al terzultimo posto in campionato, assieme agli odiati cugini della Sampdoria.

Un match da ‘Gol’

In genere quella tra Genoa e Roma è una sfida che regala emozioni e soprattutto tanti gol. Nelle ultime 14 gare, ovvero da quando nel 2007 il Grifone è tornato in Serie A dopo 12 anni, al Ferraris i giallorossi hanno segnato in 13 occasioni. Ma allo stesso tempo ne hanno subiti in 12 partite su 14.

Leggi anche:
Faccia a faccia: Shomurodov, caccia al gol dell’ex. Sirigu, la forza dell’esperienza

Il Ferraris strizza l’occhio ai giallorossi

I giallorossi non perdono contro il Genoa dalla stagione 2013/14, quando a Marassi si imposero i liguri per 1-0. Poi 5 vittorie e due pareggi nelle ultime sette partite. Tuttavia il bilancio totale dei match al Ferraris è decisamente favorevole al Genoa. Addirittura per trent’anni, dal 1948 al 1978, i giallorossi rimasero a secco di vittorie: 9 sconfitte e 7 pareggi in casa dei rossoblu. In 53 partite il Grifone ha battuto la Roma 25 volte. 12 i successi dei giallorossi, mentre in 17 occasioni il match è finito in parità. Bilancio che diventa positivo per la Roma se invece si prendono in considerazione tutte le sfide tra i due club e non solo quelle in casa del Genoa: 52 vittorie per la Roma, 32 per il Genoa e 24 pareggi.

Un ricordo tricolore

Uno dei 17 pareggi in terra ligure coincide con un ricordo indelebile per tutti i tifosi giallorossi. Parliamo dell’1-1 dell’ 8 maggio 1983, quando grazie al vantaggio di testa di Pruzzo, pareggiato da Fiorini nel finale, la Roma raccolse il punto necessario a incoronarla Campione d’Italia per la seconda volta nella sua storia.

Pietro Mecozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti

  1. Papa Max ha detto:

    Purtroppo c’e’ del vero .. anzi .. e’ proprio cosi’ ..

  2. lupus ha detto:

    Se non vince stasera sarà decima.

  3. Sergio ha detto:

    È una gara che va affrontata a cuor leggero, tanto oramai peggio di così non poteva andare