Numeri
L’11a giornata di ritorno del campionato italiano di calcio, offre al pubblico giallorosso Roma-Empoli. La gara si disputerà sabato 22 marzo 2008, vigilia di Pasqua. In classifica le squadre sono distanziate da 37 punti.
La Roma, dopo la sconfitta nel derby, è sempre seconda a 7 lunghezze di distacco dall’Inter. L’Empoli è penultimo a 2 punti dal Livorno, cioè dalla salvezza. Nei campionati a girone unico Roma ed Empoli si sono affrontate 17 volte. I giallorossi hanno raccolto 11 vittorie, mentre i toscani soltanto 3. Altrettanti sono stati i pareggi tra le due squadre e l’1-0 è stato il risultato più frequente (3 volte).
Nei precedenti all’Olimpico, la Roma, non ha mai perso e ha vinto 7 partite, pareggiando soltanto 1a volta. 16 gol fatti dai capitolini soltanto 6 quelli messi a segno dai toscani.
Per la Roma la vittoria più rotonda, contro l’Empoli, risale al 31/04/2004 quando vinse con il risultato di 3-0. L’1-0 del 1/10/2006 fu l’ultimo successo casalingo dei giallorossi contro i toscani. Negli 8 Roma-Empoli, fin qui disputati, Balbo, Montella e Totti sono i calciatori che hanno segnato di più, 3 gol per ciascuno. Cappelini è, invece, il giocatore dell’Empoli più prolifico con 2 gol all’attivo.
Roma-Empoli significa anche Spalletti contro Malesani. Tra i 2 allenatori ci sono state 8 sfide in Serie A nelle quali il tecnico giallorosso ha riportato 4 successi. Il tecnico dell’Empoli ha vinto 2 volte e altrettanti sono stati i pareggi. L’ultima vittoria di Malesani risale al 12/12/1999 quando, da allenatore del Parma, vinse per 0-2 contro il Venezia, allenato all’epoca proprio da Spalletti.
Al contrario, risale al Roma-Udinese dell’ 11/03/2007 finito 3-1, l’ultimo successo di Spalletti contro Malesani.
Proprio quest’ultimo, su 10 sfide contro la Roma, è riuscito solo 1a volta a battere i giallorossi mentre 5 sono state le sconfitte e 4 i pareggi. Spalletti contro l’Empoli, la sua ex squadra, ha giocato 11 gare ed ha collezionato 6 vittorie, 3 sconfitte e 2 pareggi.
Analizzando la media punti allenatori, notiamo che, Spalletti ha una media di 2.5 punti a partita per le gare interne e 1.86 punti di media per le trasferte. 1.38 punti a partita è la media casalinga di Malesani, mentre, lontano da Empoli la media scende inesorabilmente a 0.57
Gli attaccanti dell’Empoli, Pozzi, Vannucchi e Saudati hanno segnato 1 gol ciascuno alla Roma. Pozzi e Vannucchi sono stati gli unici capaci di segnare a Doni. Infatti, l’unico gol di Saudati alla Roma risale al 2001, quando militava nel Perugia. Totti è l’unico marcatore, dell’attuale attacco giallorosso, che è riuscito a marcare contro l’Empoli (5 gol). Mancini e Vucinic sono pronti a farlo sabato prossimo.    
 
Sarà una sfida all’insegna della “gioventù”. Gli empolesi sono tra le rose più giovani con una media età dei giocatori di 26.4 anni. La media età dei capitolini è di 27.9.
 
Sabato prossimo, 22 marzo 2008, Juan arriverà a quota 20 presenze in giallorosso. Potrebbe essere una partita da ricordare anche per il centrocampista Matteo Brighi. In caso di una sua presenza sul terreno di gioco, il mediano romanista, toccherebbe quota 200 nella massima serie. Cassetti, invece firmerà la 170a presenza in Serie A.
 
Curiosità
Non possiamo non ricordare che l’attuale tecnico della Roma, Luciano Spalletti, prima giocò e poi allenò proprio la squadra toscana.
Infatti, appena chiusa la carriera di calciatore, Spalletti esordì nel 1993 come allenatore in Serie C1 sulla panchina dell’Empoli. Subentrò a 6 giornate dalla fine del torneo, con la squadra sull’orlo della retrocessione. Tuttavia gli azzurri riuscirono a salvarsi ai play-out, dopo aver superato l’ostica sfida contro l’Alessandria.

Dopo quell’incredibile salvezza, ci fu una dovuta una stagione di transizione nel 1994/95. Nel corso di quell’anno Spalletti fece quadrato della situazione e trovò alle sue dipendenze un giovane centravanti, Vincenzo Montella, con cui l’allenatore fiorentino aveva già giocato nell’ultimo anno da calciatore. Montella lascerà l’Empoli al termine della stagione, e rincontrerà Spalletti proprio nella Capitale.
 
Dalla stagione 1995/96 iniziò “l’era Spalletti”. Un ciclo di grandi vittorie per l’Empoli che riuscì nella conquista della Coppa Italia di Serie C ai danni del Monza, ma soprattutto ottenne la promozione in Serie B grazie alla doppia vittoria, in entrambe le gare play-off, contro il Como. Spalletti ed il suo Empoli riuscirono a resuscitare l’ormai perso entusiasmo dei tifosi della cittadina toscana, anche grazie all’ottimo rendimento della stagione 1996/97, che culminò con la spettacolare quanto incredibile ascesa in Serie A. L’anno seguente Spalletti riuscì ad ottenere la permanenza nella massima serie con una giornata di anticipo, ma soprattutto ebbe il merito di valorizzare giocatori del calibro del sopracitato Montella, Birindelli e Di Natale.
 
Anche Daniele Baldini, l’attuale collaboratore tecnico della Roma, ha trascorso parte della sua carriera a Empoli, sia come giocatore che come allenatore. Da giocatore Baldini e’ stato il faro della difesa dell’Empoli di Spalletti, quello del ritorno in A dei toscani nella stagione 1997/98 (esordio con sconfitta per 1-3 al Franchi di Firenze proprio contro la Roma), quello che impose il tecnico di Certaldo al grande pubblico. Al contrario, l’esperienza alla guida della squadra empolese è stata piuttosto breve, solo 6 panchine.  Tra i giocatori che hanno indossato entrambe le maglie, quella giallorossa e quella azzurra, dobbiamo necessariamente ricordare Di Francesco, Gautieri e Dal Moro.
 
Nel campionato 2005-06 Roma-Empoli coincise con la decima vittoria consecutiva della squadra di Spalletti. Durante la gara ci fu anche l’infortunio a Francesco Totti causato da un durissimo fallo di Richard Vanigli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here